HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere della Serie A 2018/19?
  Cristiano Ronaldo
  Gonzalo Higuain
  Mauro Icardi
  Ciro Immobile
  Edin Dzeko
  Dries Mertens
  Paulo Dybala
  Gregoire Defrel
  Arkadiusz Milik
  Duvan Zapata
  Krzysztof Piatek
  Mario Mandzukic
  Leonardo Pavoletti
  Altro

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Pagni

“Milan accrescimento culturale. Cinquemila report, quanti talenti! Avevo seguito Golovin e avrei puntato su Mount. Gattuso e quel campo a Sibari... Ternana, De Canio pozzo d’esperienza. E la Serie B...”
14.07.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 11558 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

Piazze calde, presidenti difficili. Dalla prima categoria alla Serie A. La storia di Danilo Pagni parla da sola. Lo scorso anno osservatore del Milan al fianco di Mirabelli e Gattuso dopo aver centrato un miracolo sportivo con la Ternana. Ora il ritorno dove aveva lasciato da vincitore. A Terni. “Il Milan per me è stato un accrescimento culturale. Ringrazio Mirabelli, Fassone e il segretario Mangiarano. Sono partito dalla prima categoria, fino ad avere un ruolo in Serie A. Devo ancora migliorare, però penso che parlino i risultati”, dice Pagni a TuttoMercatoWeb.

Un bilancio sul suo lavoro in rossonero?
“Abbiamo fatto quasi cinquemila report nel mondo. Ho avuto la fortuna di monitorare competizioni internazionali per la prima squadra e le giovanili. Massimo ha messo in piedi una struttura di qualità e quantità epocale. Ho lavorato con lui e con l’area tecnica, sono stato anche in Africa dove ho presentato il Milan. È stato fatto qualcosa di epocale”.

Perché è tornato alla Ternana? Il Milan è il Milan...
“Avrei potuto rinnovare e poi aspettare l’esito delle squadre B. Ma ero rimasto male per la mancata conferma alla Ternana dopo il miracolo della salvezza. Quindi ho scelto di tornare, anche in virtù della presenza di De Canio, un allenatore preparatissimo. Poi al Milan la situazione è in fase di stallo, sia per la squadra B che per il mercato. E inoltre sono nato direttore sportivo, mi sento portato per questo lavoro”.

I profili che aveva monitorato con attenzione in rossonero?
“Avevo seguito Golovin a settembre. Potrei fare anche i nomi di Kluivert Jr e Ziyech. Mi piaceva molto pure Foden delle giovanili del Manchester City, poi Guardiola lo ha convocato. E potrei citare anche Mount che andrà in ritiro con il Chelsea. Ne abbiamo seguiti. Ma Mount del Vitesse è quello su cui avrei puntato di più”.

E Gattuso?
“Con Rino ci conosciamo da trent’anni. A quindici anni ci allenavamo insieme su un campo di periferia, a Sibari, dove adesso non c’è più il campo ma un parcheggio. Quando vado a casa mi viene sempre in mente...”.

Dal Milan alla Ternana può sembrare un salto indietro...
“Non è assolutamente un salto indietro. Al Milan è come se avessi fatto una specializzazione. Ho affinato determinate conoscenze a livello internazionale. E quando leggo di alcuni calciatori che vanno in determinati top club sorrido, perché li avevo già visti e studiati prima. E poi già una volta lasciai un contratto al Chievo, con Campedelli e Sartori per andare a Salerno. Mi metto sempre in discussione”.

Passiamo al presente: la Ternana punta alla B?
“È un obiettivo. Ma manteniamo il profilo basso. Vogliamo tornare in B, ma potremmo arrivarci anche attraverso il ripescaggio perché ne abbiamo i requisiti”.

Ripescaggio possibile?
“Se ne sta occupando il Presidente Ranucci, che sa come muoversi. Il proprietario Bandecchi ci ha conferito la giusta adrenalina. E contiamo molto su una grande persona come il mister De Canio, con lui c’è un rapporto da tempo”.

Già, un rapporto che parte da lontano...
“Vi racconto un aneddoto. Avevo sedici anni, ero in panchina con il Castrovillari in quarta serie. E lui allenava il Pisticci. Ero un giovane under del Castrovillari. È un pozzo d’esperienza. Poi sono stato direttore sportivo del Matera nel 2001. De Canio ha grande spessore, acume ed esperienza”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Signorelli 17.09 - “Eravamo abbastanza ottimisti sul campionato a diciannove squadre. Il torneo chiaramente è più difficile perché ci sono meno squadre, ma dal canto nostro proveremo a dare battaglia”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Livorno, Elio Signorelli. Stasera la sfida al...

A tu per tu

...con Carbone 16.09 - “Io e Zenga andremo in giro, in questo periodo, a vedere un po’ di partite. Abbiamo visto l’Inter contro il Parma, martedì saremo ancora a San Siro a vedere la partita contro il Tottenham. Per ora ci aggiorniamo, guardiamo e cerchiamo di rubare segreti interessanti a chi ha la fortuna...

A tu per tu

...con Lucchesi 15.09 - “Un ridimensionamento e quindi una revisione del format del campionato di Serie B mi vede favorevole. Le squadre professionistiche sono troppe. Però il modo con cui è avvenuto questo cambiamento è stato forte. Forse, se questi cambiamenti fossero arrivati con una tempistica più programmata,...

A tu per tu

...con Angeloni 14.09 - Udinese, Inter, Sunderland, Fiorentina e Atalanta. Sono alcune delle esperienze che hanno plasmato il curriculum professionale di Valentino Angeloni, che in estate ha lasciato un contratto importante con l’Atalanta per accettare una nuova sfida. Il Venezia dell’ambizioso Joe Tacopina,...

A tu per tu

...con Galli 13.09 - “La Serie B? Ci sono delle regole e devono essere rispettate. Hanno fatto qualcosa di non regolare, già non esiste che la Federazione faccia pagare una fideiussione. A gennaio molti presidenti che si dicono contenti per la B a diciannove se ne pentiranno...”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Materazzi 12.09 - “Sono le prime partite, bisogna dare tempo a Mancini. La Nazionale non può essere giudicata subito, c’erano dei problemi prima e ci saranno anche adesso. Le colpe non erano di Ventura e non saranno di Mancini”. Cosi a TuttoMercatoWeb l’agente Matteo Materazzi. Alla Juve, per ora,...

A tu per tu

...con D’Amico 11.09 - Marco Borriello riparte dall’UD Ibiza. “Una scelta di vita e di progetto. È stata un’intuizione felice. Sono contento di vedere Marco felice. Ho notato grande forza di progettare da parte del presidente, che vuole far diventare l’UD Ibiza uno dei club più importanti della Liga Spagnola....

A tu per tu

...con Rosi 10.09 - “Mi alleno, mi tengo in forma. È il mio primo pensiero al mattino e a volte anche il pomeriggio. Aspetto la chiamata giusta”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex difensore di Fiorentina e Genoa, attualmente svincolato, Aleandro Rosi. La nota positiva è che il telefono squilla, sempre. “Tante...

A tu per tu

...con Bianchi 09.09 - “Aspetto la possibilità di tornare a giocare, intanto ho scelto di fare il corso da direttore sportivo perché odio perdere tempo”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex attaccante - tra le altre - di Torino e Atalanta, Rolando Bianchi, che aspetta una chiamata e intanto studia da ds. Ds...

A tu per tu

...con Durante 08.09 - “Neymar capitano del Brasile? Non cambia molto, ma Tite ha voluto dare un segnale... il Brasile era la miglior squadra del Mondiale ma nelle grandi competizioni conta anche la politica, la Federazione non è presente”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato, esperto di calcio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy