Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
live

Milan, Gattuso: "Qualcuno sta già impacchettando i miei giocatori"

LIVE TMW - Milan, Gattuso: "Qualcuno sta già impacchettando i miei giocatori"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
lunedì 17 dicembre 2018 14:53Altre Notizie
di Antonio Vitiello

Finisce qui la conferenza di Gattuso

Sul miglioramento in Europa: "La differenza tra campionato ed Europa sta nel fatto che dobbiamo leggere la partita, non dare coraggio agli avversari. Manca la furbizia e la malizia. Mettici l'età media, arbitraggi diversi, un calcio diversi, ci lasciamo intimidire e non siamo sul pezzo".

Su Bakayoko: "Può fare di tutto, può giocare anche da mezzala. Lui e Kessie si sentono al loro agio. Ma per come sta tenendo il campo credo che possa fare tutto, tatticamente sta facendo bene".

Sulla Supercoppa: "Ripartiamo da Bologna, dipende sempre come ci arriviamo alla Supercoppa. Ma domani è una gara fondamentale, per capire se sappiamo reagire e soffrire. Poi avremo tempo per pensare alla Juve".

Sul Gattuso in bilico: "Ci sta, fa parte del mio lavoro. Rompete le scatole a me e non con i miei giocatori, sfogatevi su di me. Giusto che un allenatore come me venga messo in discussione dopo una sconfitta. Ma io difenderò sempre i miei giocatori, mi butterei nel fuoco per loro. Poi so bene che abbiamo scritto una pagina nera della storia del Milan. Ma non ci dobbiamo vergognare, chi ruba si deve vergognare".

Su Calhanoglu: "Devo capire se deve riposare perchè ha un problema fisico o mentale e domani vediamo. Anche Castillejo sta facendo bene".

Su Ibra: "Mai parlato con lui. Io faccio l'allenatore, c'era la possibilità ma era difficile. Non c'è nessuna delusione. Poi se arriverà qualcuno sarò contento. Non piango tutti i giorni a dire che voglio i giocatori. La società sa su quali profili andare, Da luglio fino ad oggi non ho mai parlato con Ibra, nè via mail nè dal vivo".

Sul Fai play finanziario: "un discorso che non ho ancora affrontato con la società, so che abbiamo dei vincoli e non possiamo fare molto sul mercato. Dei big che devono partire o non partire non lo so".

Su Higuain: "Il primo deluso di questa situazione è lui. Abbiamo bisogno dei suoi gol ma deve darci qualcosa a livello di carattere ed esperienza. Nei momenti di difficoltà c'è bisogno della sua leadership, poi i gol arriveranno. Deve stare li ad incoraggiare, mi aspetto questo dal Pipita. Le chiacchiere poi sono sempre esistite. Da parte mia e dello spogliatoio c'è grande apprezzamento ma deve fare qualcosa in più".

Su Inzaghi: "Fa parte del calcio, chi fa l'allenatore c'è sempre il rischio di saltare. Domani mi gioco tanto, lui si gioca tanto, ma l'affetto, l'amicizia e l'affetto restano sempre".

Sul percorso in Europa: "Qualcosa abbiamo sbagliato prima, nelle prime 5 gare del girone, non c'è solo il rammarico di Atene. Però li avevamo la gara in mano, ci avevano messo in difficoltà solo sui calci piazzati. Se nei primi 20 minuti la buttavi dentro, la gara cambiava".

Sulla reazione ad Atene: "Vedere gente che piange nello spogliatoio è un segnale. Vuol dire che dei valori del vecchio calcio forse è rimasto ancora qualcosa. Ho visto molta gente con le lacrime agli occhi. Questa deve essere una cicatrice e possono rimarginare solo se le curi bene. Dobbiamo giocare con qualità e sbagliare il meno possibile":

Su Suso, Romagnoli e Musacchio: "I miei giocatori meritano rispetto, qualcuno sta già impacchettando i giocatori. Sento tutti i giorni discorsi su chi va via e chi torna, meritiamo rispetto. Atene resta una cicatrice ma dobbiamo guardare avanti. Non voglio ricadute sul polpaccio per Romagnoli, vediamo se domani sarà della gara. Anche Musacchio torna da un infortunio non banale, ma non bisogna aver fretta a buttarli subito dentro. Stanno bene e per noi sono fondamentali".

Sulla gara col Bologna: "Voglio vedere la stessa prestazione fatta ad Atene tranne gli errori individuali, ci sono stati errori arbitrali ma non dobbiamo attaccarci a questo. Dobbiamo essere bellli sveglie e stare sul pezzo, serve veemenza e rabbia".

Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, a breve parla in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Bologna. Domani sera infatti i rossoneri sono impegnati al Dall'Ara nell'ultimo match del sedicesimo turno di serie A. Segui le parole live su TMW.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000