HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » chievo » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

Caso plusvalenze: la risposta del Chievo a quanto apparso ieri sui giornali

Con una nota apparsa sul sito ufficiale, il club di Campedelli ha voluto rispondere ad un nuovo coinvolgimento del club sul caso plusvalenze.
13.07.2019 16:10 di Paolo Lora Lamia    per tuttochievoverona.it   articolo letto 255 volte
Fonte: chievoverona.it
Caso plusvalenze: la risposta del Chievo a quanto apparso ieri sui giornali
© foto di Federico Gaetano

Chievo nuovamente invischiato nella vicenda "plusvalenze fittizie"? Arriva l'immediata risposta della società. Dopo la notizia apparsa ieri sul Corriere della Sera, secondo cui la Guardia di Finanza di Forlì ha sequestrato beni pari a 3,7 milioni di euro alla società di Campedelli (in merito a possibili illeciti derivati dalla compravendita di giovani calciatori tra i veneti e il Cesena), il club gialloblù ha chiarito la sua posizione diramando un comunicato ufficiale. Ecco quanto apparso sul sito della società clivense:

In riferimento alle notizie di stampa apparse nella giornata odierna, l’A.C. ChievoVerona riporta alcune importanti affermazioni contenute nel Comunicato Ufficiale del 05/11/2018 della Corte di Appello Federale, relativo alla sentenza della stessa del 25/10/2018, che stabiliscono:

1)    “... I valori esatti dei diritti ceduti .... in una situazione di libero mercato, non possono che essere quelli stabiliti dalle parti in un regime di libero mercato”.

2)  “Non è possibile addivenire ad una esatta valutazione dei valori di bilancio conseguenti ad una diversa determinazione del prezzo di cessione dei diritti e del relativo valore iscritto a bilancio”.

3) “…Non è possibile addivenire ad un’esatta valutazione dei valori di bilancio conseguenti ad una diversa determinazione del prezzo di cessione dei diritti e del relativo valore iscritto a bilancio. In assenza di tale elemento, non si può dire raggiunta la prova dell’illecita iscrizione delle squadre deferite ai campionati di appartenenza e, quindi, della violazione dell’art. 8, comma 4, CGS, richiesta dalla Procura”.

L’A.C ChievoVerona si riserva di agire in tutte le sedi competenti contro qualsiasi iniziativa che possa ledere l’immagine del club.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Chievo

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510