HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Editoriale

100 milioni per Belotti ma Dani Alves è costato 0. L'Inter vuole Conte, il Milan doveva rinnovare per Donnarumma tre mesi fa. La stampa si merita i lettori che ha... e viceversa

Nato a Bergamo il 23-06-1984, giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008 e caporedattore dal 2009, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
14.05.2017 12:30 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 88666 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

È stata una settimana molto piena. Il Milan incomincia a tirare fuori le cartucce e incontra mezzo mondo, l'Inter esonera Pioli mentre la Juventus va a Cardiff, il Torino non vorrebbe cedere Belotti ma Cairo incomincia a contare i soldi, la Roma saluta Totti con l'omaggio di San Siro, Bernardeschi si arrabbia con tutti, De Laurentiis... fa il De Laurentiis.

Partiamo con ordine, cioè dalla Spal. Complimenti al tecnico, mister Semplici, che ha portato una squadra di ottimi giocatori - qualcuno magari in Serie A ci doveva arrivare qualche tempo fa - e un paio di giovani dal futuro splendente (fuori i nomi: Bonifazi e Meret) riuscendo nel mix migliore da 49 anni a questa parte. Ferrara ritorna in A, ma c'è un problema che tutti conoscono e di cui qualcuno parla, ma senza incisività. I diritti televisivi italiani sono una vergogna. Lo sbilanciamento fra le prime della classe e le ultime è talmente ampio che potrebbe rappresentare il bilancio di una squadra europea media. Magari non è possibile fare come in Premier League, dove l'ultima in classifica percepisce un centinaio di milioni (e la prima 150 circa) ma come in Bundesliga sì: quella attuale, perché il campionato tedesco - con Rummenigge che si lamentava perché il Bayern Monaco è penalizzato - sarà ancora più democratico per la prossima annata: le prime sei classificate, per intenderci, avranno diritto allo stesso importo. "Ahahah, bella battuta", mi sembra di sentire. In realtà sarà davvero così. La Spal dovrà fare un campionato impossibile per salvarsi. Più o meno quello che ha fatto il Crotone nelle ultime settimane, quando però gli obiettivi per molte squadre sono oramai scemati: complimenti ai pitagorici per, almeno, avere mantenuto interessante la corsa salvezza finora. In tutto questo ci sono le big che continuano a tirare verso il proprio mulino, senza dare grande respiro alle piccole, abituate alle briciole dei diritti televisivi. Peccato che fra un po' rimarranno le briciole per tutti e sarà un campionato per poveri: fuori dall'Italia siamo visti come un campionato scontato, con partite che non divertono. Chissà perché.

Dopo l'omaggio dovuto ai ferraresi, si torna a bomba sulla Champions League. La Juventus quest'anno è arrivata in surplace in finale, archiviando il Barcellona, Monaco e Porto all'andata. Qualcuno potrà dire che, tolti i blaugrana, sono avversari da Europa League. Nella Champions ci vuole anche fortuna, ma non è l'unica componente: quando spendi zero euro per portare alla Juventus un campione come Dani Alves, un fenomeno assoluto come Khedira (il cui punto debole sono gli infortuni, ma davvero solo quelli) e tanti altri, alla fine meriti di vincere. L'ex Barça ha scavato il solco contro il Monaco, giocando da dieci (e lode) andata e ritorno. Quando i giochi si fanno duri... La fortuna non è solo pescare grandi giocatori a zero, perché anche l'Inter con Banega - con le dovute proporzioni - avrebbe preso il jolly. Peccato che da una parte vengano protetti e quasi coccolati, dall'altra tutti quanti sono alla mercé di chiunque. L'Inter non difende i propri campioni che, da par loro, fanno un po' ciò che gli gira. Non sbaglia Suning a prendere un coordinatore come Sabatini, così come non farebbe male lui ad assumere un allenatore come Antonio Conte. O come Diego Pablo Simeone. O come tanti altri, ma c'è bisogno che il club incominci a far quadrato sulla propria squadra e sul tecnico. Altrimenti fai presto, anche con un grandissimo, a perdere la tramontana e trovarsi di nuovo sulle onde.

E il Milan? Intanto fa casting, per capire chi possa arrivare a giugno. Almeno c'è un'idea chiara, l'allenatore, poi tutto il resto. Ecco, prima di fare casting sarebbe bello che qualcuno spieghi perché il rinnovo di Donnarumma non sia ancora arrivato. La proposta c'è? Se sì, è davvero così lontana dalle richieste - forse esose - di Mino Raiola? Di più, servono acquisti per convincere il portiere a rimanere? C'è qualcosa di increspato e se per De Sciglio la situazione è fluida (andrà via) per il buon Gigio qualcosa di problematico c'è. Cento milioni per Belotti sarebbero un bell'investimento, poi ce ne sarebbero altri 23 per Kessie - troppo pochi - e circa 18 per Musacchio. Siamo già ai 150 che i cinesi vorrebbero mettere sul tavolo... insomma, sarà un'estate calda.

L'ultima chiosa, invece, è per chi si lamenta sempre dei giornali che legge, così come della nostra categoria. Lungi da me voler difendere (o accusare) nessuno, sono convinto che la gente abbia quel che si merita, e viceversa. Ce l'ho con chi non ha dato - e non vuole dare - spazio a una notizia enorme come le commissioni finite nelle tasche di Raiola per Pogba, con l'agente che ha di fatto posseduto una parte del cartellino del giocatore - lo aveva spiegato lui stesso in un'intervista - ben sapendo che queste pratiche sono vietate. Iniziando a mettere a conoscenza chi ci legge della situazione del calcio in Italia e non solo aiuterebbe, tutti, a crescere ancora un pochino, sia per cultura sportiva che come movimento. C'è un problema: qualunque tifoso direbbe che è solo una mossa per destabilizzare la squadra, la società, l'ambiente. Semplicemente perché nessuno vuole giornalismo vero... o almeno, non sul proprio club. Così come non si potrebbe nemmeno scherzare informando. E chi si lamenta della libertà di stampa in Italia è il primo censore di quello che dovrebbe essere.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Sarri al Chelsea con Zola. E vuole Higuain. L’incontro con Abramovich. Napoli, arriva David Luiz. De Laurentiis, cento milioni sul mercato per Ancelotti. Inter, a luglio riproverà per Rafinha. Icardi può partire. Milan, mercato bloccato 25.05 - L’arrivo di Ancelotti al Napoli è il trionfo di Aurelio De Laurentiis e delle sue strategie. Da mesi, sott’acqua, con il sorriso sulle labbra e i complimenti pubblici a Sarri, in realtà aveva già annusato l’aria di divorzio e stava lavorando al futuro senza l’allenatore toscano. Proviamo...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il colpo di De Laurentiis: Ancelotti rilancia il Napoli e Napoli. E ora Sarri? Ecco la nuova Inter e tutti gli allenatori di A 24.05 - Ancelotti sbarca ufficialmente a Napoli. 3 anni di contratto a circa 5 milioni di euro. Con il suo staff al completo e con una gran voglia di tornare ad essere protagonista nel nostro campionato. Il presidente De Laurentiis ha fatto un grande colpo, ha riportato in Italia un grandissimo...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Ecco cosa rischia il Milan dalla Uefa: la scure del financial fair play pronta ad abbattersi sui rossoneri, e il salto all'indietro rischia di essere davvero triplo. Eppure c'era quel dettaglio che rendeva tutto prevedibile… 23.05 - E' andata come si sperava non andasse, o come si temeva, o come qualcuno aveva indicato: la Uefa ha rifiutato il settlement agreement, dopo aver in illo tempore rigettato il voluntary agreement, e ha rinviato il caso alla Camera. Decisione che è l'anticamera della sanzione nei confronti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Buffon a Parigi, Emre Can-Morata in arrivo. Inter: Icardi resta, solo uno tra Rafinha e Cancelo. Milan: i numeri (ottimi) di Gattuso e il “guaio” Donnarumma. Napoli: Sarri tra i soldi e il cuore 22.05 - È finito il campionato. Quando finisce il campionato c’è chi è felice e chi no. Poi inizia il mercato. Anzi, il mercato c’è a prescindere, anche a Pasqua. Solo che quest’anno per noialtri non c’è neppure il Mondiale e, quindi, c’è “più mercato”. Ci sono tifosi che al gol di Vecino...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve-Napoli: lo scudetto dei veleni. Milan, il bomber del futuro ce l’hai in casa. Parma, il volo del Faggiano. Verona, Marchetti la tua strada migliore 21.05 - Bare con nomi di calciatori, maglie offensive, cori inopportuni e via con il valzer delle schifezze. Bisogna saper perdere ma bisogna anche saper vincere. Non vale solo per la Juventus ma per tutti. Ha vinto la Juve e, allora, via con i fucili spianati su Torino. Avesse vinto il Napoli...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Rivoluzione Juve, ma solo in campo. Gli Scudetti sono 34. Valzer del moscerino: Napoli-Sarri, Inter-Spalletti, Lazio-Inzaghi, solo il Milan ci proverà per Conte (se salta la coppia Gattuso-Mirabelli) 20.05 - Ogni anno la stessa, identica, storia. Massimiliano Allegri sembra sulla graticola, poi vince lo Scudetto e la Coppa Italia - 4x4, complimenti - e rimane alla guida del club italiano più famoso. Anche nel mondo, dopo che l'egemonia Milan, dovuta soprattutto alle Coppe Campioni, è...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, nella lista anche Ilicic e Cristante. Il Milan non molla la pista Belotti. Lazio, idea Badstuber per la difesa 19.05 - Ancora 90 minuti e poi tutto sarà chiaro. La Champions è un traguardo fondamentale per il mercato dell’Inter, aiuterebbe sul piano degli investimenti, ma le strategie sono già definite. La partita di domenica sera all’Olimpico contro la Lazio è insomma un crocevia. Il primo passo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Buffon aspetta il Real. I retroscena del divorzio con la Juve. Allegri, ecco cosa vuole per restare. Sarri resta con un Napoli più forte: tutti i nomi nel mirino. Milan, Baselli al posto di Bonaventura 18.05 - S’era capito che Buffon non aveva nessuna intenzione di smettere, ma alla Juve non si fanno condizionare, i piani li fanno loro e non hanno sentito storie. Alla Juve ragionano con la testa fredda e non con il cuore caldo. “Anche se sei il capitano, anche se sei un mito, anche se...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Incontro Sarri-AdL e le schiarite all'orizzonte: come può cambiare il Napoli? Buffon, l'addio e la chiusura di un'era, ma ne riparte un'altra. Le milanesi legate (anche) al risultato... 17.05 - Il tanto atteso faccia a faccia c'è stato e ora si può cominciare a ragionare sul futuro. Tutto sembra essere andato veloce come l'auto (del direttore sportivo napoletano Giuntoli) che è entrata e uscita da Castel Volturno fra un allenamento e l'altro. I tanti dubbi di questi giorni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Esclusivo: Balotelli festeggia la convocazione in Nazionale regalandosi il Marsiglia, è quasi fatta. Nel frattempo, ecco perché la scelta di Mancini è la migliore possibile 16.05 - Mario Balotelli tornerà lunedì prossimo in Nazionale, e festeggia la convocazione dopo 4 anni regalandosi la nuova squadra: l'Olympique Marsiglia. E' quasi tutto fatto tra i francesi e Mario. L'accordo di massima c'è, si vuole però ancora aspettare su sponda Balotelli perché Raiola...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy