VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi vincerà la classifica cannonieri?
  Edin Dzeko
  Ciro Immobile
  Paulo Dybala
  Dries Mertens
  Mauro Icardi
  Ciryl Thereau
  Fabio Quagliarella
  Andrea Belotti
  José Callejon
  Luis Alberto
  Adem Ljajic
  Alejandro Gomez
  Lorenzo Insigne
  André Silva
  Nikola Kalinic
  Duvan Zapata
  Leonardo Pavoletti
  Altro

TMW Mob
Colpi d'Ala

Roma-Real, io sto con Spalletti e contro la mediocrazia costituita. Caos Palermo, situazione da fiera di paese. Infantino, arriva la rivoluzione

Nato a Roma, ha vestito le maglie di Parma, Fiorentina, Lecce, Perugia, Reggiana, Roma e Nazionale italiana. Ha vinto una Coppa Italia con la Roma e una Coppa delle Coppe, una Coppa UEFA, una Supercoppa UEFA e una Coppa Italia, tutte col Parma.
10.03.2016 13:30 di Alberto Di Chiara   articolo letto 48269 volte

La sconfitta e la conseguente eliminazione quasi annunciata della Roma in Champions ci ha dato ulteriore conferma che il nostro calcio non può competere con le grandi d'Europa. Aspettando tuttavia la smentita dalla Juve di Allegri e dalla Lazio di Pioli. Ma l'impressione resta: siamo entrati ormai in una mentalità di sudditanza: ci accontentiamo di uscire con dignità come nel rugby. Ha ragione Spalletti ad arrabbiarsi nei confronti dall'ambiente, che si ritiene soddisfatto nell'aver perso sia all'andata che al ritorno per 2-0 contro un Real Madrid in crisi al cospetto di una Roma in piena salute. È sbagliato entrare in questo vortice di mediocrità: il nostro calcio deve ritornare padrone e uscire dalla "mediocrazia costituita".

Bisognerebbe risanare tutto cominciando dai vertici di una federazione ed una lega che non fanno molto per migliorare la situazione. Da quello che mi risulta, sulla carta le società in Serie A che avrebbero finanziariamente le carte in regola per iscriversi, si contano sulle dita di una mano. Personaggi sempre piu grotteschi si appropriano del palcoscenico, palesandosi al timone di società storiche con un passato ricco di dignità e storia.

Impossibile non parlare poi del caos che sta succedendo a Palermo. A tenere il timone da anni ormai il presidente Zamparini, patron che è sempre riuscito a mantenere i rosanero ad ottimi livelli formando e garantendo per tutti questi anni una società solida finanziariamente, almeno in apparenza, ai tanti tifosi rosanero. È un presidente alla vecchia maniera, passionale, iracondo, tanto generoso quanto severo ed irascibile nelle sue decisioni, dettate sempre più spesso da rabbia e orgoglio piuttosto che dal ragionamento razionale. A dire la verità io personalmente ho sempre nutrito nei confronti di questi tipi di presidenti una certa simpatia. Non a caso ho lavorato per ben otto anni con Luciano Gaucci. Ricordo bene la sana passionalità di presidenti come Costantino Rozzi, Romeo Anconetani e lo stesso Vittorio Cecchi Gori, tanto per citarne alcuni. Tutti dimostravano il loro attaccamento alla propria squadra e alla propria società andando fuori dalla ragione a volte.

Ma quello che sta succedendo a Palermo sa di fiera di paese. In un calcio dove si sono persi tanti valori, oltre che tecnici anche professionali, per commentare la situazione che sta avvenendo in terra di Sicilia scrivo simpaticamente ciò che ho avuto modo di leggere su Facebook in riferimento a Zamparini: "Alla fiera dell'est, per due soldi, l'allenatore Zamparini esonerò. E venne Fabio Viviani che sostituì Iachini che aveva sostituito Giovanni Bosi che aveva soppiantato Giovanni Tedesco che aveva sostituito Guillermo Barros Schelotto, che aveva rimpiazzato Giovanni Bosi che aveva sostituito Fabio Viviani che era subentrato a Davide Ballardini che aveva rimpiazzato Beppe Iachini...".

Prendiamola a ridere. È un dato di fatto il nostro calcio è paragonabile ad una sagra di paese, con personaggi improvvisati e dalla dubbia moralità a volte. Dobbiamo ritrovare i veri valori e migliorarci stando al passo con i tempi. Intanto i vertici del calcio mondiale sono cambiati. L'insediamento di Infantino, manager giovane, ai vertici FIFA fa ben sperare. Già sta operando dei cambiamenti importanti nei regolamenti in campo. Speriamo che anche in Italia si arrivi ad uno svecchiamento che consenta una ripresa quanto mai necessaria per ritornare a vincere sul campo in Europa e nel Mondo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Colpi d'Ala
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - Ceccarini: "Cagliari, c'è anche Beretta per la panchina" Ore calde in casa Cagliari. Dopo l'esonero di Rastelli, la società sarda sta scegliendo a chi affidare la panchina rossoblù....
18 ottobre 1908, a Chiasso si gioca il primo derby di Milano Il 18 ottobre 1908 si gioca il primo derby milanese della storia. Curiosamente non in terra meneghina e nemmeno italiana: Milan-Inter...
TMW RADIO - I Collovoti: "9 a Icardi. Dybala e Higuain bocciati, 4" Torna l'appuntamento con ' I Collovoti' di Fulvio Collovati, che su 'TMWRadio' commenta la giornata di campionato appena...
#NES-tweet - #Calcio - #Napoli prima forza d'Italia. Subito dopo, vedo la #Lazio, prima di #Inter e #Juventus, per una supremazia non di individualità, ma di equilibrio. NES-tweet Da lunedì 24 luglio 2017, attuo una sinergia fra tuttomercatoweb.com, Facebook (NESTI Channel in www.carlonesti.it) e...
L'altra metà di ...Manuel Pucciarelli L'attaccante del Chievo Verona Manuel Pucciarelli e la bella fidanzata Roberta Marino si sono conosciuti circa 3 anni...
Fantacalcio, PROBABILI FORMAZIONI 9^ GIORNATA --in aggiornamento-- AGGIORNATO 18-10-2017  ORE 13:35 Tra parentesi troverete gli indici di schierabilità e la percentuale voto panchina, che vi aiuterà nel capire chi potrà...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 18 October 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi Wednesday 18 October 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.