HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » catania » Editoriale
Cerca
Sondaggio TMW
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico

Nato a Firenze nel maggio del 1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Speaker di RMC Sport, è stato conduttore di Radio Sportiva, oltre che firma de La Nazione e de Il Messaggero.
13.01.2019 12:25 di Marco Conterio    articolo letto 83810 volte
La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico
Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive lune felici con Neymar, che gioca in un club che è sotto la scure pronta ad abbattersi del Fair Play Finanziario direttamente da Nyon, Svizzera, sede della UEFA? Costa tanto. Troppo. Troppo per tutti, per Andrea Agnelli, per Florentino Perez pure che intorno al francese del Paris Saint-Germain vuole ricostruire le fondamenta del Real Madrid. Però costava troppo pure CR7. L'indispensabile arrivo di CR7 I conti e i conteggi sono stati affidati a Marco Re, CEO torinese della società bianconera ma già analizzati anche da Alberto Francese di Banca IMI in uno studio societario pubblicato a inizio dicembre. I costi del personale della Juventus, inteso per tutti i dipendenti, a 319 milioni di euro. Una cifra chiaramente viziata dall'arrivo di Cristiano Ronaldo che nell'impatto P&L all'anno è di circa 60 milioni all'anno. Questo porterebbe la Juve al terzo posto al mondo ma per durata dei contratti e addii, considerati soprattutto gli ammortizzamenti, dalla stagione successiva dovrebbero stabilizzarsi. Lo studio di settore considera chiave e basilare l'arrivo del numero 7 per colmare il gap tra la Juventus e le cinque grandi d'Europa. Le raccomandazioni per monetizzare al massimo l'approdo del portoghese a livello commerciale ma già da solo questo dovrebbe bastare per arrivare al livello delle grandi. Un arrivo chiama... Un addio Essendo i conti, ai livelli della Juventus, chiaramente monitorati e osservati, in primis da Agnelli, da Re e dagli azionisti, è chiaro che serva una progettualità. Come la Vecchia Signora dimostra di avere. Per questo sognare Kylian Mbappé è lecito ma lo studio di settore spiega che per restare in equilibrio, o per non avere grandi perdite, urgerà anche cedere un big. Almeno. Paulo Dybala è certamente uno degli indiziati ma non tanto per volontà del club, quanto perché è uno di quelli che ha grande mercato a livello internazionale. L'argentino dovrà accettare di esser passato dal ruolo di star assoluta a quello di campione tra i campioni. Se lo farà, ecco che a partire potrebbe essere Douglas Costa. Il Manchester United ha già fatto pervenire ben più che una manifestazione d'interesse per il brasiliano. E in mediana? Aaron Ramsey arriverà, per l'estate potrebbe così partire Sami Khedira nonostante il rinnovo. Proprio destinazione Premier League. Icardi: martedì la riunione verità Quello di Mauro Icardi con l'Inter è un braccio di ferro economico. Quello del capitano e numero 9 dell'Inter è il decimo stipendio della Serie A, salirà di un paio di posizione nell'ultima stagione visto che ha un ingaggio a salire. Però adesso guadagna meno di Emre Can e di Gianluigi Donnarumma. Per questo batte cassa. Per vedere riconosciuto lo status che la società nerazzurra gli riconosce con la fascia, con il numero di maglia, con le responsabilità ma non, a dire di Icardi, con un ingaggio da podio del campionato. La richiesta è di 10 milioni di euro. L'offerta è di 6-6,5 all'anno. A 8, ovvero meno di Gonzalo Higuain ma più di Paulo Dybala, ovvero sul terzo gradino del podio dietro chiaramente anche a Cristiano Ronaldo, la chiusura che sarebbe gradita all'argentino. Altrimenti? Le squadre tirate in ballo da Wanda Nara sono semplici da coinvolgere. Solo che hanno altri casi da affrontare (il Real Madrid vuole cedere Gareth Bale, il PSG ha il sopra-citato caso Kylian Mbappé e occhio pure alle paturnie di Neymar, il Chelsea ne vuole uno ma subito) e per questo occhio che nel gran ballo non si infili proprio la Juventus. Tutto lascia pensare che pur di non cederlo ai bianconeri, l'Inter rinnoverà. Alle cifre di Icardi.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Catania

Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510