VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
A tu per tu

...con R.Lucescu

"Xanthi Skoda, il mio ultimo anno. E sogno la Serie A. Crotone, grazie per l'interesse: fiducia e determinazione, ti salverai. Io e papà, le differenze. Quanta gente parlava quando ero piccolo..."
13.08.2016 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 19591 volte

Di lui si dice che sia un predestinato, uno che ama non fare il passo più lungo della gamba. Era un'idea del Crotone, dove poi la scelta è ricaduta su Davide Nicola. Ma Razvan Lucescu, figlio del più famoso papà Mircea, con il suo Xanthi Skoda vuole scrivere una bella pagina di storia. E poi, il prossimo anno, in cerca di una nuova avventura. "Ho un accordo con lo Xanthi Skoda: questo è il mio ultimo anno in Grecia, poi andrò via. Con la proprietà ho un buon rapporto, il proprietario è una persona speciale", dice Lucescu jr a TuttoMercatoWeb.

Lucescu, intanto complimenti per l'italiano: meglio di suo padre.
"Sono più attento di lui sulla grammatica. Per mio padre comunque, alla sua età,contano più le idee".

Quanto le pesa il cognome in panchina?
"Sono abituato, tutta la mia vita è stata così. Mi porto dietro questa cosa fin da bambino. Ogni cosa che facevo c'era chi pensava che la facessi per mio papà. Si diceva che i miei amici stessero con me per interesse, la gente parlava. Ormai sono abituato a queste cose. Ma vado avanti per la mia strada, alleno ormai da anni e faccio il mio. L'etichetta di «figlio di Lucescu» non mi pesa".

In Italia, forse, sarebbe pesato un po' di più...
"Beh, l'Italia è l'università del calcio. Quando sei in serie A, sei al top".

Lei e suo padre: quali differenze?
"Da lui ho imparato tanto, ovvio. Lo vedevo a casa, ho avuto un grande esempio. Non ho mai lavorato con lui, ma quando ho avuto un po' di tempo a disposizione l'ho seguito. Della sua filosofia di gioco e lavoro ho appreso tanto, anche dell'organizzazione. Ma ho anche altri modelli".

Per esempio?
"Antonio Conte. Poi Allegri ed Eusebio Di Francesco che per me è uno dei migliori tre allenatori d'Italia: è fantastico".

Sa che in estate era un'idea del Crotone?
"Sicuramente la stima del ds Ursino mi ha fatto piacere, mi auguro che il Crotone faccia un bel campionato: con determinazione e fiducia si può fare bene".

Serie A: la Juve e poi?
"La Juve è sopra tutte le altre. Poi occhio alla Roma, che ha un allenatore bravissimo e ha portato buoni risultati: quest'anno crescerà ancora. E attenzione al Napoli, che anche se ha perso Higuain rimane una squadra di tutto rispetto con una grande organizzazione di gioco".

E magari il prossimo anno, in serie A, ci sarà anche lei. Dopo aver scritto una pagina importante con lo Xanthi Skoda.
"Il futuro non dipende solo da una persona, ma dalle richieste. E al Crotone faccio un grande in bocca al lupo".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Planes 22.11 - “Juventus Barcellona? Una bella partita, davvero. Il Barcellona è in un grande momento, sta ottenendo grandi risultati. Ma la Juventus in casa è una squadra davvero forte. Sarà comunque una partita molto diversa rispetto a quella di andata. Non pensate al match d’andata...”. Così...

A tu per tu

...con Battistini 21.11 - “Credo che sia stata una vergogna non aver assistito alle dimissioni immediate di Tavecchio e Ventura. Davvero, una cosa vergognosa. Tavecchio non si è presentato davanti agli organi di informazione dopo la partita, è scappato... E Ventura poi si sentiva in colpa soltanto per il risultato...

A tu per tu

...con Marchetti 20.11 - “Abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita non positiva, dobbiamo mettere in campo le qualità di questi anni: grinta, cattiveria e tensione”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cittadella, Stefano Marchetti in vista della partita di questa sera contro...

A tu per tu

...con Martorelli 19.11 - “Il flop Italia? Le cose non avvengono per caso. È un malessere che ci portiamo dietro dal 2010, non si è mai voluto che la situazione cambiasse. Ci sono tanti aspetti da migliorare nel nostro sistema calcio, ma nessuno ha voglia di applicarsi questo senso”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Antonini 18.11 - Verso Napoli-Milan. Gli azzurri per continuare la marcia verso lo Scudetto, i rossoneri per cercare di risalire la china. “Sulla carta il Napoli è favorito”, dice a TuttoMercatoWeb l’ex difensore rossonero Luca Antonini. “Per convinzione, gioco, tutto, il Napoli parte in vantaggio....

A tu per tu

...con Accardi 17.11 - “Che l’Italia fosse a rischio di non qualificarsi al Mondiale era una certezza”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Belle Accardi. Sul banco degli imputati l’ex ct, Ventura. “Il problema è uno: oggi tutti crocifiggono Ventura, ma è stata sbagliata la scelta di avergli...

A tu per tu

...con Di Somma 16.11 - “È stato un fallimento totale da parte di tutti. Da parte della squadra, dell’allenatore, di tutti. Forse il rapporto tra il gruppo e il tecnico non era dei migliori, probabilmente non è mai decollato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds del Benevento, Salvatore Di Somma. Ventura alla...

A tu per tu

...con Moggi 15.11 - Un flop annunciato. L'Italia saluta mestamente anzitempo il Mondiale. “Mi è dispiaciuto vedere la faccia di Ventura in conferenza e le lacrime dei giocatori", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg della Juventus, Luciano Moggi. L'epilogo era scritto. "Si. E per questo trovo ingeneroso...

A tu per tu

...con Tavano 14.11 - L’Italia non va al Mondiale. Il doppio confronto con la Svezia non ha dato i frutti sperati. Niente Russia. “Incredibile”, commenta a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Diego Tavano. “Dispiace troppo, siamo una nazione - prosegue Tavano - con una potenzialità enorme ma che non...

A tu per tu

...con Stellone 13.11 - “La serie B?!È un campionato più concentrato rispetto agli altri anni. Potrebbero esserci due sorprese come Cremonese e Venezia ma è già successo che altre squadre neopromosse abbiamo fatto bene subito”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone fa le carte al campionato di serie B....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.