HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Juve immobile sul mercato: è la decisione corretta?
  Si, questa squadra non ha bisogno di rinforzi adesso
  No, alla Juventus sarebbe servito un altro terzino
  No, bisognava portare subito Kulusevski a Torino
  No, il club forzi la mano per lo scambio Rakitic-Bernardeschi

La Giovane Italia
Calcio estero

Barça, Valverde: "Ci troviamo bene in questa situazione di pressione"

08.12.2019 01:02 di Lidia Vivaldi   articolo letto 1976 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Con il 5-2 sul Maiorca, il Barcellona ha confermato di essere una delle squadre più difficili da affrontare tra le mura amiche. Ai microfoni di Marca, Ernesto Valverde ha approfondito diversi aspetti della gara del Camp Nou, soffermandosi anche sui prossimi impegni dei Blaugrana:

"Da dentro sembra sempre complicato e che gli avversari possano farti male. Nel primo tempo abbiamo creato molte occasioni e abbiamo concesso un gol. Nel finale devi sempre essere attento. È stata una bella partita. Meriti o demeriti? Tutti giudicano dal punto di vista della loro squadra. Il gesto di Suarez mi ha sorpreso, ho pensato che fosse un passaggio per un compagno. Mi ha sorpreso, ma è stato un gol straordinario. Aleñá sta lavorando bene dall'inizio. È un giocatore che mi piace, che è ben posizionato e ha possibilità di attacco e difesa. Abbiamo ancora delle partite. Il Real? Non parliamone ancora per una settimana.

È stata una bella celebrazione del Pallone d'Oro di Messi. Ci troviamo bene in questa situazione di pressione, ecco per cosa lavoriamo. Attraverso il nostro gioco portiamo l'avversario nella propria metà campo. Quello che cerchiamo di fare è uscire in velocità. Ci hanno superato un paio di volte oggi. Ci interessa che il ritmo di gioco sia elevato, soprattutto dopo il pressing. Più partite giochiamo, meglio ci capiamo. Leo e Suarez sono rimasti infortunati all'inizio del campionato, ora si conoscono meglio. Rakitic? I risultati ci sono e anche il gioco. È importante, ci porta equilibrio e ci si adatta. Ci aiuta molto.

Avere una settimana pulita ci aiuta, così come il fatto che tra tre giorni non dovremo giocare una partita decisiva. Ci consentirà di apportare alcune modifiche martedì. Siamo molto concentrati sul campionato, ci sono ancora tre partite prima della pausa . È il miglior momento della stagione? Certo, il fatto di superare partite di brutale importanza rafforza ciò che facciamo. Abbiamo ancora la partita di martedì e una dura prova a Donosti. È il terzo 5-2 che facciamo in casa. Non è comune ripetere un simile risultato. Non mi piace adattarmi, ma nel primo tempo avremmo potuto fare diversi gol. Non metto alcun "ma" alla squadra.

Non ho ancora piani per il mercato invernale perché non è iniziato. Andremo di partita in partita, perché si tratta di continuare a vincere e a fare bene. Vedremo cosa succede. Rakitic gioca ad alto livello, è un grande professionista. De Jong? Siamo molto contenti di lui per l'atteggiamento che ha in partita e la capacità di resistenza. L'anno è fantastico e i numeri sono questi. Con tutte le capacità che ha, potrebbe avere più finalizzazioni ed è quello che chiediamo. Se giochiamo come oggi, questo è un centrocampo che dà garanzie e potrebbe essere quello titolare. Anche quando Arturo e Aleñá sono entrati".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Calcio estero

Primo piano

...con Colantuono “Ibra ha avuto un impatto importante, aiuterà anche gli altri. I numeri sono dalla sua. Deve crescere come condizione, poi potremo rivedere l’Ibra che tutti conosciamo”. Così a TuttoMercatoWeb Stefano Colantuono. E Piatek? “È cambiato qualcosa a livello tattico, con il 4-4-2 la...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510