VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Musacchio, Kessiè, Ricardo Rodriguez e André Silva. Quale nuovo acquisto del Milan vi piace di più?
  Mateo Musacchio
  Franck Yannick Kessié
  Ricardo Rodriguez
  André Silva

TMW Mob
Editoriale

2013: i dieci oscar del calcio italiano

Nato ad Avellino il 30-09-1983 vive a Milano dal 2005. Per 9 anni caporedattore Calcio e volto principale della testata "Sportitalia". Dal 2007 dirige Tuttomercatoweb. Organizzatore e conduttore dei Gran Galà del Calcio AIC 2011 e 2012
06.01.2014 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 34791 volte
© foto di Federico De Luca

Anno nuovo, vita nuova, calcio nuovo...macché! L'Italia, tra uno scandalo e l'altro, guarda avanti. Guarda a quel Mondiale che dirà addio a Cesare Prandelli, guarda ad un'Europa sempre meno italiana e ad un futuro con più ombre che luci. E' tempo, ancora, di bilanci. Dopo il pagellone dei Direttori Sportivi, vogliamo consegnare 10 oscar virtuali ai protagonisti del nostro calcio, consapevoli che non avremmo avuto tempo in un editoriale se avessimo voluto consegnare i tapiri. Dieci posson bastare, come le dieci ragazze di Lucio Battisti.

Un oscar di diritto va ad Antonio Conte. Miglior allenatore italiani, stravince il campionato a mani basse ed è pronto a servire il tris. La vittoria sulla Roma è un'ulteriore conferma. Lo Scudetto, la Juve, lo ha già vinto a gennaio. Scudetto che sta ai giallorossi come Laura Pausini all'hip hop.
I bianconeri avrebbero potuto fare meglio in Europa ma la squadra ancora non è pronta per vincere la Champions, certo poteva e doveva passare il turno. Comunque è il miglior allenatore italiano in Italia anche per il 2013. Speriamo il Real non se ne accorga.

Vince il premio anche l'Avvocato Beppe Bozzo, da Cosenza ma trapiantato a Roma. Lavora senza megafono, non nasconde false residenze a Montecarlo, gestisce calciatori e allenatori di primo livello e oltre a fare gli interessi dei suoi assistiti lavora bene anche per le società che lo chiamano per fare da intermediario. W la gente che si fa da sola e soprattutto w la meritocrazia.

Daniele Pradè ha dimostrato ai Della Valle che facendo calcio intelligente arrivano sia i risultati in campo che nel bilancio. Si sceglie validi collaboratori, ottime intuizioni e perfetta gestione dello spogliatoio.

L'Oscar alla carriera a Francesco Totti. Un esempio per i giovani. Fa beneficenza e non lo dice. Corre e si sacrifica come un 18enne ed è l'esempio del professionista. Averne di calciatori come Totti, un Panda.

Barbara Berlusconi ci ha conquistato con il carattere e la determinazione. Non avrà l'esperienza del padre, però, prima di alzare la mano e di chiedere la parola ha studiato in silenzio per due anni. Donna di carattere e dalle ottime intuizioni. Per il Milan può essere solo un bene il rapporto tra padre e figlia. Unico errore commesso: aver avuto una storia sentimentale con un tesserato della sua società. Ma si sa, al cuor non si comanda...

In Federazione è il nuovo che avanza. Il calcio italiano, però, non ama i giovani e preferisce tenerli in seconda fila. Demetrio Albertini è il futuro del pallone di casa nostra. Giovane con idee, influente nell'AIC e possibile DG del Milan. Avanti con Demetrio...

Oscar a Sergio Gasparin. In Italia, sapete come funziona? Mangiamo e ci dimentichiamo. Chi retrocede lavora, chi macina successi lo accantonano. O perché troppo bravo o perché a qualcuno dà fastidio. Gasparin con il Catania ha ottenuto numeri da record, grazie anche al lavoro passato di Pietro Lo Monaco, eppure oggi è osservatore di se stesso. W Cosentino, questo si che è calcio...

Un Oscar ad Infront Italy. Tutti ne parlano male perché ha le mani in pasto un pò ovunque. Paga la Lega e trova gli sponsor a diverse società di A ma se non fosse per Infront oggi il calcio italiano sarebbe già saltato in aria. Un miliardo all'anno per un prodotto che, forse, vale a malapena 600 milioni. Crea l'asta con Sky e prende soldi da Mediaset. Chiamateli scemi...

Del nostro Oscar non saprà cosa farsene, però, glielo spediamo lo stesso. Massimo Cellino ha difeso le idee, ha portato un progetto e si è messo contro le istituzioni per un maledetto stadio per il suo Cagliari. Si è fatto la galera con dignità e giocando tutte le partite in trasferta si è salvato fischiettando. Presidente, l'Oscar è suo. Ogni tanto lo guardi pensando ai momenti peggiori che le hanno fatto vivere in quest'ultimo anno maledetto.

10° Troppo facile, per chi sta leggendo, pensare... "Vabbè, ovvio che un Oscar finiva ad Udine". E, invece, come sempre me ne infischio degli invidiosi e con tutto il cuore consegno l'Oscar del 2013 a Gianpaolo Pozzo, proprietario dell'Udinese. Solo chi lo conosce lo ama. Il Presidente più longevo del nostro calcio, dopo 27 anni ancora non si è stancato di questa giungla. Dalle 9 alle 21 lo trovate allo stadio, dove c'è la società e la sua poltrona. Da lì controlla la nascita del nuovo Friuli, parla con allenatori, dirigenti e calciatori. Pozzo è il vero Presidente-Signore del nostro campionato. Poi qualcuno si chiede come faccia a funzionare alla perfezione il giocattolo. Collaboratori validissimi (Collavino-Rigotto-Giaretta-Campoccia) e delle intuizioni da Presidente-operaio. Ha un grande vantaggio, rispetto a tutti i colleghi: fa calcio perché ama la sua città e non per vantaggi imprenditoriali o politici. Poi, certo, un imprenditore deve anche chiudere in attivo il bilancio e a chi lo conosce ripete sempre una sua frase: "Non importa la cifra, quello che importa è che prima del primo numero ci sia sempre il segno +".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, Bonucci non è incedibile. Se vuole può partire. Douglas Costa o Bernardeschi? Iniesta con Cuadrado al Barça. Agnelli rimane presidente. Milan, Donnarumma resta 23.06 - Dalla notte di Cardiff sta nascendo il mercato della Juventus e neppure le liti (presunte o vere), i lunghi coltelli (veri o presunti) dello spogliatoio, potranno far cambiare idea a Marotta e Paratici. Avanti con questo gruppo, anche se i ritocchi saranno pesanti. E se qualcuno pensa...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata... 22.06 - La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan-Donnarumma, la soluzione c’è! Roma, le idee (giuste) di Monchi… Juve, ansia Alex Sandro! Ma Ibra? 21.06 - Ogni estate ha il suo tormentone calcistico… Il 2017 lo ricorderemo, a parte per il caldo asfissiante, per le “bizze” legate a Gigio Donnarumma. Neanche i sceneggiatori di Beautiful (soap opera che va in onda, in Italia, dal 1990) potevano creare un intrigo simile… Dal bacio alla...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un nome per sostituire D.Alves (ma fa a “pugni” con D.Costa…). Milan: attenti alla novità “per forza” su Donnarumma (e Conti…).  Inter: tutto quello che Spalletti ha chiesto dal mercato. Napoli: Raiola ci ha fatto un regalo 20.06 - Per iniziare salutiamo tutti assieme Luigi di Sciacca, filibustiere siciliano incontrato sabato sera a Como. “Ciao, tu scrivi chilometri di robe su tmw. Ti leggo per addormentarmi”. Gli ho offerto un birrone bello fresco perché mi sembrava un complimento. A mente fredda rivorrei...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola non è una minaccia ma una condanna: Tavecchio vigili per il bene dei vivai. Juve, multa Dani Alves. Sabatini prepara i colpi. Serie C, final four "format" da rivedere 19.06 - Quello che in molti non capiscono, dirigenti e tifoserie lontane dai colori rossoneri, che la battaglia sul caso-Donnarumma non riguarda solo il Milan o solo Donnarumma. E' una battaglia di sistema. I tifosi, invece, la racchiudono frettolosamente nel colore sociale e si perdono nel...

EditorialeDI: Marco Conterio

E' il calciomercato più bello del nuovo millennio. Casi shock e trasferimenti record: la top ten dei tormentoni ma siamo solo all'inizio 18.06 - E' un'estate calda, ma questo non è certo una novità. Solo che quest'anno, sotto l'ombrellone, ci stiamo già godendo la più bella e divertente sessione di mercato da anni a questa parte. In ordine sparso: la bomba Cristiano Ronaldo con il Real Madrid. L'avvento dei cinesi del Milan...

EditorialeDI: Mauro Suma

Donnarumma: costi quel che costi. Suning tra ex juventini ed ex milanisti. Da Cardiff a Castellammare 17.06 - Non l'ha ordinato nessuno ai tifosi del Milan di innamorarsi di Donnarumma. Nemmeno ai bambini ai quali, come per Kakà, e torneremo su questa nemesi, è particolarmente difficile spiegare cos'è successo. Ma non è il tempo del pistolotto moralistico: solo analisi e solo dettagli. Era...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma, ecco perché va via. Una storia scandalosa. Il Real lo aspetta, ma anche la Juve. Tornerà in Primavera o andrà in tribuna. Piace Neto. Inter, via Perisic. Nel mirino Bernardeschi e Borja Valero. Allegri aspetta Iniesta 16.06 - Donnarumma, una storia scandalosa. Una società investe sul settore giovanile, fa crescere un bambino, lo lancia in serie A, gli offre cinque milioni di ingaggio per cinque anni (una follia) e lui che fa? A diciotto anni dice no, vuole andar via per più soldi e forse più gloria. Una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter colpo a centrocampo, Juve passi avanti per N'Zonzi (e non solo), Milan il giorno di Donnarumma 15.06 - Si presenta Spalletti e spiega la sua filosofia. E mentre si presenta i suoi direttori lavorano per consegnargli una squadra che possa ricalcare più possibile le sue idee. Ecco perché è partita l'offensiva per Borja Valero. Il giocatore era già in cima alla lista dei desideri di Spalletti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan regina del mercato ma il prezzo lo fa la Juve… Chelsea-Insigne, mai nella vita! Inter, Perisic partirà. Ania, l’amica che tutti sognano… 14.06 - Ormai il caldo si è impossessato delle nostre giornate. Le temperature sono sempre più hot, così come il mercato. Si parla di milioni come se fossero noccioline… Sontuoso quanto sta facendo il Milan. Zittiti tutti coloro che dubitavano della solidità della nuova proprietà cinese....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.