HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2018/19?
  Barcellona
  Ajax
  Liverpool
  Tottenham

La Giovane Italia
Calcio femminile

Milan femminile che impatto: 1° posto da imbattuto. E 2 big già incontrate

05.11.2018 18:08 di Tommaso Maschio   articolo letto 6040 volte

Che il Milan fosse entrato nel calcio femminile con l'intenzione di fare subito bene e seguire le orme di Fiorentina e Juventus era cosa ovvia, che però l'impatto delle rossonere con la Serie A fosse fin da subito così importante non era scontato (come dimostrano le difficoltà di un'altra esordiente di prestigio come la Roma). Il club rossonero si è affidato al blocco del Brescia, che tanto bene aveva fatto nell'anno passato, aggiungendo tasselli di qualità ed esperienza come la brasiliana Thaisa Moreno, la slovacca Mária Korenčiová e la croata Sandra Žigić, oltre a alle italiane Marta Carissimi, dalla Fiorentina, e Lisa Alborghetti, dal Mozzanica, in mezzo al campo e al duo Linda Tucceri Cimini e Raffaella Manieri dal Ravenna. A guidare il gruppo una gloria del nostro calcio femminile nonché allenatrice di comprovata esperienza come Carolina Morace, al ritorno sulla panchina di un club dopo ben 18 anni.

Un mix che ha dato subito i suoi risultati con il primato in classifica dopo sei giornate, ma non solo. Le rossonere hanno infatti vinto i primi due scontri diretti stagionali contro Fiorentina (3-2) e Juventus (3-0) dimostrando di essere più che una terza incomoda per Scudetto e qualificazione Champions League. Finora solo il Sassuolo è riuscito a fermare, sul pari, un Milan che sogna in grande, ma deve tenere i piedi ben piantati per terra per non rischiare di rovinare quanto buono di fatto in questi primi mesi d'esistenza.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

Torino, Petrachi: "Cairo ingiusto, mia lealtà indiscutibile" (ANSA) - TORINO, 24 APR - "Dopo dieci anni di rapporto professionale con il Torino, non credo sia giusto mettere in discussione la mia lealtà e la mia professionalità. Trovo quindi ingiuste le dichiarazioni del presidente Cairo e avrei preferito un chiarimento di persona". Così all'ANSA...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510