HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » atalanta » Altre Notizie
Cerca
Sondaggio TMW
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

Cyprus Cup, Spagna troppo forte per l'Italia. Finisce 2-0 per le iberiche

07.03.2018 19:12 di Tommaso Maschio    articolo letto 3870 volte
Cyprus Cup, Spagna troppo forte per l'Italia. Finisce 2-0 per le iberiche
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La Spagna si dimostra squadra troppo forte per un'Italia comunque in crescita. Nell'atto conclusivo della Cyprus Cup le iberiche dominano fin dai primi minuti anche se passano solo nella ripresa prima con Sampedro e poi, nel finale, con Guijarro. Un secondo posto quello delle ragazze di Milena Bertolini che lascia un po' di amaro in bocca, ma anche la consapevolezza che in un anno la squadra ha fatto grandi passi in avanti e che il processo di crescita delle azzurre passa anche da queste sconfitte contro nazionali più quotate e attrezzate della nostra. Meglio la Spagna in avvio di gara, le iberiche si fanno vedere in maniera pericolosa dalle parti di Giuliani nei primi dieci minuti di gara testando la resistenza della nostra difesa, che spesso fatica a liberare il pallone per il pressing delle avversarie. Due le occasioni principali con Patricia Guijarro prima e Putellas poi, ma in entrambi i casi la palla finisce fuori. Dopo 17 minuti l'Italia deve fare a meno di Bergamaschi a causa di un problema alla caviglia, probabile distorsione, con Giacinti che fa il suo ingresso in campo aumentando la trazione offensiva della squadra, con Girelli che arretra come esterno destro e la neo entrata che va al fianco di Sabatino. È però la Spagna a fare sempre la gara e rendersi pericolosa in avanti anche se negli ultimi 20 metri manca la stoccata giusta per sbloccare il risultato. La prima occasione delle azzurre arriva al 20° con una punizione dal limite di Girelli che si infrange contro la barriera col pallone che finisce poi sul fondo. Poco dopo la mezzora altra occasione per l'Italia con Bonansea che arriva sul fondo e crossa per Sabatino, il colpo di testa dell'attaccante è però impreciso e finisce alto. È comunque la Spagna a tenere in mano il pallino del gioco nonostante qualche azione di alleggerimento da parte delle azzurre che soffrono la pressione delle avversarie faticando a uscire dalla propria metà campo. Nel finale però anche l'Italia ha una buona occasione per rendersi pericolosa con Giacinti lanciata in contropiede che però si fa chiudere dall'uscita di Lola allargandosi troppo per provare la conclusione a rete. Risponde però la Spagna con Garcia che viene chiusa splendidamente da Guagni in scivolata, che concede solo angolo. Nella ripresa è ancora la Spagna a partire meglio e passare dopo appena cinque minuti al termine di un'azione corale: pallone crossato in mezzo dalla destra che in maniera rocambolesca finisce sui piedi di Sampedro appostata sul secondo palo, l'esterno iberico controlla e calcia sotto la traversa battendo Giuliani da pochi passi. L'Italia prova a reagire buttandosi avanti con maggiore spirito, ma senza però riuscire a pungere dalle parti di Lola che resta ancora praticamente inoperosa anche grazie all'ottima organizzazione difensiva delle iberiche che al massimo concedono qualche tiro dalla distanza. La Spagna punge ancora al 75° con Garcia che impegna Giuliani con una gran botta, mentre l'Italia risponde all'80° con un colpo di testa di Mauro che viene smanacciato da Lola con la difesa che poi libera. All'84° arriva la parola fine sulla gara con il raddoppio iberico che sfrutta un'altra mischia in area per battere Giuliani da due passi con Guijarro. L'Italia ha comunque un sussulto d'orgoglio con Guagni che arriva due volte al tiro senza però inquadrare lo specchio della porta. Finisce così con l'Italia che sale sul secondo gradino del podio, piazzando l'attaccante Cristiana Girelli in vetta alla classifica dei cannonieri con quattro reti, e mette in cascina l'esperienza di una competizione che l'ha vista protagonista. Ora testa nuovamente al campionato e poi alle sfide di aprile in cui le azzurre si giocheranno un bel pezzo di qualificazione a Francia 2019. Italia-Spagna 0-2(50° Sampedro, 84° Guijarro)

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Atalanta

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510