VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » atalanta » Serie A
Cerca
RMC Sport Network
Sondaggio TMW
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

Telegram

Diritti tv, come cambia la A: il Napoli può "rubare" 30 milioni alla Juve

06.02.2018 21:00 di Ivan Cardia    articolo letto 48298 volte
Diritti tv, come cambia la A: il Napoli può "rubare" 30 milioni alla Juve
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La cessione dei diritti tv a Mediapro è già ufficiale, la valutazione dell'Antitrust deve ancora arrivare. Nell'attesa, è possibile valutare che impatto avranno le nuove cifre e le nuove norme sulla ripartizione dei proventi da diritti tv in Serie A. Ci hanno provato i colleghi di calciofinanza.it, con un confrontro fra una previsione per la stagione in corso e le stime per il triennio successivo. Complice il nuovo contratto con Mediapro, appunto, ma anche le modifiche alla Legge Melandri. La torta da dividere, nel complesso, sarà di 1,2 miliardi di euro. Cifra che si ottiene partendo da 1,42 miliardi di euro annui, a cui vanno sottratte le commissioni per Infront e altre cifre per mutualità, paracadute e premi vari. 1,2 miliardi annui, contro i 924 milioni attuali. Da ripartire in modo diverso: con le nuove norme la parte comune salirà al 50% del totale (dall'attuale 40%). Meno spazio a tifosi (dal 30 al 20%), storia (dal 10 al 5%) e risultati degli ultimi cinque anni (dal 15 al 10%). Aumentarà, invece, il peso dell'ultimo campionato (dal 5 al 15%). Norme che avvicineranno molto le società. Finisse così il campionato (in basso trovate i tweet del portale specializzato), con l'attuale ripartizione la Juventus incasserebbe infatti 107,3 milioni di euro. Più di 30 del Milan (79), addirittura oltre quaranta in più del Napoli primo (ma fermo a 66,7). Cinque volte le quote di SPAL (25,5 milioni) Crotone (24,9) e Benevento (24,2). Con la nuova ripartizione (da considerare però che al momento non sono ancora noti i criteri per calcolare la componente "tifosi") bianconeri sempre primi con 91 milioni, ma molto più vicina all'Inter (87,4 milioni) e Napoli (83,3). Soprattutto, salirebbero di molto le quote di Crotone (41,5 milioni), SPAL (38,1) e Benevento (36,5).

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Articoli correlati



Altre notizie Atalanta

Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.