VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Altre Notizie

Andrea Bosco: "Caro Leo, ecco perchè verrò a fischiarti"

16.07.2017 08:25 di Redazione TMW  Twitter:    articolo letto 37035 volte

E così, tre anni stessa data (o quasi) dopo Antonio Conte è arrivato anche Leo Bonucci a rovinarmi il compleanno.

Bella mossa, Leonardo. Ci vediamo per Juventus-Milan all'Allianz. Di solito non mi scaldo, neppure durante le gare più sofferte. Ho accettato la sconfitta di Cardiff (per la quale tu porti qualche responsabilità) serenamente: troppo forte il Real Madrid. Troppo “piccola“ calcisticamente parlando la Juventus del secondo tempo.

Lo sai solo tu cosa hai detto e fatto in quello spogliatoio nell'intervallo. Ma con evidenza devi aver passato il segno se anche uno come Barzagli ti ha risposto per le rime.

Potevi andare dove volevi, se proprio non ti andava di restare a Torino: offerte ed estimatori non ti mancavano in Europa. Ma hai deciso di andare al Milan del quale diventerai addirittura il capitano. Il Milan, la squadra che qualche mese fa ti ha dato del “ladro“ sul campo. E che in aggiunta ha poi sfasciato i fregi di uno spogliatoio prima di imbarcarsi - per l'ennesima volta sconfitta - verso Milanello.

La tua partenza brucia: inutile negarlo. Una decisione che ha un profondo significato. Significa che il fegato è prevalso sul cervello. Significa che il rancore è prevalso sul ramoscello d'ulivo che Allegri e la società ti avevano offerto.

Bene, Leo: verrò all'Allianz per te. Ci verrò per fischiarti. Come non dovrebbe fare un giornalista. Come neppure un tifoso (grato per i 7 anni trascorsi a Torino) dovrebbe fare. Ma come ha il diritto di fare un ormai anziano signore al quale hai devastato il compleanno.

Non mi sono mai fatto illusioni sulla “fedeltà” di allenatori e giocatori. Sei solo l'ultimo di una lunga schiera che va da Conte a Vidal, da Tevez a Pogba a Dani Alves. Il denaro - ne beccherai due in più a stagione, con un anno in più di contratto – fa compiere azioni impensabili.

L'anno scorso di questi tempi era toccato a Higuain fare un percorso simile.

I tifosi pensavano tu fossi diverso. Perché andavi in curva con loro. Perché dopo ogni gol mimavi i gargarismi che avrebbero dovuto fare gli avversari. Perché l'immenso popolo bianconero ti era stato vicino, con affetto, durante i mesi difficili che avevano coinvolto la tua famiglia.

Anche per onorare quei tifosi - oggi delusi - io verrò a fischiarti. Nessuno più di te, passionale e fumantino, può capirmi. Ci vediamo all'Allianz, Leo: il fischio più continuativo che arriverà dalla tribuna centrale sarà il mio.

Db Roma 17/05/2017 - finale Coppa Italia / Juventus-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Leonardo Bonucci
 
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

Il punto sulla A Femminile - Emozioni che non cambiano la classifica Un finale di campionato così difficilmente era immaginabile, forse neanche un maestre del brivido e della tensione sarebbe stato capace di scrivere un copione simile con Brescia e Juventus appaiate a tre turni dalla fine e incapaci di approfittare nella giornata di sabato dello scivolone...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.