HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi tra le italiane passerà il girone di Champions League?
  Tutte
  Juventus, Inter e Roma
  Juventus, Inter e Napoli
  Juventus, Napoli e Roma
  Inter, Napoli e Roma
  Juventus e Roma
  Juventus e Inter
  Juventus e Napoli
  Inter e Roma
  Inter e Napoli
  Roma e Napoli
  Solo la Juventus
  Solo la Roma
  Solo l'Inter
  Solo il Napoli
  Nessuna

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Moriero

“Ronaldo-Iuliano, era rigore. Ceccarini, cosa hai visto... Stasera vince l’inter. Scudetto, vorrei vincesse il Napoli. Io e il futuro...”
28.04.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 4985 volte
© foto di Federico Gaetano

“Quell’episodio del rigore ha portato tante discussioni anche negli anni seguenti. Non so se avremmo vinto il campionato, ma il dubbio sul calcio di rigore è rimasto”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex centrocampista dell’Inter, Francesco Moriero. Chiaro riferimento alla partita tra i nerazzurri e la Juventus del 1998, a quel calcio di rigore non fischiato a Ronaldo per il fallo di Iuliano.

Le immagini parlano chiaro, ma lei era in campo. Era rigore?
“Si. Lo era. Ne sono convinto come lo è la maggior parte della gente. Ho letto che l’arbitro Ceccarini ha detto che non era rigore dicendo anche che era punizione a favore di Iuliano. Questa cosa mi ha fatto arrabbiare ancora di più. Un arbitro può anche sbagliare, ma se dopo vent’anni non ammette l’errore vuol dire che l’ha vista davvero in quel modo”.

Se oggi rivedesse l’arbitro Ceccarini?
“Mi farei spiegare la dinamica, come faceva ad essere fallo a favore di Iuliano se la palla ce l’aveva Ronaldo?”.

E la partita, stasera, come la vede?
“La Juve deve scendere in campo in uno stadio pieno di interisti e dovrà dimostrare di essere la squadra che ha vinto tanto negli anni. L’Inter però è in crescita, come è giusto che sia. In palio ci sono punti pesanti. L’Inter deve entrare nelle prime quattro, la Juve deve rifarsi dalla sconfitta contro il Napoli”.

Juve o Napoli: chi vincerà il campionato?
“Qualcosa deve cambiare. Lo spero. Il Napoli ha dimostrato di meritare questo campionato, gioca bene a calcio e fa divertire. Mi auguro vivano gli azzurri”.

Pronostico: come finisce stasera?
“Vince l’Inter. Immagino già cosa ci sarà a San Siro. Spalletti è uno che sa preparare le partite. Se l’Inter batte la Juve e torna fra le prime quattro, è tanta roba”.

E lei? Nelle ultime esperienze da allenatore nelle scelte non è stato fortunato...
“Un allenatore quando fa delle scelte le fa per passione. Alla Sambenedettese mi era stato chiesto di far crescere i giovani, sono arrivate due sconfitte in un momento particolare e la società ha scelto di cambiare. Ma penso di aver fatto un ottimo lavoro insieme ai miei ragazzi. Mi da un po’ fastidio che un esonero arriva dopo una partenza straordinaria magari macchiata da qualche sconfitta. Non sono mai stato esonerato per aver perso cinque partite di fila”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Ammarí 20.09 - Svincolato ma con tanta voglia di tornare protagonista. Najib Ammari scalpita, in attesa di rientrare in Italia dalla porta principale. “Mi alleno con una squadra in Francia e con un preparatore personale. In attesa di farmi trovare pronto”, dice il centrocampista ex Spezia e Latina...

A tu per tu

...con Giaretta 19.09 - “Ho fiducia nell’Inter, ma mi aspettavo più continuità dal Napoli che deve ancora oliare i meccanismi: c’è comunque il rischio che la Juve non abbia rivali”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds di Ascoli e Udinese, Cristiano Giaretta. E il Milan di Gattuso? “Leonardo e Maldini hanno...

A tu per tu

...con Gustavo Gomez 18.09 - “Sono contento, al Palmeiras c’è una struttura incredibile. Sto giocando bene, ho continuità. Mi sono ambientato subito”. Così a TuttoMercatoWeb il difensore del Palmeiras, ex Milan, Gustavo Gomez. La sua situazione di mercato al Milan non è stata facile... “È stata una situazione...

A tu per tu

...con Signorelli 17.09 - “Eravamo abbastanza ottimisti sul campionato a diciannove squadre. Il torneo chiaramente è più difficile perché ci sono meno squadre, ma dal canto nostro proveremo a dare battaglia”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Livorno, Elio Signorelli. Stasera la sfida al...

A tu per tu

...con Carbone 16.09 - “Io e Zenga andremo in giro, in questo periodo, a vedere un po’ di partite. Abbiamo visto l’Inter contro il Parma, martedì saremo ancora a San Siro a vedere la partita contro il Tottenham. Per ora ci aggiorniamo, guardiamo e cerchiamo di rubare segreti interessanti a chi ha la fortuna...

A tu per tu

...con Lucchesi 15.09 - “Un ridimensionamento e quindi una revisione del format del campionato di Serie B mi vede favorevole. Le squadre professionistiche sono troppe. Però il modo con cui è avvenuto questo cambiamento è stato forte. Forse, se questi cambiamenti fossero arrivati con una tempistica più programmata,...

A tu per tu

...con Angeloni 14.09 - Udinese, Inter, Sunderland, Fiorentina e Atalanta. Sono alcune delle esperienze che hanno plasmato il curriculum professionale di Valentino Angeloni, che in estate ha lasciato un contratto importante con l’Atalanta per accettare una nuova sfida. Il Venezia dell’ambizioso Joe Tacopina,...

A tu per tu

...con Galli 13.09 - “La Serie B? Ci sono delle regole e devono essere rispettate. Hanno fatto qualcosa di non regolare, già non esiste che la Federazione faccia pagare una fideiussione. A gennaio molti presidenti che si dicono contenti per la B a diciannove se ne pentiranno...”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Materazzi 12.09 - “Sono le prime partite, bisogna dare tempo a Mancini. La Nazionale non può essere giudicata subito, c’erano dei problemi prima e ci saranno anche adesso. Le colpe non erano di Ventura e non saranno di Mancini”. Cosi a TuttoMercatoWeb l’agente Matteo Materazzi. Alla Juve, per ora,...

A tu per tu

...con D’Amico 11.09 - Marco Borriello riparte dall’UD Ibiza. “Una scelta di vita e di progetto. È stata un’intuizione felice. Sono contento di vedere Marco felice. Ho notato grande forza di progettare da parte del presidente, che vuole far diventare l’UD Ibiza uno dei club più importanti della Liga Spagnola....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy