HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Calcio2000

Mazzarri: "Inter? Non sapevo che Moratti volesse cedere"

IL NUMERO 226 DI CALCIO2000 E' in EDICOLA Prossimo numero uscita 10 Marzo Album Calciatori Panini 2016/2017 in omaggio
11.01.2017 11:17 di Chiara Biondini  Twitter:    articolo letto 8769 volte
Fonte: Intervista di Francesco Fontana per Calcio2000 n. 226 in uscita questo mese
© foto di Francesco Fontana

Mister Walter Mazzarri, impegnato al momento con la formazione inglese del Watford, ha deciso di raccontarsi ai microfoni di Calcio2000, ripercorrendo i momenti della sua carriera passata, fino alla decisione di lasciare l'Italia per la sua nuova avventura in un club straniero.

"Una volta terminata l'esperienza con l'Inter, ho constatato la necessità di misurarmi in altre realtà. E mi riferisco all'estero. Penso di aver dato il massimo in Italia e di aver scoperto tutto del nostro calcio, e per come sono fatto io sarebbe stata dura continuare. Sono partito da zero e sono arrivato in cima, mi sono tolto tutte le soddisfazioni possibili. Avevo bisogno di altri stimoli, di nuove sfide. E quindi eccomi qui...il presente si chiama Watford".

"Inter? Lasciando perdere l'esonero, perché arrivò poco dopo l'inizio della stagione, e quindi c'è poco da commentare, al primo anno arrivammo quinti. E fu un grande risultato considerando quel particolare momento storico. Per quella situazione, penso che l'Europa sia stata un vero miracolo. E aggiungo che è sbagliato pensare che l'Inter avrebbe dovuto vincere lo Scudetto solo per il nome. Ricordiamo la squadra che ereditai? Tante difficoltà, giocatori a fine carriera o in scadenza e un presidente storico che di lì a poco avrebbe ceduto la società. Pochi avrebbero potuto fare di meglio...La mia esperienza all'Inter è ricordata come un disastro, ma non è vero. C'era un potenziale che non era da Inter, con 70 milioni di monteingaggi e valori esageratamente diversi rispetto alla squadra, per esempio, di Mourinho. Ma questo qualcuno non l'ha ancora capito...Non sapevo che Moratti avesse intenzione di cedere la maggioranza, non ne ero al corrente...In quel momento c'erano tante offerte, sia in Italia che in Europa. E tutte da veri top club. Ma scelsi l'Inter per il suo blasone. Era una grande sfida per me...".

Copertina Calcio2000 n.226 © foto di Calcio2000


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Probabili formazioni

Primo piano

Un talento al giorno, Dennis Jastrzembski: l'ennesimo gioiello di origine polacca Il talento che trattiamo oggi è un attaccante tedesco con cittadinanza polacca, attaccante dell'Hertha Berlino che ha stupito con la maglia della Germania Under 17: Dennis Jastrzembski è una seconda punta che può destreggiarsi senza problemi anche come esterno d'attacco a sinistra....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->