Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / alessandria / Prima Pagina
Moreno Longo: “Dimostrare a noi stessi che Como è stato un caso isolato”
mercoledì 20 ottobre 2021 19:00Prima Pagina
di Redazione GrigiOnLine
per Grigionline.com

Moreno Longo: “Dimostrare a noi stessi che Como è stato un caso isolato”

L’Alessandria, venerdì alle 20.30, giocherà l’anticipo della 9^ giornata del campionato di serie B nella quale ospiterà il Crotone. Come di consueto il tecnico dei grigi Moreno Longo ha presentato il confronto in conferenza stampa.

Prima della partita con il Pisa il Crotone era in una situazione complicata ed ha ritrovato entusiasmo vincendo. Allo stesso modo noi avevamo messo entusiasmo dopo il pareggio di Perugia e la vittoria sul Cosenza. La partita di Como ci ha fatto passare una settimana all’insegna della voglia di riscatto, ma è una cosa che fa parte del calcio. Affronteremo questa partita come le altre, ovviamente non quella di Como, con coraggio, volontà determinazione, cercando di dimostrare prima di tutto a noi stessi che la battuta d’arresto di Como è stata una situazione isolata”.

Il tema tattico della partita. “Il Crotone rispecchia molto il suo allenatore, un po’ come la Pro Vercelli lo scorso anno. È una squadra che accetta l’uno contro uno in quasi tutte le zone del campo, molto aggressiva che pressa molto alto. È un’identità ben precisa che conosciamo, dovremo essere all’altezza per contrapporci. È per essere all’altezza bisogna lasciare da parte le parole e dimostrare sul campo, con i fatti, un atteggiamento diverso da quello di Como. Un atteggiamento fatto di ferocia e cattiveria agonistica sui duelli e sulle seconde palle. Sarà una partita che vivrà molto dei dettagli sui duelli uno contro uno”.

A livello numerico il Crotone ha segnato due gol in più dell’Alessandria e ne ha subìti due in meno. “Ognuno lavora per migliorare i propri numeri. Per essere una squadra che deve salvarsi non ci dispiacciono i numeri della nostra fase offensiva, abbiamo quasi sempre prodotto e fatto un buon numero di gol. Dobbiamo lavorare meglio nella fase difensiva, dove dobbiamo evitare di concedere gol banali. Perciò ci concentriamo sui nostri numeri da migliorare, che è la cosa più importante”.

A Como la scelta – ha proseguito Longo rispondendo ad una domanda sulla posizione di Parodi e Mustacchioera stata fatta in funzione di Chaja, e la rifarei. Ma sappiamo benissimo che, all’occorrenza, possiamo e dobbiamo essere camaleontici per cercare di opporci nel modo migliore alle caratteristiche dell’avversario. Quando lo analizziamo cerchiamo di capire quali sono le sue possibilità e qual è la soluzione migliore per opporci. Sappiamo che il Crotone ha diversi modi di attaccare con varianti dell’attacco a tre. Cercheremo di contrapporci al meglio anche in considerazione dello stato di forma dei  nostri giocatori. Sappiamo bene che, purtroppo, qualcuno dei nostr non è ancora nella condizione ottimale. Ma lo sapevamo e cerchiamo le soluzioni migliori anche in base al lavoro settimanale”.

A questo proposito sono soltanto due gli indisponibili, oltre a Sini e Bellodi. “Restano fuori Bruccini e Celesia, gli altri sono recuperati. Questa volta avremo scelte più ampie rispetto alla gara con il Como”.

Nelle ultime gare sono mancati i gol degli attaccanti. “A me interessa la produzione offensiva della squadra indipendentemente da chi segna. Certo ci aspettiamo qualche gol in più ‘dell’attaccante’. Nel senso che ci sono anche segnature nelle quali non influiscono il gioco o l’allenatore, ma le qualità del singolo. Non tutti gol vengono sviluppati dalla manovra o dall’organizzazione tattica, ci sono anche quelli di giocatori che hanno personalità, qualità, capacità balistiche, che vengono fuori dal loro repertorio e che a fine anno pesano. Questo sicuramente ci manca, è un aspetto dettato dalla voglia e dal coraggio con cui si provano certe giocate”.

In chiusura il tecnico ha fatto un cenno sul giovane Milanese. “Può stare anche in mediana, è un ragazzo giovanissimo che ha bisogno di chances. Lui le ha avute perchè se l’è meritate. Nel centrocampo a due può ancora crescere nel senso della posizione. quella è una zona che può essere sguarnita solo in casi eccezionali. Per questo, secondo me, rende molto meglio nella zona di trequarti, dove può agire un po’ più liberamente. Comunque sta lavorando molto in allenamento e può diventare un giocatore importante per l’Alessandria anche come mediano”.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000