HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » benevento » Editoriale
Cerca
Sondaggio TMW
Qual è il vostro miglior acquisto dopo il primo trimestre?
  Muriel (Atalanta)
  Nainggolan (Cagliari)
  Ribery (Fiorentina)
  Lukaku (Inter)
  De Ligt (Juventus)
  Hernandez (Milan)
  Kulusevski (Parma)
  Lozano (Napoli)
  Smalling (Roma)
  Caputo (Sassuolo)

L'insensata ossessione per la convocazione azzurra di Mario Balotelli e le ragioni di Mancini. Intanto il ct ha praticamente già scelto la rosa per l'Europeo

Nato a Firenze il 5 maggio 1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker per Radio Sportiva e per RMC Sport.
17.11.2019 08:31 di Marco Conterio    articolo letto 35521 volte
L'insensata ossessione per la convocazione azzurra di Mario Balotelli e le ragioni di Mancini. Intanto il ct ha praticamente già scelto la rosa per l'Europeo
La domanda sgorga quasi spontanea, per abitudine e per sensazionalismo. "Balotelli?". Roberto Mancini che ha tanto pelo sullo stomaco quanto ciuffo, è ben abituato e preparato. Risponde che in questa Italia non c'è posto per Mario, quello che è la storia esatta di mille però, di altrettanti ma e di un appellativo Super che sembra il ricordo d'un tempo. Balotelli è finito alla recenti cronache per un pallone scagliato di rabbia al cielo di Verona e l'amara citazione di Albert Einstein fatta da parte di Maurizio Sarri è l'amaro specchio dei tempi. "Esiste solo una razza, quella umana". Però siam qui a discutere di colori, di come difenderli, proteggerli, di come spiegare al buio dell'intelletto che siamo unici ma uno solo. Balotelli è finito all'onore delle storiche cronache anche per le celeberrime balotellate e pure per un atteggiamento che con lo spogliatoio e con alcuni tecnici combaciava ben poco. Il rispetto alla piazza Brescia è dovuto e sottinteso ma se quello che era considerato il miglior talento italiano, a ventinove anni, gioca in una neopromossa in cerca di riscatto, allora le domande sono d'obbligo. Avrebbe i colpi per sfondare? Sì. Lo ha fatto? No. La fotografia è chiara.

Per questo l'ossessione "convocherà Balotelli" non ha più ragion d'esistere. E' il riferimento avanzato di un Brescia che stenta e che lui non trascina. Voleva esser stella polare ma ancora non ci sta riuscendo, l'augurio è che inverta la rotta ma i lumi attuali hanno luce sfocata e dai pochi sogni all'orizzonte. Ha fatto due gol mentre i suoi teorici contendenti, Ciro Immobile e Andrea Belotti, sono rispettivamente a quattordici e sei gol fatti in Serie A. Roberto Mancini convocherà solo due punte e non ci sono dubbi, non devono esserci: i nomi devono essere quello del laziale e del granata, perché le gerarchie sono stabilite, la forza di una Nazionale sta anche nel gruppo e questi ragazzi hanno ora finalmente un manico degno d'esser chiamato tale.

Intanto il ct ha di fatto già scelto la rosa per l'Europeo, c'è pochissimo spazio per i tentativi. "Non penso a nuovi innesti perché i tempi sono stretti ed è difficile che ciò possa avvenire, abbiamo poche partite e la scadenza di giugno è troppo vicina per pensare a esperimenti", ha detto ieri Mancini. Se sui portieri, Donnarumma, Sirigu e Meret, non ci son dubbi, dietro Chiellini recupererà a marzo e dunque ci sarà. Bonucci e Acerbi gli altri due centrali, il quarto sarà più Romagnoli di Mancini. Terzini: Florenzi nonostante il posto perso, cambiare aria a gennaio gli farà bene. Poi Emerson Palmieri, Spinazzola e un nome ancora in ballo tra i vari Izzo, Di Lorenzo e D'Ambrosio. In mezzo Verratti, Jorginho, Barella, Sensi, Pellegrini e Zaniolo che alla fine sarà del gruppo se continuerà a rispondere sul campo a Capello. Per Tonali ci sarà tempo, per Castrovilli idem. E davanti? Belotti e Immobile, per quanto detto prima. Poi Insigne, Chiesa, Bernardeschi. Tecnicamente manca solo un posto e qui potrebbe arrivare la sorpresa con Berardi o la conferma con El Shaarawy. Oppure un nome nuovo, qui, o anche un altro difensore o centrocampista considerando la polivalenza di Zaniolo. Ecco qua: il rendimento di ognuno di questi è alto e già ingranaggio dell'Italia. Perché, allora, l'ossessione Balotelli?

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Benevento

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510