HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Altre Notizie

Claudio Sala: “Radice fu grandissimo innovatore”

'Puntava su allenamenti e chiedeva massimo, uomo leale e onesto'
08.12.2018 06:44 di Redazione TMW  Twitter:    articolo letto 983 volte
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA

(ANSA) - TORINO, 7 DIC - "Un innovatore, un grandissimo allenatore che ha cambiato il calcio italiano e ha regalato una delle più grandi soddisfazioni al Torino". Il 'poeta del gol', al secolo Claudio Sala, capitano del Toro dell'ultimo scudetto, quello del 1976, ricorda così Gigi Radice, l'allenatore scomparso oggi a 83 anni dopo una lunga malattia. "Lo conobbi a Monza, giovanissimo - racconta Sala -, lo ritrovai anni dopo a Torino ed era sempre un innovatore, nonostante il passare degli anni". Radice importò in Italia il concetto di 'calcio totale', reso famoso dall'Ajax e dall'Olanda di Cruijff, stravolgendo il calcio italiano ancora legato al concetto di 'catenaccio' e ottenendo grandi risultati con il Torino. "Era un allenatore che puntava molto sugli allenamenti - spiega l'ex granata -. In campo pretendeva che tutti noi dessimo il massimo, sempre. Dal punto di vista umano era un uomo leale e onesto con tutti noi, diretto. Purtroppo ha avuto una malattia tremenda, che da tanti anni ormai lo stava logorando".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

17 dicembre 1989, il Milan torna campione del Mondo dopo 20 anni Il 17 dicembre 1989 a Tokyo il Milan diventa campione del mondo per club. La squadra di Arrigo Sacchi affronta per la Coppa Intercontinentale i colombiani dell'Atletico Nacional, campioni del Sudamerica. La partita, tirata e non bellissima, non si sblocca e si trascina fino ai supplementari....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->