HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2018/19?
  Barcellona
  Ajax
  Liverpool
  Tottenham

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Pagni

“Milan accrescimento culturale. Cinquemila report, quanti talenti! Avevo seguito Golovin e avrei puntato su Mount. Gattuso e quel campo a Sibari... Ternana, De Canio pozzo d’esperienza. E la Serie B...”
14.07.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 11820 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

Piazze calde, presidenti difficili. Dalla prima categoria alla Serie A. La storia di Danilo Pagni parla da sola. Lo scorso anno osservatore del Milan al fianco di Mirabelli e Gattuso dopo aver centrato un miracolo sportivo con la Ternana. Ora il ritorno dove aveva lasciato da vincitore. A Terni. “Il Milan per me è stato un accrescimento culturale. Ringrazio Mirabelli, Fassone e il segretario Mangiarano. Sono partito dalla prima categoria, fino ad avere un ruolo in Serie A. Devo ancora migliorare, però penso che parlino i risultati”, dice Pagni a TuttoMercatoWeb.

Un bilancio sul suo lavoro in rossonero?
“Abbiamo fatto quasi cinquemila report nel mondo. Ho avuto la fortuna di monitorare competizioni internazionali per la prima squadra e le giovanili. Massimo ha messo in piedi una struttura di qualità e quantità epocale. Ho lavorato con lui e con l’area tecnica, sono stato anche in Africa dove ho presentato il Milan. È stato fatto qualcosa di epocale”.

Perché è tornato alla Ternana? Il Milan è il Milan...
“Avrei potuto rinnovare e poi aspettare l’esito delle squadre B. Ma ero rimasto male per la mancata conferma alla Ternana dopo il miracolo della salvezza. Quindi ho scelto di tornare, anche in virtù della presenza di De Canio, un allenatore preparatissimo. Poi al Milan la situazione è in fase di stallo, sia per la squadra B che per il mercato. E inoltre sono nato direttore sportivo, mi sento portato per questo lavoro”.

I profili che aveva monitorato con attenzione in rossonero?
“Avevo seguito Golovin a settembre. Potrei fare anche i nomi di Kluivert Jr e Ziyech. Mi piaceva molto pure Foden delle giovanili del Manchester City, poi Guardiola lo ha convocato. E potrei citare anche Mount che andrà in ritiro con il Chelsea. Ne abbiamo seguiti. Ma Mount del Vitesse è quello su cui avrei puntato di più”.

E Gattuso?
“Con Rino ci conosciamo da trent’anni. A quindici anni ci allenavamo insieme su un campo di periferia, a Sibari, dove adesso non c’è più il campo ma un parcheggio. Quando vado a casa mi viene sempre in mente...”.

Dal Milan alla Ternana può sembrare un salto indietro...
“Non è assolutamente un salto indietro. Al Milan è come se avessi fatto una specializzazione. Ho affinato determinate conoscenze a livello internazionale. E quando leggo di alcuni calciatori che vanno in determinati top club sorrido, perché li avevo già visti e studiati prima. E poi già una volta lasciai un contratto al Chievo, con Campedelli e Sartori per andare a Salerno. Mi metto sempre in discussione”.

Passiamo al presente: la Ternana punta alla B?
“È un obiettivo. Ma manteniamo il profilo basso. Vogliamo tornare in B, ma potremmo arrivarci anche attraverso il ripescaggio perché ne abbiamo i requisiti”.

Ripescaggio possibile?
“Se ne sta occupando il Presidente Ranucci, che sa come muoversi. Il proprietario Bandecchi ci ha conferito la giusta adrenalina. E contiamo molto su una grande persona come il mister De Canio, con lui c’è un rapporto da tempo”.

Già, un rapporto che parte da lontano...
“Vi racconto un aneddoto. Avevo sedici anni, ero in panchina con il Castrovillari in quarta serie. E lui allenava il Pisticci. Ero un giovane under del Castrovillari. È un pozzo d’esperienza. Poi sono stato direttore sportivo del Matera nel 2001. De Canio ha grande spessore, acume ed esperienza”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Struna 25.04 - “Agli Houston Dynamo è meglio di quanto mi aspettassi. La squadra va bene, i risultati sono positivi. Qui c’è grande organizzazione, mo piace moltissimo. Il gioco non e tattico come in Italia, ma divertente”. Così a TuttoMercatoWeb il difensore degli Houston Dynamo, Aljaz Struna. Recentemente...

A tu per tu

...con Caserta 24.04 - La Juve Stabia è in Serie B. Vittoria targata Fabio Caserta, allenatore e guida per la formazione stabiese. “È una soddisfazione personale, ho iniziato da poco e vincere un campionato in una piazza come Castellammare, considerato che c’erano altre squadre più attrezzate, è motivo...

A tu per tu

...con Lazaar 23.04 - “Mi aspettavo una bella esperienza, ma non così tanto come la sto vivendo. Sono tutti contenti, vorrebbero che restassi a lungo. Hanno visto il mio valore, sono contento”. Così a TuttoMercatoWeb Achraf Lazaar racconta la sua esperienza allo Sheffield. Uno sguardo al calcio italiano,...

A tu per tu

...con Fares 22.04 - “Speravamo di essere in una situazione più tranquilla, purtroppo però la penalizzazione ha influito negativamente”. Così a TuttoMercatoWeb il presidente del Foggia, Lucio Fares. Per voi una stagione tormentata. Con una situazione di instabilità in panchina. “Nel calcio succede,...

A tu per tu

...con Mangia 21.04 - “L’addio al Craiova? Una decisione presa di comune accordo. Mi sono trovato molto bene al Craiova, poi però ci siamo confrontati e abbiamo deciso che fosse la soluzione migliore per tutti”. Così a TuttoMercatoWeb Devis Mangia parla del suo addio alla squadra rumena. Perché è andato...

A tu per tu

...con Capozucca 20.04 - “L’Ajax ha meritato, ma la Juventus era in un momento di difficoltà e oltre Ronaldo c’è un altro campione come Chiellini la cui assenza si è sentita. È comunque giusto dare i meriti agli avversari”. Così a TuttoMercatoWeb il dirigente del Frosinone Stefano Capozucca commenta la debacle...

A tu per tu

...con Damiani 19.04 - ”La Juventus è arrivata nel momento decisivo in una condizione poco ottimale sul piano psicofisico. Tanti calciatori non erano al meglio. Ronaldo da solo non poteva certo vincere la partita. Kean ha avuto un’occasione importante e l’ha vanificata. L’Ajax ha messo in difficoltà una...

A tu per tu

...con Colantuono 18.04 - “La Juventus? La partita di andata si era incanalata su un binario favorevole, ma il calcio riserva sorprese. La Juve ha giocato un buon primo tempo, nella ripresa la superiorità dell’Ajax è stata notevole. Ma le assenze per i bianconeri hanno pesato, vedi Chiellini e Mandzukic”....

A tu per tu

...con Joao Santos 17.04 - “Il Napoli domani? L’Arsenal è in forma, gioca con grande intensità. Ma due gol si possono recuperare, basta fare il primo subito. E soprattutto non subire reti”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Joao Santos, tra gli altri procuratore dell’ex centrocampista del Chelsea, ex Napoli,...

A tu per tu

...con Gallo 16.04 - “Juve favorita per il risultato? Si parte da 1-1 ma dipenderà dall’approccio alla partita. La Juve non può fare l’errore di sentirsi favorita. C’è anche un precedente contro l’Arsenal che non fa ben sperare, quindi bisogna affrontare la partita con lo stesso spirito di quella di ritorno...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510