VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Altre Notizie

Ceravolo: "Così ho blindato Marchisio alla Juve"

25.11.2016 20.40 di Gianluigi Longari  Twitter:    articolo letto 17731 volte
© foto di www.imagephotoagency.it

In un certo senso è rimasto nella Juventus di oggi, Franco Ceravolo. Se non altro per le scelte che - fatte ieri - hanno contribuito a renderla grande nel presente. L'ex dirigente Juve e attuale direttore sportivo del Livorno ha detto la sua a Tuttojuve riguardo all'attualità bianconera, e non solo. "I risultati parlano, al di là delle polemiche sul gioco che francamente trovo fuori luogo. Allegri è primo in classifica e ha raggiunto gli ottavi di Champions con un turno di anticipo. Non so cosa si possa fare di più. La squadra ha ottenuto il massimo rinunciando a dei giocatori importanti come Marchisio, prima, e Dybala poi. L'allenatore ha fatto qualcosa di grandioso con una rosa piena di assenze".

Quindi non può che migliorare? "Vincere è l'unica cosa che conta, recita il motto bianconero. Ma ripetersi non è sempre facile, anzi. E i tifosi non devono dare per scontato che i successi arrivino a prescindere. I bianconeri sono certamente la squadra migliore in Italia e non invidiano nulla alle grandissime d'Europa. Quando l'organico sarà davvero al completo e ci sarà Dybala, giocatore di cui la squadra non può fare a meno, Allegri potrà competere alla pari con Bayern Monaco, Real Madrid e Barcellona. Ormai il famoso gap di qualche anno fa con i top club non esiste più".

La Juve in estate è cambiata molto. Oltre a essere un insieme di grandi solisti, collettivamente, pensa sia già una squadra? "Certamente, e la mano di Allegri si vede. Il problema è legato al rendimento dei grandi campioni. Non sempre i singoli vincono da soli senza qualcuno che indirizzi in campo il loro talento. E in questo il livornese è tra i più bravi".

Ha citato Claudio Marchisio, giocatore a cui proprio lei fece firmare il primo contratto da professionista durante la stagione 2003/2004. Con il suo ritorno dopo l'infortunio Juventus ha certamente trovato l'equilibrio che cercava. Senza dimenticare che nella posizione del Principino il casting di Allegri (Lemina, Hernanes, Pjanic) non ha mai dato certezze... "Convinsi personalmente i vertici Juve a proporre un contratto 'al minimo' a Marchisio, Giovinco e Criscito, perché certo che sarebbero venuti fuori. Ebbi paura che qualche grande club straniero, come il Manchester United o una spagnola, potesse portarmene via uno, soprattutto Claudio. All'epoca accadeva spesso. Diciamo che ho avuto fortuna. Marchisio oggi è un punto di riferimento per tutti, in spogliatoio e in mezzo al campo. Può accendere la partita in qualunque momento, la sua presenza è decisiva per l'equilibrio dell'intera squadra".

Dopo di allora se ne sono visti pochi, fare quel passaggio dalle giovanili alla Prima squadra, restando ad alti livelli. Ora si parla tanto del 16enne Kean. "E' il più giovane dell'attuale Serie A, merito a lui e ad Allegri che lo ha fatto esordire, anche in Champions. Kean ha talento e ha delle potenzialità importanti, ha fisicità, lotta tanto e ha grande tecnica. Poi c'è Lirola, un altro bel calciatore che gioca titolare con il Sassuolo e arriva in prestito dalla giovanili bianconere".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
30 maggio 1957, Fiorentina ko nella finale di Coppa dei Campioni col Real Il 30 maggio 1957 allo stadio Santiago Bernabéu di Madrid va in scena la finale della seconda edizione della Coppa dei Campioni. I...
TMW RADIO - I Collovoti: "Pellegri predestinato, Donnarumma non è più lui" TOP TOTTI gli do 10 come il suo numero di maglia, perché penso che sia l'ultimo numero 10 vero in circolazione. Fuoriclasse...
TMW RADIO - Scanner: Dalla A alla B, che cos'è e a cosa serve il paracadute" Nel programma di TMW Radio, Scanner dello scorso giovedì si è affrontato l'argomento del "paracadute", riservato alle società che dalla...
La scheda di Carlo Nesti - Il Crotone dei miracoli ha la grinta di Gattuso In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sull'attualità calcistica, in dimensione-diario, in ordine decrescente, dalla più...
L'altra metà di ... Gennaro Sardo Daniela Doriano, moglie del difensore del Chievo Verona, Gennaro Sardo, è intervenuta ai microfoni di TMWRadio nella rubrica curata...
FANTACALCIO, Acerbi l'highlander La stagione fantacalcistica è giunta al termine con molte sorprese sia positive che negative. Una di queste la porta con sé Francesco Acerbi. Il difensore...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 30 maggio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi martedì 30 maggio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.