VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Caso Donnarumma: come finirà?
  Dirà addio al Milan per il Real Madrid
  Rinnoverà separandosi da Raiola
  Rinnoverà restando con Raiola
  Dirà addio al Milan per la Juventus
  Dirà addio al Milan con altra destinazione

TMW Mob
A tu per tu

...con Trapattoni

"Juve e Bayern, forza societaria ma la partita di oggi è un imprevisto. Guardiola e l'addio anticipato...come il mio. Totti-Spalletti? Ci sono passato anch'io con Baggio, importante fare pace. Lucidità e passione, non sono ancora un pensionato..."
23.02.2016 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 17307 volte
© foto di Federico De Luca

La Juve, il Bayern Monaco e il caso Francesco Totti. Giovanni Trapattoni parla in esclusiva a TuttoMercatoWeb della partita di questa sera tra i bianconeri e la squadra di Guardiola. E il Trap, in futuro, nonostante la carta d'identità dica che non è più giovanissimo, lo vede ancora su una panchina.

Juve-Bayern Monaco, che partita...
"Sono partite di grande intensità, sia sul piano psicologico che dal punto di vista della classifica. Entrambe le squadre hanno giocatori di caratura internazionale, non ci sono sicuramente carenze di personalità. Ma noi italiani, pur avendo sempre sofferto, questi confronti tante volte li vinciamo. Questa partita è un imprevisto".

Scusi mister, in che senso un imprevisto?
"Entrambe le squadre sarebbero candidate a vincere la Champions League e invece si sfidano già adesso".

Alla Juve serve la partita perfetta.
"Chiaro. Poi questo è un mese particolare. Febbraio, fino a metà marzo, è un periodo un po' delicato: infortuni, tanti impegni, le Nazionali. Il mio passato fa ricordare che bisogna fare attenzione alla settimana di allenamento e al recupero dei giocatori che magari sono stati più impegnati. Ma Allegri è preparato, spero abbia anche un po' di fortuna".

Guardiola e il Bayern, a fine anno l'ora dei saluti.
"Sembra che in questa società sia destino. Io avevo annunciato il mio addio a gennaio-febbraio, anche altri hanno fatto la stessa cosa. Ma la società è talmente forte che sa gestire queste cose. Un po' come la Juve".

Per la Juventus sembrava una stagione disgraziata.
"Brava la società a proteggere Allegri. Passano i giocatori e gli allenatori, la società rimane. La Juve ha una struttura padronale, fa storia ed equilibrio. I programmi vengono fatti anzitempo, la struttura va avanti da sola".

E alla Roma scoppia il caso Totti.
"Ci sono passato anch'io, più o meno. Dovetti portare Baggio in Corea nonostante non avesse recuperato completamente. Questa gente desta grande clamore nell'opinione pubblica, ma un allenatore ha il dovere di fare delle scelte. Spalletti allena la Roma, il giocatore deve mettersi a disposizione. Baggio, Del Piero, Totti... tutte leggende e quando succedono queste cose il clamore è più grande. Ma un allenatore - che comunque quando fa certe scelte è sereno - deve fare il bene della squadra. Non sempre puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca. Comunque, alla fine, mi sembra che Totti e Spalletti abbiano fatto pace. Bene così".

E lei? A parte Zamparini che la voleva a Palermo, tornerà in pista?
"Contatti - con il Palermo - che risalgono a quando avevo contatti con alcune Nazionali. Zamparini ha fatto bene a fare le sue scelte. Se qualcuno ritiene che sia ancora all'altezza per dirigere squadra e ambiente, vediamo... Sicuramente ho lucidità e passione, vedo tutte le partite e ragione come se fossi l'allenatore e dico «io farei così». Considerazioni personali, chiaro. Senza avere il polso della situazione. Ma mi sento ancora allenatore e non un pensionato"


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Canovi 27.06 - "Donnarumma? Si capisce poco, credo di aver visto il rinnovo peggio gestito e non solo per colpa di Raiola". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Dario Canovi. Di chi le colpe principali? "Un po' di tutti. Anche del Milan, che doveva capire di avere di fronte Raiola...
Telegram

A tu per tu

...con Martorelli 26.06 - "Ho visto un Milan molto attivo, l'unica società che si è mossa in maniera importante. Mi aspetto tanto dall'Inter, che è abbastanza ferma sul mercato e credo farà tante operazioni. Servirà capire cosa farà la Juventus, soltanto il Milan ha fatto qualcosa di diverso e importante....

A tu per tu

...con Gasparin 25.06 - Gigio Donnarumma e il Milan, trattativa in corso per il rinnovo. "Sono dalla parte del Milan, anche se ci sono delle situazioni delicate e difficili. Il potere contrattuale del calciatore è molto forte, poi c'è Mino Raiola che è un ostacolo di quelli difficili da scalare. Gigio Donnarumma...

A tu per tu

...con Salvatori 24.06 - "Sarà un mercato in cui si metteranno tutte in competizione per contrastare la corazzata Juventus, Roma e Napoli saranno competitive. Chi ha più da lavorare sono le milanesi". Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo Fabrizio Salvatori, ex tra le altre di Trapani, Bologna e Torino....

A tu per tu

...con Tami 23.06 - Un'eredità pesante - quella di Tramezzani - e il mercato che si accende. Il Lugano riparte da Pier Tami. "La squadra ha smesso da poco, la pausa è stata breve. Stiamo lavorando per completare la rosa, il tempo stringe e quindi dobbiamo fare in fretta", dice il nuovo allenatore della...

A tu per tu

...con Sannino 22.06 - "Donnarumma e il mancato rinnovo con il Milan?Un ragazzo cresciuto nel Milan, di diciotto anni, non doveva neanche pensarci. Doveva restare e basta. Ma nessuno crede più al cuore e alla maglia, avendo un agente importante come Raiola è normale che lo stesso procuratore faccia gli...

A tu per tu

...con Novellino 21.06 - "La società si sta muovendo bene, ma siamo ancora sulle verifiche. Sicuramente c'è la volontà di fare bene". Così a TuttoMercatoWeb l'allenatore dell'Avellino, Walter Novellino. Obiettivi per il prossimo anno? "Vogliamo soffrire meno dell'anno scorso. Poi strada facendo...

A tu per tu

...con Capozucca 20.06 - "Fin qui è stato protagonista il Milan, in maniera inaspettata. Mirabelli si è ben districato. Il problema Donnarumma fa passare in secondo piano tutto quello che è stato fatto, ma se valutiamo tutto il Milan ha fatto un ottimo mercato". Così a TuttoMercatoWeb l'ex ds del Cagliari,...

A tu per tu

...con Colomba 19.06 - "Donnarumma e il caso scoppiato al Milan? Secondo me l'errore è stato commesso in passato: quando si ha un legno grezzo non bisogna arrivare all'ultimo. Si sa benissimo come vanno le cose al giorno d'oggi, le bandiere non esistono più. La festa di Totti è la prova che la gente ha...

A tu per tu

...con Antonini 18.06 - Tiene banco il caso Donnarumma. "Io avrei firmato in bianco, il mio approccio è diverso. Il mio procuratore avrebbe potuto dirmi qualunque cosa, ma io avrei firmato. Stiamo parlando del Milan", dice a TuttoMercatoWeb l'ex difensore rossonero Luca Antonini. Critiche e tanto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.