VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Brasile 2014

ESCLUSIVA TMW - Padovan: "Prandelli ha fatto altri mestieri e male"

25.06.2014 12:49 di Gaetano Mocciaro  Twitter:    articolo letto 35004 volte
© foto di Federico De Luca

Ai microfoni di Tuttomercatoweb il noto giornalista Giancarlo Padovan commenta il fallimento azzurro ai Mondiali.

Secondo fallimento mondiale consecutivo. Il secondo posto agli Europei è stato solo fumo negli occhi?

"Un risultato positivo o negativo è sempre risultato e non so se è fumo negli occhi. Ha illuso certamente molti e gran parte della stampa che ha sostenuto che Prandelli fosse un santo e la squadra competitiva. Questo non è vero. 4 anni fa c'erano le macerie del Sudafrica ora del Brasile. Prandelli non ha inciso in maniera positiva in un calcio palesemente in crisi. Il fumo negli occhi è stato gettato dai giornalisti della stampa italiana che dicevano che Prandelli era un grande ma in realtà è un mediocre. Si è incartato in una crociata mediatica a proposito dell'etica e della moralità. Un allenatore che parlava come fosse il capo di stato o il premier. Ha parlato poco di calcio e si è visto, non so se perché ne sa poco o se volesse nascondere i difetti. Fatto sta che ci siamo illusi di avere una sorta di guru che sosteneva battaglie e ci siamo dimenticati che l'allenatore deve fare l'allenatore. Prandelli ha fatto altri mestieri e male".

Sorpreso da come sono andate le cose?

"Il risultato non mi sorprende, io ero pessimista anche dopo la partita con l'Inghilterra. Bastava vivisezionare quella partita, dove abbiamo avuto occasioni fortunate e fortunose. Le dimissioni sono un istituto che pochi frequentano, doveroso che Prandelli e Abete le abbiano date e va dato loro merito, visto che in genere, specie dopo un contratto firmato, non si fanno".

Chi può essere il ct giusto?

"Chi dopo Prandelli non so. Certamente avrà un compito arduo, difficile. Il problema è anche l'allenatore ma non solo. Il punto è che la nostra qualità è bassa e costruire una Nazionale competitiva è quasi impossibile. Se le condizioni sono il poco tempo a disposizione se non le amichevoli e lo scarso bacino d'utenza su cui pescare c'è poco da sorridere. Possiamo imputare a Prandelli di non aver portato Rossi e Destro ma sono quisquiglie. La realtà è che non siamo capaci di concorrere con altre squadre. C'è un concetto di gioco confuso, giocatori di una certa età o senza stimoli o travolti dal clima o con poca esperienza internazionale. Fatto sta che non siamo all'altezza del resto d'Europa, e sottolineo Europa, non resto del mondo. Questo torneo ha palesato una crisi in corso del Vecchio Continente, con l'eliminazione di Spagna, Inghilterra, Italia e forse Portogallo. Questo è stato un Mondiale particolare, dove l'hanno fatta da padrona le centro e sudamericane, evidentemente meglio preparate o non risentono di questo clima che è una delle cause della nostra debacle. La prima è il gioco, l'idea di gioco che non c'era. Prandelli era confuso perché evidentemente si è occupato di altro, tipo fare il giudice del codice etico, per poi arrivare a fare una gara col 3-5-2 che poi è diventato un 3-6-1, che nemmeno l'italia del primo dopoguerra. Un atteggiamento difensivo totale nella speranza di conservare lo 0-0, che poi con l'uscita di Immobile abbiamo rinunciato a tirare in porta. Dopo aver subito il gol di Godin mi sono chiesto come potevamo segnare, visto che non avevamo punte".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Brasile 2014
Altre notizie

Primo piano

Gianluca di Marzio: il mercato non dorme mai...la raffica della notte Rafinha è sbarcato a Milano. Il nuovo rinforzo dell'Inter di Spalletti è arrivato nel pomeriggio a Malpensa, pronto ad iniziare questa nuova avventura in nerazzurro: il trasferimento dal Barcellona è con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 35 milioni più 3 di...
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - Ceccarini: "Emre Can, Juve avanti. Due in uscita a giugno" Ai microfoni di TMW Radio è intervenuto l’esperto di mercato Niccolò Ceccarini per commentare le ultime notizie relative d’attualità:...
22 gennaio 1911, a Genova si inaugura lo stadio di Via del Piano, l'attuale Ferraris Il 22 gennaio 1911 viene inaugurato a Genova lo stadio comunale di Via del Piano, oggi da tutti conosciuto come Luigi Ferraris. Quarantaduemila...
TMW RADIO - I Collovoti: "Caldara 8: pronto per la Juve. Fazio spaesato" Arrivano consueti e puntuali, nel pomeriggio di Tribuna Stampa su TMW Radio, i Collovoti di Fulvio Collovati, che ha analizzato il...
GoalCar - Viviano racconta l'anno a Londra e il caso 'maglia Juve'" Undicesima puntata di GoalCar. In questo nuovo episodio il portiere della Sampdoria Emiliano Viviano ha raccontato il suo anno a Londra...
Carlo Nesti: "Il solito errore dell'ambiente romanista: troppo disfattismo, quando basterebbero analisi serene, dopo gli incidenti di percorso". Questo è il diario dei miei "pensieri", in formato "NES-tweet", a partire dall'inizio della stagione, e quindi dal luglio 2017 al giugno...
TMW RADIO - Scanner: Il calciomercato sempre più materia da contabili" Oltre il calcio giocato, oltre il calcio parlato, oltre la semplice apparenza... con l'avvocato Giulio Dini e Lorenzo Marucci, ospite...
L'altra metà di ...Gennaro Troianello Gennaro Troianello, ex calciatore dell'Hellas Verona, che ha conquistato con la maglia veronese la Serie A ha dichiarato in più di...
Fantacalcio, +1 GLI ASSIST DELLA 21^ GIORNATA Tutti gli assist della 21^ giornata di fantacalcio: Atalanta-Napoli => Callejon Bologna-Benevento => Verdi, Verdi Verona-Crotone => Ricci, Benali
Gli agenti e le regole che verranno, tutti gli aspetti da chiarire Una legge dello Stato, la Legge di Bilancio 2018, entrata in vigore lo scorso primo gennaio, pone fine al periodo di cosiddetta deregulation...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 gennaio 2018

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi lunedì 22 gennaio 2018.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.