Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / alessandria / Prima Pagina
Moreno Longo: “La partita più importante è quella con la Pergolettese”
venerdì 16 aprile 2021 19:30Prima Pagina
di Redazione GrigiOnLine
per Grigionline.com

Moreno Longo: “La partita più importante è quella con la Pergolettese”

L’Alessandria sta preparando la partita di domenica prossima quando, con calcio d’inizio alle 20.30, incontrerà la Pergolettese al ‘Moccagatta’. Moreno Longo, tecnico dei grigi, ha presentato l’impegno in videoconferenza stampa con i media.

Prima di tutto dobbiamo pensare alla partita di domenica sera. Non possiamo fare altri discorsi che concentrare tutte le energie e prepararci bene per affrontare la Pergolettese che sarà un ostacolo da superare, come sempre ostico. Dobbiamo rimanere concentrati sul prossimo obiettivo preparandoci come abbiamo fatto in queste ultime partite per dare continuità a quello che stiamo facendo”.

Non è stato difficile far rimanere il gruppo concentrato solo sul prossimo avversario. “La partita di Como avrà un senso solo se i presupposti della partita con la Pergolettese saranno positivi. Inutile stare a parlare di qualcosa che purtroppo prenderà l’aspetto che tutti noi vogliamo solo se domenica sera facciamo quello che dobbiamo fare. Inutile stare a fantasticare, anche se la testa di tutti noi vorrebbe farlo. Sarebbe controproducente, dobbiamo stare con i piedi per terra sapendo che tre partite sono poche, ma possono essere anche molto lunghe ed avranno senso solo se riusciremo a superare un ostacolo alla volta. Perciò dovremo affrontare la partita di domenica con il giusto piglio, consci dell’importanza della partita ma anche con la serenità che permette di esprimere le qualità che sono quelle che ci porteranno ad affrontare il finale di campionato”.

La Pro Vercelli, coinvolta nella lotta promozione, domenica prossima rinvierà la sua seconda partita consecutiva. “Preferisco non andare oltre, se non dicendo che le ultime tre partite, o almeno le ultime due, non si toccano mai. Di conseguenza non condivido la scelta”.

La condizione della squadra è buona - ha proseguito il tecnico - la squadra sta bene e, prima della rifinitura di domani, viene da una buona settimana di lavoro. Naturalmente dovremo confermarlo sul campo, che quello che da il verdetto. Frediani? C’è la possibilità di convocarlo. Vedremo dopo la rifinitura, ma il ragazzo ha lavorato bene ed ha dato buone sensazioni. Sono fiducioso”.

Aver giocato a porte chiuse non è stato un vantaggio. “Oggi l’Alessandria è penalizzata dallo stadio vuoto, l’entusiasmo dei tifosi oggi avrebbe aiutato la squadra nella rincorsa. Allo stesso tempo dico che nei momenti bui, che ogni squadra passa in un campionato, mi sarei atteso uno stadio maturo cioè che tifa per la propria squadra dal 1’ al 95’ esternando i propri eventuali disappunti solo alla fine. Nella maggior parte dei casi un tifoso, durante la partita, cerca di sostenere la propria squadra. Non di metterla in difficoltà. Qualora non fosse stato uno stadio maturo avremmo dovuto essere noi ancora più bravi nel gestire la pressione esterna. Per esprimersi a certi livelli bisogna avere le spalle larghe per superare i momenti difficili”.

Ancora una volta l’Alessandria giocherà dopo il Como, situazione che finora ha condizionato solo nel primo tempo di domenica scorsa. “L’esperienza della domenica passata deve averci insegnato qualcosa. Mi aspetto una squadra che abbia imparato da quel primo tempo e che scenda in campo fin dal 1’ come sa fare e come può fare. I ragazzi devono mettere energie ed attenzioni sulla partita con la Pergolettese senza pensare al resto. Ribadisco che il resto prenderà senso partita dopo partita. Inutile andare oltre con la testa”.

Casarini è in diffida. “Non ho ancora deciso gli 11 che scenderanno in campo, ma sicuramente non faremo calcoli. La partita più importante, adesso, è quella con la Pergolettese. La partita di Como passa attraverso questa”.

In chiusura mister Longo ha fatto alcune considerazioni sulla Pergolettese. “È una squadra molto insidiosa. All’andata la Pergolettese ha messo in seria difficoltà l’Alessandria che, forse, non è mai stata tanto in difficoltà come in quella partita. Dispone di buoni, se non ottimi, calciatori nella fase offensiva, ha alternative ed ha ottenuto ottimi risultati fuori casa con squadre di rilievo. Ci vorrà grandissimo rispetto per una Pergolettese che verrà qui per centrare un altro risultato positivo e venderà cara la pelle. Le nostre motivazioni dovranno essere superiori alle loro per far emergere le nostre qualità”. 

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000