HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Calcio2000

Amelia racconta: "Avrei potuto lasciare il Milan un po' prima"

Il nuovo numero di Calcio2000 n.229 è in edicola da oggi!
11.07.2017 12:44 di Chiara Biondini  Twitter:    articolo letto 8928 volte
Fonte: Il nuovo numero di Calcio2000 n.229 è in edicola da oggi!
© foto di Federico De Luca

Per la rubrica I Giganti del Calcio, nel nuovo numero di Calcio2000 in edicola da oggi, abbiamo intervistato il portiere Marco Amelia. Per lui una carriera ricca, sotto tutti i punti di vista. Maglie storiche indossate, alcune a sorpresa, e la fortuna, il grande privilegio di aver fatto parte della Nazionale per tanti anni.

"Il privilegio di averne fatto parte è immenso, l’azzurro ha rappresentato un grandissimo sogno. Ho lavorato con dei miti come Buffon e Peruzzi, e il bicchiere è sicuramente mezzo pieno e non considero una sfortuna il fatto di aver condiviso quegli anni con il più forte del mondo. C'era tantissima concorrenza in quel periodo, molti erano i portieri di assoluto livello e già essere considerato come il 'terzo' era motivo di grandissimo orgoglio, una soddisfazione enorme. Poi, essendo più giovane, sono cresciuto studiando e osservando Gianluigi e Angelo, che poi da piccolo era il mio grande idolo. Un po' brucia il fatto di aver perso la maglia azzurra una volta approdato al Milan, dove giocai molto meno rispetto a prima, ma tant'è. Sono comunque estremamente felice della mia avventura in Nazionale, senza alcun dubbio".

"Milan? Quando si presentò quella occasione avevo grandissimo entusiasmo, non si può rifiutare una squadra del genere. Il Milan ha una storia incredibile, un fascino particolare e quando chiamò il dottor Galliani accettai subito, senza alcun tipo di esitazione. Avevo tante offerte e a Milano c'era la concorrenza di Abbiati, questo è vero, ma ero motivatissimo per questa nuova avventura. Era un sogno che si realizzava. Tutti mi hanno fatto sentire importante, anche se forse resta un rammarico. Dico che avrei potuto lasciare il Milan un po' prima, magari al terzo anno. Ma è facile parlare a posteriori. In ogni caso sono riuscito a giocare le mie partite, purtroppo non quante avrei voluto. Anche per questo la Nazionale si allontanò.".

L'intervista completa la trovi su Calcio2000 in edicola!

Marco Amelia su Calcio2000 n. 229


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Rassegna stampa

Primo piano

Un talento al giorno, Andy Pelmard: il terzino voluto da Vieira Andy Pelmard, terzino sinistro classe 2000 del Nizza, è sicuramente uno dei talenti emergenti del panorama francese. Già nel giro della prima squadra, fortemente voluto dal tecnico Patrick Vieira. Pelmard è un terzino duttile che può giocare su entrambe le fasce, veloce e dotato di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510