HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Pagni

“Milan accrescimento culturale. Cinquemila report, quanti talenti! Avevo seguito Golovin e avrei puntato su Mount. Gattuso e quel campo a Sibari... Ternana, De Canio pozzo d’esperienza. E la Serie B...”
14.07.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 11560 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

Piazze calde, presidenti difficili. Dalla prima categoria alla Serie A. La storia di Danilo Pagni parla da sola. Lo scorso anno osservatore del Milan al fianco di Mirabelli e Gattuso dopo aver centrato un miracolo sportivo con la Ternana. Ora il ritorno dove aveva lasciato da vincitore. A Terni. “Il Milan per me è stato un accrescimento culturale. Ringrazio Mirabelli, Fassone e il segretario Mangiarano. Sono partito dalla prima categoria, fino ad avere un ruolo in Serie A. Devo ancora migliorare, però penso che parlino i risultati”, dice Pagni a TuttoMercatoWeb.

Un bilancio sul suo lavoro in rossonero?
“Abbiamo fatto quasi cinquemila report nel mondo. Ho avuto la fortuna di monitorare competizioni internazionali per la prima squadra e le giovanili. Massimo ha messo in piedi una struttura di qualità e quantità epocale. Ho lavorato con lui e con l’area tecnica, sono stato anche in Africa dove ho presentato il Milan. È stato fatto qualcosa di epocale”.

Perché è tornato alla Ternana? Il Milan è il Milan...
“Avrei potuto rinnovare e poi aspettare l’esito delle squadre B. Ma ero rimasto male per la mancata conferma alla Ternana dopo il miracolo della salvezza. Quindi ho scelto di tornare, anche in virtù della presenza di De Canio, un allenatore preparatissimo. Poi al Milan la situazione è in fase di stallo, sia per la squadra B che per il mercato. E inoltre sono nato direttore sportivo, mi sento portato per questo lavoro”.

I profili che aveva monitorato con attenzione in rossonero?
“Avevo seguito Golovin a settembre. Potrei fare anche i nomi di Kluivert Jr e Ziyech. Mi piaceva molto pure Foden delle giovanili del Manchester City, poi Guardiola lo ha convocato. E potrei citare anche Mount che andrà in ritiro con il Chelsea. Ne abbiamo seguiti. Ma Mount del Vitesse è quello su cui avrei puntato di più”.

E Gattuso?
“Con Rino ci conosciamo da trent’anni. A quindici anni ci allenavamo insieme su un campo di periferia, a Sibari, dove adesso non c’è più il campo ma un parcheggio. Quando vado a casa mi viene sempre in mente...”.

Dal Milan alla Ternana può sembrare un salto indietro...
“Non è assolutamente un salto indietro. Al Milan è come se avessi fatto una specializzazione. Ho affinato determinate conoscenze a livello internazionale. E quando leggo di alcuni calciatori che vanno in determinati top club sorrido, perché li avevo già visti e studiati prima. E poi già una volta lasciai un contratto al Chievo, con Campedelli e Sartori per andare a Salerno. Mi metto sempre in discussione”.

Passiamo al presente: la Ternana punta alla B?
“È un obiettivo. Ma manteniamo il profilo basso. Vogliamo tornare in B, ma potremmo arrivarci anche attraverso il ripescaggio perché ne abbiamo i requisiti”.

Ripescaggio possibile?
“Se ne sta occupando il Presidente Ranucci, che sa come muoversi. Il proprietario Bandecchi ci ha conferito la giusta adrenalina. E contiamo molto su una grande persona come il mister De Canio, con lui c’è un rapporto da tempo”.

Già, un rapporto che parte da lontano...
“Vi racconto un aneddoto. Avevo sedici anni, ero in panchina con il Castrovillari in quarta serie. E lui allenava il Pisticci. Ero un giovane under del Castrovillari. È un pozzo d’esperienza. Poi sono stato direttore sportivo del Matera nel 2001. De Canio ha grande spessore, acume ed esperienza”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Bjelica 15.11 - “Sono contento, davvero. Stiamo giocando bene in Europa e siamo primi in campionato con otto punti di vantaggio. Non potrebbe andare meglio”. Così a TuttoMercatoWeb l’allenatore della Dinamo Zagabria, Nenad Bjelica. Insomma, il momento è positivo. “Tutto procede nel migliore...

A tu per tu

...con Accardi 14.11 - “Se Ventura davvero ha preso la buonuscita siamo alla follia, mi auguro che ciò non sia avvenuto davvero. È un allenatore che non fa più parte di una logica di calcio come quella del Chievo, eppure mi sembrava il tecnico ideale”. Così a TuttoMercatoWeb Beppe Accardi a proposito dell’addio...

A tu per tu

...con Corini 13.11 - Bel gioco e risultati. Per il Brescia di Eugenio Corini è una settimana felice dopo il 4-2 all’Hellas Verona. “Era una prova importante contro una delle favorite per la vittoria del campionato. Aver vinto è stato un bel segnale, la squadra è stata costruita con dei valori e con i...

A tu per tu

...con Caliendo 12.11 - “CR7 è servito ad accendere quell’attenzione che si era spenta nei confronti del calcio italiano. Un’iniezione di grandissimo impatto mediatico, che ci ha riportato ai livelli del calcio mondiale”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Antonio Caliendo. Il calcio italiano,...

A tu per tu

...con Foschi 11.11 - Scontro al vertice in Serie B. Palermo-Pescara per la testa della classifica. “Siamo arrivati all’undicesima di campionato con una media punti incedibile. Ci piacerebbe continuare questa corsa nell’alta classifica. È una partita difficilissima, uno scontro diretto ma riferito a questo...

A tu per tu

...con Canovi 10.11 - “Juric si gioca la panchina? Una storia già vista”. Così a Tuttomercatoweb l’avvocato Dario Canovi sul momento del Genoa. La partita non è delle più abbordabili: i rossoblu sfidano il Napoli. “Temo che il Genoa non abbia molte speranze di fare risultato contro il Napoli. Incontrare...

A tu per tu

...con Spinelli 09.11 - “È finito, nessuna possibilità di ripensarci. Davvero, diciamo basta”. Così a TuttoMercatoWeb Aldo Spinelli si congeda da Livorno. Ultimo posto in classifica, situazione poco felice. Presidente, perché questa scelta? “Siamo stanchi. Molto stanchi. Abbiamo sprecato tante energie...

A tu per tu

...con Cinelli 08.11 - Antonio Cinelli e il Chievo Verona, è addio. Due giorni per il centrocampista la risoluzione del contratto, ora è tempo di una nuova avventura. “Nel Chievo non c’è mai stato un progetto su di me, non rinnego la scelta perché sono stato legato ad un club di serie A per tre anni. Ma...

A tu per tu

...con Moggi 07.11 - “Per la Juventus è una partita normale, per il Manchester United è fondamentale. La Juve non affronterà il match con la solita cattiveria, mentre il Manchester United dovrà impiegare anche con grandi motivazioni”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale della Juventus, Luciano...

A tu per tu

...con Di Campli 06.11 - “Inter-Barcellona? Per la classifica è insignificante, si qualificheranno entrambe. Un pareggio accontenterebbe tutti”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Donato Di Campli. Che mercato si aspetta dall’Inter a gennaio? “Qualche rinforzo soprattutto per quanto riguarda i rincalzi....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy