VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Altre Notizie

S. Volpi: “Mazzarri vuole imporre il proprio gioco e non subire l'avversario”

14.01.2018 06:30 di Elena Rossin   articolo letto 3208 volte
Fonte: Torinogranata.it
© foto di Alberto Mariani

Sergio Volpi è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Volpi e un ex calciatore e attualmente l’allenatore dell’Adrense, che milita in Eccellenza nel girone C della Lombardia e che è in testa alla classifica. Da giocatore è stato allenato da Walter Mazzarri nella Sampdoria nella stagione 2007-2008. A lui abbiamo chiesto di raccontarci chi è il nuovo allenatore del Torino.
Lei conosce Mazzarri perché è stato allenato da lui nella Sampdoria, ma che tipo di mister è?
"Mazzarri è un allenatore preparatissimo, che sa far giocare la squadra e e che prepara le partite nei minimi particolari".
Rispetto a Mihajlovic, altro allenatore che lei ha avuto, che differenze ci sono tra i due?
"Mihajlovic è un po' più focoso rispetto a Mazzarri, anche se Mazzarri non è uno morbido e, forse, questa è la differenza che c'è tra i due, ma sul piano della preparazione delle partite, secondo me, sono due ottimi allenatori".
Mazzarri che cosa può tirare fuori dai giocatori del Torino che con Mihajlovic pareggiavano qualche partita di troppo con squadre alla portata?
"E' una risposta difficile da dare perché nel campionato italiano non c'è mai una partita facile, anche se si affrontano le squadre che stanno in fondo alla classifica. In Serie A anche con l'ultima in classifica bisogna entrare in campo con la mentalità giusta, quindi, penso che Mazzarri lavorerà molto sulla mentalità dei giocatori che ha a disposizione e sulla voglia di far emergere il Toro. In campo ci vanno i giocatori e quindi sono loro che devono trovare le motivazioni giuste per fare bene".
Nel Torino ci sono giocatori che non sono facili da gestire come Ljajic e Niang, ma Mazzarri ha già avuto a che fare con un altro talento un po' bizzoso come Cassano. Il mister come si riesce a rapportare con i calciatori che hanno un carattere particolare e quanto li riesce a far rendere?
"Mazzarri uno di quegli allenatori che riesce a far rendere al massimo qualsiasi giocatore, quindi, non credo che sarà un problema per lui gestire Ljajic e Niang. Come ho detto prima, è un allenatore preparato e da tutti i giocatori pretende molto di conseguenza anche da quelli che hanno talento. Ci sono delle regole che fa rispettare e i giocatori o le rispettano oppure vengono lasciati fuori. Non credo, come dicevo, che avrà problemi a gestire Ljajic e Niang, anche perché sono due giocatori con potenzialità enormi che fino ad ora magari non sono riuscita ad esprimere, ma quando ci riescono fanno la differenza".
Che tipo di gioco predilige Mazzarri?
"Gli piace che la sua squadra giochi a calcio e che scenda in campo per imporre il proprio gioco e non per subire quello dell'avversario".
In questa stagione il Torino era impostato prima sul 4-2-3-1 e poi sul 4-3-3 e Mazzarri spesso ha fatto giocare le sue squadre con il 3-5-2. ma il mister come preferisce che la sua squadra sia disposta in campo?
"Essendo subentrato a campionato in corso, secondo me, si adeguerà alle caratteristiche dei giocatori che ha disposizione in modo da schierare nel miglior modo possibile la squadra in campo e per ottenere i risultati che una piazza come quella granata merita dovrebbe avere".
Con la netta vittoria sul Bologna l'impatto di Mazzarri sul Torino è stato positivo, ma non sarà sempre così. Quando sorgeranno difficoltà il mister come le affronterà?
"Le affronterà lavorando e cercando di migliorare le situazioni nelle quali la squadra si troverà in difficoltà, come fanno tutti gli allenatori. Mazzarri sul campo sa lavorare e sa far lavorare molto bene anche i suoi giocatori".
Visto l'andamento del campionato e che il Torino è a due punti da Atalanta e Sampdoria che occupano il sesto e il settimo posto la squadra granata è in grado di lottare per un posto in Europa League?
"Credo che i giochi siano ancora del tutto aperti per il sogno chiamato Europa League e dunque ci sono ancora tutte le possibilità per realizzarlo per tutte le squadre che si trovano in quella zona della classifica, quindi, anche il Torino può ambire a quell'obiettivo".
Cambiando argomento e parlando di lei, la sua Adrense è prima in classifica, quindi sta andando tutto bene e siete in linea con gli obiettivi che vi eravate posti?
"Sì, per ora va tutto bene e adesso inizieremo anche noi girone di ritorno e di conseguenza speriamo di continuare su questa strada. Il nostro obiettivo era ed è quello di fare un campionato importante cercando di toglierci delle soddisfazioni e, come dicevo, in questo momento sta andando tutto bene e speriamo che continui così. L'obiettivo principale era quello di disputare un buon campionato e possibilmente di raggiungere i play-off. In questo momento siamo ben messi, però, la strada è ancora lunga Per questo dico che speriamo di continuare così in modo da continuare a fare quello che stiamo facendo".
Il sogno è quello di passare alla categoria superiore, giusto?
"E' il sogno di tanti, però, ci sono squadre attrezzate, forti e dunque sarà ancora lunga. Noi cercheremo di rimanere dove siamo e vedremo se riusciremo a realizzare questo sogno, in primo luogo c’è da raggiungere il nostro obiettivo, che, come ho detto, all'inizio dell'anno era quello di raggiungere i play-off".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie

Primo piano

ESCLUSIVA TMW - Genoa, riapertura per Ricci al Crotone. B e portoghesi su Rodriguez Federico Ricci e il Crotone. Un affare che si può riaprire, magari la prossima settimana. Il giocatore spera di vestire la maglia dei calabresi e potrebbero esserci a giorni delle prove di disgelo affinché si possa concludere l’operazione. Intanto il Genoa lavora alle uscite di Centurion...
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - Inter, il Barcellona vuole 35 milioni per il riscatto di Rafinha Inter e Barcellona continuano a trattare per Rafinha. Secondo quanto riferito da TMW Radio, la squadra blaugrana avrebbe aperto al...
17 gennaio 1999, con uno splendido colpo di tacco Mancini fa vincere la Lazio a Parma Il 17 gennaio 1999 Roberto Mancini realizza uno dei più gol della storia recente della serie A. Al tardini di Parma la Lazio affrontava...
TMW RADIO - I Collovoti: "Caldara 8: pronto per la Juve. Fazio spaesato" Arrivano consueti e puntuali, nel pomeriggio di Tribuna Stampa su TMW Radio, i Collovoti di Fulvio Collovati, che ha analizzato il...
GoalCar - Di Chiara racconta una delle mitiche barzellette di Baggio Decima puntata di GoalCar. In questa nuova puntata il simpaticissimo ex giocatore della Fiorentina e del Parma Alberto Di Chiara ,...
Carlo Nesti: "Il solito errore dell'ambiente romanista: troppo disfattismo, quando basterebbero analisi serene, dopo gli incidenti di percorso". Questo è il diario dei miei "pensieri", in formato "NES-tweet", a partire dall'inizio della stagione, e quindi dal luglio 2017 al giugno...
TMW RADIO - Scanner: "Cosa è cambiato in questo 2017" Cosa è cambiato in questo 2017...questo l’argomento della puntata di Scanner in orda su TMW Radio... con l'avvocato Giulio Dini e Lorenzo...
L'altra metà di ...Guglielmo Gigliotti Il difensore Guglielmo Gigliotti, di nazionalità Argentina, in forza all'Ascoli e la sua bellissima compagna Gabriella Volpe, si sono...
Fantacalcio, BENALI AL CROTONE E COSA CAMBIA Altro rinforzo per il Crotone, che acquista dal Pescara Benali. Il centrocampista negli anni ha affinato, di molto, le sue doti tecniche riuscendo ad essere...
Gli agenti e le regole che verranno, tutti gli aspetti da chiarire Una legge dello Stato, la Legge di Bilancio 2018, entrata in vigore lo scorso primo gennaio, pone fine al periodo di cosiddetta deregulation...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 17 gennaio 2018

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi mercoledì 17 gennaio 2018.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.