HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » catanzaro » Focus
Cerca
Sondaggio TMW
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

Si alzi il sipario, si accendano i riflettori. Godetevi lo spettacolo, entra in scena il Catanzaro!

Con il sorteggio di questa mattina che ha riservato la Feralpisalò come avversario dei giallorossi, si entra in pieno clima play off e la città si prepara al primo importante evento di domenica
16.05.2019 18:58 di Maurizio Martino    per catanzarosport24.it   articolo letto 192 volte

Feralpisalò. Saranno i Leoni del Garda i prossimi avversari che il Catanzaro per la prima volta nella sua storia affronterà domenica 19 al "Lino Turina" di Salò. Ormai ci siamo. Le ansie e la tensione che accompagna da giorni il popolo giallorosso si materializzeranno sul terreno di gioco del piccolo centro lombardo. Pur non avendo una grande tradizione calcistica, la Feralpisalò è una squadra temibile dotata di buone individualità, una tra tutte Andrea Caracciolo, attaccante di razza ex bandiera del Brescia. I ragazzi di mister Auteri arriveranno all'appuntamento carichi e consapevoli dei propri mezzi, pronti ad esprimere il loro solito gioco, per lunghi tratti il migliore dell'intera categoria. Ma attenzione, gli spareggi per la promozione rappresentano partite i cui valori tecnici sono in genere abbastanza livellati, specie adesso che si è arrivati alla prima fase nazionale in cui ci si deve confrontare con formazioni degli altri gironi. Non bisogna commettere errori di nessun tipo (Bisceglie, Rieti e Catania docet) in quanto non c'è margine per porre rimedio, pur trattandosi di gare che decideranno il passaggio del turno dopo i 180' previsti, almeno fino a quando non si arriverà alle semifinali al termine delle quali, dopo eventuali tempi supplementari e rigori usciranno le due squadre che faranno compagnia a Entella, Pordenone e Juve Stabia per accedere alla serie B.
Costanza nel rendimento, concentrazione massima e ottima tenuta atletica sono gli ingredienti necessari per affrontare questa coda di campionato al termine di una stagione difficile e logorante. Conclusa ieri la fase a gironi ora si farà sul serio e i giallorossi dovranno sfruttare il vantaggio di essere testa di serie disputando al "Ceravolo" la gara di ritorno in programma mercoledì 22 con inizio previsto alle ore 17. A differenza dei lombardi però, al di là della maggior tasso tecnico, il Catanzaro ha a disposizione un arma in più che, tra le squadre che sono rimaste in gioco solo Catania e forse anche Pisa hanno: il pubblico. Il ritrovato entusiasmo dopo il 6-3 ai danni del Trapani deve essere la spinta che dovrà accompagnare la squadra dandole maggiore carica e consapevolezza di essere forte, la più forte. Cominciamo già ad invadere Salò, nonostante la ridotta capienza del locale stadio (solo 2300 gli spettatori che potranno assistere alla gara). È l'occasione giusta per i residenti al Nord di dimostrare il loro amore verso i colori giallorossi, poi ci penseranno gli oltre 10.000 nel match di ritorno al "Ceravolo" a dare il loro contributo dimostrando ancora una volta che negli appuntamenti che contano i tifosi non si tirano mai indietro. In alto i vessilli, si alzi il sipario, inizia lo spettacolo, entrano in scena le Aquile del Sud!


Maurizio Martino
   


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Catanzaro

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510