Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Dal trasferimento a luglio al gol dell'ex in finale. L'incredibile storia di Gunnarsdottir

Dal trasferimento a luglio al gol dell'ex in finale. L'incredibile storia di Gunnarsdottir
lunedì 31 agosto 2020 21:37Calcio femminile
di Tommaso Maschio

Se non vi fosse stato il Coronavirus a rivoluzionare i calendari calcistici di questa stagione, e non solo, Sara Bjork Gunnarsdottir ieri sera sarebbe scesa in campo con la maglia del Wolfsburg anziché con quella del Lione. E chissà se la storia della finale di Champions League sarebbe potuta cambiare e pendere a favore delle tedesche.

L’islandese infatti aveva iniziato la stagione con le biancoverdi tedesche, dove era arrivata nel 2016, contribuendo alla vittoria del campionato e all’approdo ai quarti di finale di Champions League. Questo prima che la pandemia facesse slittare la stagione, ma non il prolungamento automatico dei contratti delle calciatrici (come successo invece per i colleghi maschi), facendo si che calciatrici che avevano iniziato la stagione con una maglia potessero concluderla con un’altra. È successo con Alia Guagni, che ha giocato i quarti con l’Atletico Madrid dopo aver giocato la prima fase con la Fiorentina, ed è successo così anche a Gunnarsdottir.

Ma nella storia, davvero incredibile, dell’islandese c’è qualcosa in più. Perché la classe ‘90 in finale non ha solamente affrontato quelle che erano sue compagne fino a solo un mese fa, ma ha anche segnato il gol del definitivo 3-1 che ha spento le, già minime, speranze tedesche di agguantare il pari e magari portare la finale ai supplementari. Un caso più unico che raro che entra di diritto nella storia del calcio.

Articoli correlati
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000