HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
Altre Notizie

Lazio, senti Matuzalem: "Rischiai il carcere, ora sono felice"

04.03.2011 21:18 di Riccardo Mancini   articolo letto 9923 volte
Fonte: lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano

Da potenziale detenuto a Professore del centrocampo. E' la metamorfosi di Francelino Matuzalem da Natal, 30 anni suonati, geometrie carioca nel piede sinistro ed un passato contrassegnato da qualche errore di percorso. Ricordi sbiaditi di un "Matu" che non c'è più, cresciuto con la maglia del Vitoria Bahia e piombato sotto i riflettori del grande calcio alla tenera età di vent'anni. Mentre la Lazio vinceva il suo secondo scudetto lui si barcamenava nella movida napoletana, con l'ex tecnico Novellino che di tanto in tanto a tenerne a bada i bollenti spiriti. Poi le parentesi di Parma, Piacenza, fino alla definitiva esplosione nel Brescia del "Divin Codino". Il trampolino di lancio di una carriera che l'ha prima portato a strappare consensi e trofei in Ucraina nello Shaktar Donetsk di Lucescu, poi diventare con una modalità controversa (art.17) tesserato nella più calda Saragozza. Ma il suo destino era segnato e nel 2008 è sbarcato nuovamente in Italia, nella Lazio, trasformato nell'anima. Quando gli infortuni glie l'hanno permesso ha rivoltato la manovra del centrocampo biancoceleste, come l'improvvisa svolta spirituale ha cambiato il suo pensiero. Bibbia, chiesa Cristiano-Evangelica, famiglia e Formello, che raggiunge con la sua slanciata Maserati nera. "E' la mia preferita", ammette ai microfoni di Lazio Style Radio, prima della confessione: "Se non fosse stato per il calcio ora sarei in carcere". Per fortuna della Lazio non è andata così. Finalmente il tunnel degli infortuni sembra superato. Dopo i primi due anni capitolini in cui ha collezionato appena 32 presenze, ha risolto gran parte dei suoi problemi posturali con l'aiuto dello staff sanitario biancoceleste. E i risultati iniziano a vedersi anche nei numeri. Domenica contro il Palermo scenderà in campo per la diciassettesima volta in stagione, la tredicesima dal primo minuto, per la quarta di fila si dividerà le mansioni di "taglia e cuci" con Ledesma. Ormai il tecnico goriziano ha scoperto la forza del "doppio regista" e non sembra aver più intenzione di tornare indietro. Con i fraseggi ed il palleggio dell'italo-argentino e del brasiliano ha scoperto l'elisir di lunga vita e fluida manovra, che sta lentamente traghettando la Lazio verso l'Europa che conta: "Giocare la Champions con la maglia della Lazio è il mio sogno più grande". Pazienza se dovrà realizzarlo con il numero sbagliato (11): "Il mio preferito è l'8".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

TMW - Milan, idea Gasperini per la prossima stagione Un contatto informale per sondare la disponibilità. Il Milan studia la situazione per la panchina del futuro e sta valutando diversi profili. Tra questi l’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, con cui ci sarebbero già degli approcci informali. Gasperini nome valido per il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy