Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

...con Pagni

...con PagniTUTTOmercatoWEB.com
domenica 04 agosto 2019 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo
“Dybala top per Sarri, ma non ha il pelo sullo stomaco. Juve, con Lukaku strapotere fisico. Inter, idee chiare. Milan, serve lavorare. Napoli, ti presento Zaha. E il colpo di mercato...”

“Dybala ha le caratteristiche per sposare il progetto del gioco di Sarri, ma Lukaku rappresenta lo strapotere fisico per eccellenza. Paratici ancora una volta sta dimostrando di essere il top, anche se Dybala nella filosofia del gioco di Sarri è perfetto”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo Danilo Pagni, ex - tra le altre - di Salernitana, Chievo Verona e Milan al fianco di Mirabelli.

È favorevole allo scambio?
“Si, perché stiamo trascurando un aspetto fondamentale: Dybala non è un giocatore dal pelo sullo stomaco, per rendere al massimo deve essere super coccolato. La Juve può fare anche a meno dell’argentino, per essere un top gli manca quella forte personalità che lo faccia affermare definitivamente. La differenza tra un campione e un top è questa”.

E l’Inter? Ci si aspetta tanto dal mercato...
“Conte ha esordito alla grandissima. Ha chiesto la cessione di Icardi e Nainggolan, le idee sono chiare. Le prime amichevoli hanno fatto vedere l’impronta dell’allenatore. La finestra di mercato è aperta, ma capisco le difficoltà del mercato internazionale perché l’ho vissuto e studiato. Ci sono prezzi da capogiro. Ma chi prende Conte si aspetta anche che faccia lievitare il patrimonio già esistente come ha fatto alla Juventus”

E il Milan di Giampaolo?
“Il Milan è una buona squadra, per diventare top ci vuole tanto lavoro. Giampaolo è uno studioso e creativo del calcio. Immagino un Milan con più palleggio, ma la storia impone di vincere qualcosa. Con l’arrivo in Champions cambierebbe tanto”.

Ne aveva parlato tanto tempo fa: Sebastiano Esposito, il predestinato di casa Inter.
“Pare che ci siano delle squadre che lo vorrebbero in Serie B, ma credo che rimarrà all’Inter fino a gennaio. La profezia più bella è quella sul fratello Salvatore, è un play che potenzialmente potrebbe essere di grande livello”.

Intanto il Napoli pensa a Zaha.
“Non è un calciatore da doppia cifra. È uno da ripartenza, un potente veloce. Un giocatore da transizione. Ma in Italia si consacrata i campioni, non è un top ma ha delle caratteristiche importanti. Più di lui vedrei bene Lozano al Napoli, i numeri dicono che è uno che fa gol con continuità”.

Il colpo dell’estate?
“Sarà Lukaku”.

Lei è reduce dall’esperienza molto positiva alla Viterbese.
“Quando si vince è sempre bello. Ringrazio Camilli, lavorare con lui è stato per me motivo di arricchimento professionale”.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000