VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Accadde Oggi...

24 luglio 1966, l'Italia è accolta dal lancio di pomodori al rientro dal deludente Mondiale inglese

24.07.2017 04:00 di Lorenzo Marucci   articolo letto 20736 volte
© foto di Sara Bittarelli

Il 24 luglio 1966 nella notte all'aeroporto Cristoforo Colombo di Genova l'Italia è accolta a suon di pomodori e uova marce. Ai mondiali in Inghilterra infatti gli azzurri allenati da Edmondo Fabbri erano stati clamorosamente sconfitti ed eliminati dalla Corea del Nord (1-0 gol di Pak Doo Ik), che l'Italia considerava la squadra 'materasso' del proprio girone. Quel ko fu considerato una vergogna sportiva, nessuno pesava che la Nazionale potesse essere battuta da una formazione del genere. Così a Genova ad attendere il rientro della squadra c'erano centinaia di tifosi infuriati che, appena videro il gruppo dei giocatori iniziarono a lanciargli addosso ortaggi e pomodori. Nessuno dello staff della nazionale riuscirà a sottrarsi a questa pesante contestazione.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

Il punto sulla A Femminile - Emozioni che non cambiano la classifica Un finale di campionato così difficilmente era immaginabile, forse neanche un maestre del brivido e della tensione sarebbe stato capace di scrivere un copione simile con Brescia e Juventus appaiate a tre turni dalla fine e incapaci di approfittare nella giornata di sabato dello scivolone...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.