HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Altre Notizie

Hellas Verona, che la festa abbia inizio

L'incubo della vecchia Serie C è finito
20.06.2011 15:24 di Redazione TMW.   articolo letto 7433 volte
Fonte: di Alberto Pecchio per Tuttohellasverona.it
© foto di Image Sport/TuttoLegaPro.com

Quattro lunghi anni. Tanto è durato il supplizio del Verona. Ieri gli occhi dei tifosi erano impregnati di gioia, e le lacrime che uscivano contenevano tutta la rabbia accumulata in questo lasso di tempo. Ma riavvolgiamo il nastro. Da quella rovinosa caduta in Lega Pro (all'epoca C1), avvenuta per mano dello Spezia nel giugno 2007, tanti fatti sono accaduti. C'era chi, agli esordi in quella categoria, regalava all'Hellas il titolo di Juventus della C. Inutile dire che la salvezza arrivò solo ai play-out, con lo spettro della C2 ad un passo. L'Hellas ha imparato a conoscerla la Lega Pro.

Si è tolta il vestito da re per indossare quello da manovale. La delusione dell'anno scorso (un campionato dominato e la promozione diretta svanita all'ultima giornata, quando al Bentegodi banchettò il Portogruaro e i successivi amari playoff) poteva stendere qualsiasi pugile, ma non l'ambiente gialloblù. L'inizio di questa stagione, sotto la gestione Giannini, non ha detto bene. Tutto sembrava essere colorato del nero più tetro, come la sconfitta di Pagani e quella casalinga contro il Como. Il primo cambio di rotta a Salerno. Via Giuseppe Giannini e dentro Andrea Mandorlini. La squadra però non carburava, rigori sbagliati e musi lunghi. La sconfitta con la capolista Gubbio lì a scrivere la parola fine a questo dramma. Poi la svolta. La squadra si cementa, arrivano i primi filotti di vittorie, rinasce l'entusiamo nel sempre unico e numeroso pubblico gialloblù, e Andrea Mandorlini lega con una piazza che sente ormai sua. Nasce la fuoriserie Verona, che supererà meritatamente prima il Sorrento e poi la Salernitana ai play-off.

E' difficile infatti non parlare di merito. Questa squadra ha reagito alle difficoltà, si è alzata dopo aver toccato il fondo, ha cementato la sua promozione andando contro tutte le polemiche costruite per ostacolarne il cammino. Ora i tifosi possono riaprire gli occhi, l'incubo è finito. La Serie B aspetta questa gente e questa società finanziariamente sana, resa tale grazie all'amore del presidente Giovanni Martinelli. A lui va l'ultimo pensiero. Senza la sua sapiente regia ed il suo attaccamento a questi colori, oggi non il mondo Verona non starebbe certamente parlando della promozione acquisita. Che la festa abbia dunque inizio, l'inferno della Lega Pro è stato abbandonato. Ora viene il purgatorio, e l'auspicio è che il finale di questa storia ricalchi quello della Commedia dantesca.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

TMW - Inter, no a Barella a gennaio, Tchouameni nel mirino per l'estate Grandi manovre in casa Inter. Secondo quanto riporta la nostra redazione, Nicolò Barella non è un obiettivo di mercato per gennaio, ma eventualmente può essere una trattativa per l’estate. Stesso discorso per Tchouameni che resta nel mirino per la prossima finestra di trattative nonostante...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->