HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Nedo Sonetti

07.02.2008 00:00 di Raffaella Bon e Gianluigi Longari   articolo letto 7161 volte
...con Nedo Sonetti

L'indomabile Nedo. Passano le stagioni, gli anni, i campionati ma Nedo Sonetti è sempre lo stesso. La sua voglia di essere protagonista, di allenare, non cambia mai, con una predilezione per le situazioni ai limiti dell'impossibile. Forse perché tante volte il miracolo gli è riuscito, Nedo non si tira mai indietro, senza preoccuparsi minimamente di quali possano essere le conseguenze dei suoi entusiasmi. Ed è questo che lo rende speciale. Uno dei più apprezzati allenatori del panorama italiano, cui noi di Tmw abbiamo chiesto di esprimere la sua valente opinione riguardo tutte le varie tematiche di stretta attualità, delle quali il mister di Piombino ci ha parlato, come di consueto, senza remore e soprattutto senza peli sulla lingua.

IL RAPPORTO CON CAGLIARI
"Certamente visto che sono stato tanti anni ad allenare, in questo periodo mi manca la panchina, è ovvio, ci sta. Riguardo Cagliari, non so spiegarmi come mai la mia avventura sia finita, non capisco cosa non abbia funzionato. Certo ci sono stati diversi problemi, ma ho avuto anche quarantacinque giorni di tempo... In ogni caso non centra nulla Cellino, io sono sempre andato d'accordo con lui. Tra noi si è sempre parlato a viso aperto, in modo chiaro. Entrambi siamo portati a dire le cose in faccia. Avendo questo carattere, quindi, a volte capita di scontrarsi. Per quanto riguarda la corsa alla salvezza, Il Cagliari, che era stato per spacciato, sta risalendo. Mi sarei aspettavo che prima o poi ci sarebbe riuscito e ne sono contento. Vedo delle squadre che sono sullo stesso livello e dovranno lottare fino alla fine".

LOTTA SCUDETTO, NON C'È ARBITRO CHE TENGA
"Ormai nel calcio non si parla più della situazione tecnica delle partite, ma si vuole sempre fare polemica. Anche ora si è detto che gli arbitri non hanno fatto bene, arrivando a stilare anche delle classifiche assurde, che fanno solo il male del calcio. Sono tabelle tendenziose che creano malumori e dissidi. L'Inter è la squadra più forte. Sarebbe anche ugualmente la migliore senza queste classifiche assurde. La squadra non solo gioca bene, ma sa tenere anche la giusta concentrazione e appare la più forma del campionato. È il team più forte non solo tecnicamente ma anche per fisicità. La Roma, invece, ha sempre alti e bassi. Gioca un calcio molto bello ma è soggetta a cali di tensione, soprattutto con squadre medio piccole. Il problema è che non sa mantenere la giusta concentrazione. Forse è anche questione di ambiente, il problema non è di certo tecnico ma comportamentale. Certo che contro il Siena ha buttato via una bella occasione. Essere a otto punti di distacco non è semplice, probabilmente l'unica occasione rimasta per sperare è lo scontro diretto".

LA CORSA ALLA CHAMPIONS, FIORENTINA SFAVORITA
"Per la corsa alla Champions i risultati di domenica sono stati importanti. Era prevedibile che la Fiorentina potesse anche perdere con il Milan. Senza dubbio la vera sorpresa è stata il pareggio del Cagliari contro la Juventus. Si è vista una Juventus stanca, non molto concentrata. Ma vedo, per i primi quattro posti, molto equilibrio. Dando per scontato che la Roma si riprenda, perché altrimenti sarebbe aperta anche la caccia al secondo posto. La Fiorentina mi sembra la squadra con meno personalità. Ha un programma importante che la potrà ripagare tra qualche anno, puntare sui giovani, ma per fare ora il salto di qualità serve personalità. In certi momenti forse manca alla squadra viola. Le altre hanno qualcosa di superiore".

BALOTELLI-PATO
"Tutti si sono stupiti per il gol che ha fatto contro la Juventus. Ma Balotelli fino ad ora ha sempre fatto cose importanti. Potenzialmente può diventare un grande giocatore, anche se è ancora giovane. Ha il fisico giusto, la personalità, la tecnica, non gli manca davvero nulla. Riguardo a Pato, eravamo tutti curiosi di vedere questo ragazzo di diciotto anni all'opera, e possiamo dire che ci ha meravigliato in positivo. In sei partite ha fatto quattro gol. In pochi minuti è risultato determinante. Ha qualità superiori alla media: personalità velocità, senso del gol, capacità di smarcare l'uomo".

PANCHINA D'ORO, LA MERITAVA MANCINI
"Non pensavo che la potesse vincere Prandelli, credevo che fosse data a Mancini. Io personalmente l'avrei data proprio al tecnico dell'Inter, non solo per quello che ha fatto la scorsa stagione, ma per quello che sta facendo anche quest'anno. È diventato allenatore per caso, con una forzatura legale, può avere un atteggiamento che certe volte risulta non simpatico, ma io apprezzo più lui che dice ciò che pensa e si comporta di conseguenza, rispetto ad altri che dicono determinate cose, ma i comportamenti non corrispondono. Ha un carattere che mi piace".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Amoruso 15.12 - “Il derby per il Torino è la partita dell’anno, sentita dalla tifoseria e da tutto l’ambiente. Le tensioni sono notevoli. Per la Juve invece è una partita come tutte le altre, non è vissuta con le ansie della gente del Toro”. Così a TuttoMercatoWeb il doppio ex di Juventus e Torino,...

A tu per tu

...con Marchetti 14.12 - “L’Ascoli è forte, ha voglia di riscatto. Sarà una partita difficile, importante. Dare continuità ci proietterebbe in alto, vogliamo fare bene”. Così a TuttoMercatoWeb il dg del Cittadella, Stefano Marchetti, in vista della partita contro l’Ascoli. Mercato: che farete a gennaio? “Questa...

A tu per tu

...con Modesto 13.12 - “Siamo abituati a giocare partite importanti, avremo lo stadio tutto pieno. È una partita da dentro o fuori, vogliamo fare bene”. A TuttoMercatoWeb parole firmate Francois Modesto, capo scout dell’Olympiacos, in vista della partita di questa sera contro il Milan. Per lei è una...

A tu per tu

...con Lupo 12.12 - “La Juventus, quest’anno in particolare, affronta tutte le partite col giusto piglio e senza considerarle facile o difficili”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore sportivo del Palermo, Fabio Lupo. Lo Young Boys è avversario abbordabile. “Rappresenta un campionato più piccolo,...

A tu per tu

...con Ravanelli 11.12 - “Il Napoli dovrà cercare di fare la partita e non farsi sovrastare dal Liverpool. Servirà essere impeccabili, credo che sia nelle corde del Napoli sbancare Anfield. Gli azzurri potranno fare un brutto scherzetto al Liverpool”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex attaccante di - tra le altre...

A tu per tu

...con A.Canovi 10.12 - “Ibrahimovic al Milan, sarebbe un’operazione simile a quella che la società rossonera ha già fatto con Beckham. Malgrado le complicazioni delle ultime ore, non sarebbe male la coppia Ibra-Higuain”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Alessandro Canovi. Nome altisonante,...

A tu per tu

...con Novellino 09.12 - “Milan-Torino? Sono legato, ovviamente, ai granata. Ma io tifo Gattuso”. Così a TuttoMercatoWeb il doppio ex di Milan-Torino, Walter Novellino. “Ho grande affetto per il Toro. Però - continua Novellino - sono contento per Gattuso, il Milan sta dimostrando tutto il suo valore”. I...

A tu per tu

...con Materazzi 08.12 - “Quando tuona alla fine piove...”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente del portiere del Genoa Federico Marchetti, Matteo Materazzi a proposito del cambio di allenatore in casa rossoblu. Il Genoa è ripartito da Prandelli. Come lo vede? “Non lo so, perché non è facile. Nessuno mette...

A tu per tu

...con Moggi 07.12 - “Oggi si gioca la partita tra le migliori squadre del campionato insieme al Napoli. È una partita interessante, difficile perché l’Inter cercherà di adottare una strategia difensiva. Il risultato, per la Juve, non è scontato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale della Juventus,...

A tu per tu

...con Fares 06.12 - “Non dimentichiamo che siamo partiti con un -8. Possiamo dare di più, l’inizio dell’anno non è stato positivo per le note vicende, ma siamo convinti poter fare bene”. Così a TuttoMercatoWeb il presidente del Foggia, Lucio Fares. Mercato: che farete? “Valuteremo con calma, non...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->