Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / bologna / A tu per tu
…con Giancarlo RomaironeTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano
mercoledì 17 agosto 2022, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

…con Giancarlo Romairone

Una nuova sfida per Giancarlo Romairone, nuovo direttore sportivo della Triestina. “La proprietà mi ha dato libertà di poter operare. L’idea è stata quella di cambiare tutto o quasi, abbiamo fatto diciotto operazioni in entrata e otto-nove in uscita. Ora siamo alla finestra per la ciliegina sulla torta”, spiega il dirigente della formazione biancorossa a Tuttomercatoweb.

Cosa farete ancora sul mercato?
“Dovremo prendere un portiere in maniera molto attenta e un paio di giocatori offensivi in una rosa cambiata ma già abbastanza completa”.

Cosa l’ha spinta ad accettare la Triestina?
“Una proprietà giovane, dinamica e veloce nel presentarmi le cose. Per me è un ritorno al passato, torno a fare la parte sportiva. Cosa che mi riporta ai tempi alla Pro Vercelli. È intrigante stare insieme al presidente, mi ha affascinato la sua voglia di lasciare un’impronta nel tempo. Ho ascoltato con la mente libera”.

Uno sguardo alla A: che idea s’è fatto?
“Il Milan è partito subito forte. Così come Inter, Juve e Napoli a livello di risultati. Il mercato completerà ulteriormente tutte le squadre”.

Che mercato è stato fin adesso?
“Vedo il Milan sempre preciso nelle scelte che fa. A Napoli Kvaratskhelia è l’ennesimo talento scoperto che conoscevano in pochi, l’impatto con l’Italia non è mai facile. Certezze non ce n’erano, si è presentato bene”.

E la B?
“È un campionato difficilissimo con grandi squadre, sarà affascinante. La Serie B ha proprietà forti. Ma ci sono ancora troppi giorni di mercato”.
L’obiettivo della Triestina è giocarla questa B l’anno prossimo?
“Quest’anno vogliamo essere una squadra fastidiosa. E intendiamo iniziare un percorso che nel tempo dovrà dare un segnale forte”.