HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
L'Italia di Mancini può vincere l'Europeo?
  Sì: ha dimostrato di essere all'altezza delle migliori
  Sì ma solo con un sorteggio favorevole
  Serve un miracolo, è ancora presto
  No: il girone era facile e il vero valore è sempre lo stesso

La Giovane Italia
Altre Notizie

Datolo: "Napoli, riconquista Torino. Ricordo le facce di Buffon e Chiellini"

20.04.2018 16:38 di Marco Frattino  Twitter:    articolo letto 8721 volte
© foto di Federico De Luca

Dici Jesús Datolo e all'ombra del Vesuvio si pensa al gol che aiutò il Napoli a espugnare Torino, il 31 ottobre 2009. La data dell'ultima vittoria sul campo della Juventus, allo stadio Olimpico di Torino, è ricordata benissimo nella città campana così come la rete dell'argentino. Attualmente in forza al Banfield, Datolo ha così parlato a Tuttonapoli.net di Juve-Napoli di domenica 22 aprile: "E’ un onore che i tifosi azzurri, nonostante tutto, si ricordino di me. Quasi non ci credo. Conoscevo perfettamente l’importanza della partita, dal punto di vista sportivo e politico. Mentre ero in panchina fremevo, volevo scendere in campo e dare l’anima come avrebbe fatto qualsiasi tifoso azzurro. Per il Napoli ho fatto poco, ma ogni volta che ho indossato quella maglia giuro di averci messo tutto me stesso e, a Torino, riuscii a ripagare l’affetto della gente come desideravo. Avevo grande consapevolezza delle dimensioni della sfida, quindi me ne resi conto subito. In tutta la settimana precedente alla gara i tifosi mi spiegavano ogni giorno cosa significava per loro. Dirò di più: quando eravamo in bus, verso lo stadio, sapevo, sentivo che sarei subentrato da protagonista, con un gol o un assist. Avevo addosso una carica pazzesca. Mi è andata bene ed è stato fantastico: una delle notti più belle della mia carriera, dopo la partita non riuscii a dormire dall’emozione. So bene quanto conta vincere un Clásico…”.

Porta nel cuore un’immagine in particolare? “Sì, ricordo perfettamente il momento in cui segnai il gol del 2-2. Tutti i miei compagni mi saltarono addosso, io ero a terra incredulo e guardavo le facce, le espressioni di Buffon e Chiellini, impalati a osservarci. Che rimonta…”.

Sceglieste il modo più rocambolesco per tornare a vincere a Torino dopo 21 anni: passare da 2-0 a 2-3. “Vincere a casa del tuo peggior rivale rimontando un 2-0 è il sogno di qualsiasi tifoso. È stato incredibile per me, per tutti noi. Meglio di così, quella gara, non poteva andare”.

Dopo quella vittoria il Napoli ha raccolto solo delusioni nella Torino bianconera. Qualche tifoso chiede addirittura il suo ritorno per rompere la maledizione… “Se mi dessero l’opportunità di giocare domenica, vi giuro che mi metterei in un aereo e volerei in Italia, non abbiate dubbi (ride, ndr). Però questo Napoli è forte, di certo non ha bisogno di me. Può riconquistare Torino: è arrivato il momento”.

Crede davvero che questo Napoli possa espugnare lo Stadium? “Sono a quattro punti, è una finale. Se ci credono davvero, gli azzurri possono farcela, hanno la forza e le qualità per riuscirci. Sarebbe il trionfo perfetto per aprire la strada verso lo scudetto. Io ci credo e tiferò per loro, col cuore”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Zenga a Sportitalia: “Udinese senza De Paul? Troverei una soluzione” Ospite negli studi di Sportitalia, Walter Zenga ha rilasciato alcune dichiarazioni rispetto alla situazione legata alla sua candidatura come prossimo tecnico dell’Udinese. “Se dovessi andare all’Udinese e De Paul fosse ceduto all’Inter? La società prenderebbe certamente provvedimenti...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510