HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » championsleague » Serie A
Cerca
RMC Sport Network
Sondaggio TMW
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

Lo sfogo di Allegri. Due finali straordinarie, ma sembrano ordinarie

13.02.2018 23:52 di Ivan Cardia    articolo letto 14112 volte
Lo sfogo di Allegri. Due finali straordinarie, ma sembrano ordinarie
© foto di www.imagephotoagency.it
“Non si può andare in finale di Champions ogni anno”. Sbotta Massimiliano Allegri. Che in conferenza difende la squadra, ma evidentemente il boccone l’ha assaporato amaro. Difficile fare altrimenti, quando un 2-0 diventa un 2-2. Sul quadro generale, però, è difficile dargli torto. Vincere la Champions League, per un’italiana, è quasi un miraggio, dal triplete interista in poi. La Juve, almeno, ci prova. Ma la prima forza del nostro campionato ospita la quinta della Premier League costretta a giocarsela alla pari. Lamela, per esempio, giocherebbe titolare in qualsiasi squadra in Serie A. Col Tottenham, ha esordito oggi in Champions League in stagione. Il diavolo non sempre è nei dettagli: la differenza, specie economica, col calcio inglese è macroscopica. Il gap esiste, è nei numeri. Le inglesi vanno male in Europa? Vero, ma pur sempre meglio delle italiane. Che in Champions vuol dire solo la Juve, in Europa League neanche ne parliamo. La Juve, torniamo alla base: le due finali, a un certo punto, pesano. Nel senso che ce l’aspettiamo tutti favorita, quasi d’obbligo, contro una squadra comunque di alto livello come il Tottenham. E invece quelle due finali sono arrivate in tanti modi: con la lotta, costante. Con un po’ di fortuna, che in Champions serve sempre. Con qualche impresa, come dominare il Barcellona. Due fatti straordinari, che sembrano ordinari. Su questo, è davvero difficile dare torto ad Allegri.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Articoli correlati



Altre notizie Championsleague

Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy