Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Coronavirus, Christian Gourcuff: "Il mondo del calcio può ridurre il suo stile di vita del 50%"

Coronavirus, Christian Gourcuff: "Il mondo del calcio può ridurre il suo stile di vita del 50%"
foto ANSA
© foto di ANSA
giovedì 16 aprile 2020 14:35Altre Notizie
di Tommaso Bonan
fonte ANSA
Tecnico Nantes 'Nessuno diventa povero'

(ANSA) - ROMA, 16 APR - "Se il mondo del calcio riduce il suo stile di vita del 50% nessuno si ritrova in povertà". E' l'opinione contro corrente di Christian Gourcuff, 65 anni, allenatore del Nantes e padre di Yoann, ex del Milan. Il coronavirus sta sconvolgendo le economie di tutto il mondo e quella che gira intorno al pallone non fa eccezione. Intervistato da le Monde, il tecnico si è detto certo che dimezzare gli stipendi non creerebbe particolari disagi: "Un giocatore medio della Ligue 1 guadagnerebbe 80.000 euro al mese (94.000 euro lordi, secondo una recente stima de L'Equipe, ndr). Qualcosa in tasca gli resterebbe. E' stato raggiunto un accordo tra club e rappresentanti dei calciatori per rinviare il differimento dei salari in base alle diverse fasce di reddito. Va bene, ma era il minimo che mi si potesse fare". Gourcuff boccia il 'salary cap': "Incoraggerebbe forme subdole di pagamento". "Penso che viviamo in un modello economico che non può durare. Il calcio segue la deriva dell'economia, lavora sulla speculazione - prosegue l'analisi dell'allenatore - Viviamo di prestiti. Il calcio dovrà tornare a un'economia reale. Se spendesse i soldi che ha, direi perché no. Ma non è così. Stiamo andando a sbattere contro un muro, ma ci rifiutiamo di vederlo. Guardate i trasferimenti: molti club non pagano, posticipano le rate su future rivendite, sui diritti tv futuri. Alcuni presidenti vogliono chiedere un prestito per superare la crisi. Stiamo quindi parlando di fare altro debito per club già indebitati. Tutto finisce nelle mani di società finanziarie e di fondi pensione che prestano denaro a tassi incredibili". I diritti tv sono ormai irrinunciabili per far quadrare i bilanci delle società, ma anche su questo Gourcuff padre la pensa a modo suo: "Trovo che ci sia stato troppo calcio in televisione, per troppo tempo. Quando ami il buon cibo, non lo apprezzi più se esageri. Quando questa crisi sanitaria sarà finita, torneremo ad apprezzare i piccoli piaceri della vita, come una bella partita di calcio. L'astinenza a volte ha effetti positivi". (ANSA).

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000