HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Editoriale

Alisson al Liverpool e il giro dei portieri, la Juve fra Higuain, Rugani e Pjanic. Il Milan fra TAS, Elliot e mercato. Un mese in apnea (non solo per il mercato)

19.07.2018 07:12 di Luca Marchetti   articolo letto 52599 volte
© foto di Federico De Luca

Ormai Alisson è un giocatore del Liverpool. E così a spuntarla è stata il terzo, che si prende uno dei portieri più forti del mondo, sicuramente il più caro. Lo ha seguito il Real che però non ha mail voluto affondare il colpo perché non convinto di voler spendere così tanto. Ci ha pensato il Chelsea che dopo aver capito che il Real sarebbe andato su Courtois, che comunque sarebbe rimasto a scadenza. Del Liverpool si era sempre parlato, soprattutto dopo la finale di Champions e gli errori di Karius. Ma stavolta ha fatto tutto di fretta, con grande decisione senza tentennare e nel giro di 48 ore si è chiusa una trattativa da 73 milioni di euro, bonus compresi che fanno di Alisson il portiere più pagato del mondo e un’altra plusvalenza mica da ridere per la Roma. Che ora per sostituirlo pensa ad Areola del PSG in assoluta pole position rispetto a Cillessen del Barcellona, Olsen del Copenaghen e Schmeichel del Leicester.
La Roma naturalmente non investirà tutti i soldi di Alisson sul portiere, ma cerca ancora un esterno d’attacco. Resta vivo l’interesse per Suso, ma piace molto anche Malcolm del Bordeaux (che era stato seguito dall’Inter) e che ancora non ha chiuso con l’Everton. A dire la verità il sogno impossibile sarebbe Chiesa della Fiorentina (che è stato già dichiarato incedibile) mentre invece sembrano in ribasso le quotazioni di Berardi.
Attenzione comunque perché se la Roma dovesse prendere Areola dal Psg, potrebbe aprirsi uno spazio per la cessione di Donnarumma al PSG, anche per fare il secondo di Buffon...
Di tutte le altre è il Milan a vivere momenti di grande cambiamento. Intanto la sentenza del TAS, sulla squalifica di un anno dalle competizioni europee, che potrebbe dare un altra prospettiva alla nuova proprietà Elliott. Che si insedierà ufficialmente sabato, con il nuovo CdA e con la nomina del nuovo presidente Scaroni. Poi bisognerà capire cosa succederà con gli attuali dirigenti ovvero Fassone e Mirabelli. La sensazione è che già sabato si dovrebbe arrivare al divorzio con chi ha gestito la squadra sotto la proprietà cinese, visto che Elliott avrebbe in testa un progetto triennale prima di cedere il Milan ad eventuali acquirenti. Ma il lavoro di Fassone e Mirabelli potrebbe continuare anche in questa sessione di mercato (nonostante si siano già fatti i nomi di Leonardo e Gazidis come direttore dell’area tecnica e amministratore delegato). Ecco perché i due continuano a lavorare sulle ipotesi Higuain o Morata (ma naturalmente devono partire Kalinic e André Silva) ed ecco perché Badelj aspetta ancora un po’ prima di prendere in considerazione Zenit, Lione e Villarreal.
La Juve dopo essersi goduta trionfalmente la chiusura dell’affare di CR7 comincia a lavorare sulle cessioni e su altri arrivi. Darmian rimane un obiettivo nonostante la trattativa ancora non sia entrata nel vivo. Per quanto riguarda le cessioni la vera novità è la cena a Milano fra Pjanic e il suo nuovo agente (Ramadani): si cerca di capire se ci sono davvero i presupposti per una cessione al Barcellona (o anche al Chelsea visto che proprio Ramadani è stato uno dei grandi registi dell’operazione Sarri). A Pjanic, verosimilmente, sono state prospettate queste soluzioni, ma sullo sfondo rimane la volontà della Juventus di rinnovare. Ora bisogna capire anche le intenzioni del ragazzo, che all’uscita da ristorante ha solo parlato del colpo di CR7. A proposito di Chelsea, registriamo il primo contatto fra Juventus e i londinesi per Higuain. Prima di intraprendere una vera e propria trattativa il Chelsea ha bisogno di vendere uno fra Morata (che piace al Borussia Dortmund) e Batshuayi. Nella chiacchierata fra Juventus e Chelsea primi sondaggi ufficiali anche per Rugani, ma ancora non c’è una vera apertura nei confronti di una cessione, forse anche per tenere alto il prezzo.
Napoli e Inter cercano terzini e per il momento non si incrociano: i partenopei sempre su Lainer, Sabaly e Toljan (del Borussia Dortmund). I nerazzurri sempre su Vrsaljko e Darmian, con Herichs del Bayer Leverkusen come valida alternativa.
Il Genoa è scatenato: vuole prendere anche Favilli, contatti con la Juventus per scavalcare la concorrenza (Sampdoria e Udinese). La Samp a centrocampo pensa a Mbia (che piace a Sabatini), l’alternativa sarebbe Edelnilson Fernanrdes, 22enne del West Ham. In attacco invece cresce l’ottimismo per Defrel della Roma e piace molto Oberlin del Basilea. Il Parma chiude per Galano (lo voleva anche il Benevento) e prende Rigoni a parametro zero. L’Udinese è su Anderson, difensore del 95 del Bari, il Frosinone ufficializza Perica e è in chiusura per Vloet centrocampista del Nac Breda, il Sassuolo ha messo le mani su Boga del Chelsea che ha accettato le ultime condizioni.
In B: Finotto va al Cittadella, il Livorno prende Malcore, a Carpi va Tutino, a Benevento Roberto Insigne, a Verona spingono per prendere Di Carmine e hanno chiuso per Henderson. Il Palermo ha chiesto Marchizza al Sassuolo. Ma quello che terrà banco fino a chissà quando è il caos ripescaggi riammissioni. Con ricorsi, controricorsi, fallimenti, procedimenti di giustizia sportiva... classifiche che cambiano, corse contro il tempo, pochissima chiarezza... ci sono i presupposti per un’estate incadescente... Si rischia seriamente di compromettere la serietà del calcio italiano e di far disamorare i pochi imprenditori seri che hanno deciso di investire nel pallone. Basterebbe avere chiare le regole, sin dall’inizio...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: Chiellini e altri difensori. Inter: 10 "segreti" sulla festa di Wanda Nara (e uno su Spalletti). Milan: Donnarumma, Abate... e un dato di fatto su Ibra. Napoli: forza Ancelotti, fai impazzire i critici 11.12 - Ciao. Sono stato al compleanno di Wanda Nara. Giuro. Mi ha invitato perché è gentile. E quindi non dovrei, ma vi racconto tutto il torbido di una festa che ha fatto molto parlare e ha indignato i più. Giustamente, tra l’altro: un capitano che va alla festa di sua moglie non si era...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve-Inter, la differenza tra il gioco e la vittoria. Roma, non c'è nulla. Napoli, devi farcela. Bigon e la meritocrazia: misteri del calcio 10.12 - La differenza tra la Juventus e l'Italia non sta solo nella classifica. Sarebbe riduttivo per una squadra che a dicembre, in campionato, ha vinto tutte le partite e pareggiata una. Se il calcio fosse un'equazione, allora, avremmo risolto molti problemi e ci saremmo messi l'anima in...

Editoriale DI: Marco Conterio

La vittoria di Allegri e la sconfitta di Spalletti. Cancelo, rimpianto nerazzurro e clamorosamente sottovalutato in Europa. Agnelli-Zhang segnano la fine della storica rivalità tra Juventus e Inter? 09.12 - Il tempo dei bilanci di fine anno si avvicina ma è chiaro che tracciare una linea su quel che è stato di questo 2018 non sia complicato. La gara di due sere fa di Torino ne è la chiara fotografia: il coraggio non basta, la Juventus prepara Capodanno da febbraio mentre le altre sono...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli e Giuntoli il matrimonio va avanti, si lavora ancora per Zielinski. Milan, per Cahill c’è l’ok del Chelsea ma resta l’ostacolo ingaggio. La Juventus ripensa a Isco. Roma anche Weigl nella lista di Monchi. Fiorentina su Sansone 08.12 - Meno di un mese e il mercato sarà di nuovo aperto. E allora parto subito con il Napoli e con Cristiano Giuntoli. Un matrimonio destinato a durare ancora a lungo. Con De Laurentiis il feeling è forte e le parti sono vicine a prolungare il rapporto per continuare un ciclo che si è aperto...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Marotta sfida la Juventus. Duello a tutto mercato per Barella, Chiesa, Milinkovic Savic, Martial e non solo: il sogno è Dybala nerazzurro. Spalletti, i segreti per fermare Allegri. Un Ronaldo dall’altra parte vent’anni dopo il rigore contestato 07.12 - Marotta non è ancora un dirigente dell’Inter, almeno in via ufficiale. Per opportunità sarà presentato soltanto giovedì prossimo, dopo la sfida di questa sera con la Juve, il suo passato ancora vivo e caldo. Tutto sommato la scelta di Suning è condivisibile, nel calcio ci sono già...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Vince sempre il più ricco? E come si fa a batterlo? 07.12 - Spesso si fanno discorsi relativi al fatturato e alla capacità di spesa. È evidente che se hai più soldi sei avvantaggiato: diciamo che come minimo puoi permetterti più errori. Ma da qualche tempo a questa parte, soprattutto in Italia, sembra quasi si sia innestato un circolo virtuoso...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Derby d’Italia: ma davvero l’Inter pensa di avere qualche speranza? La Juve allo Stadium prepara una vittoria dal sapore spietato. Quello che deve temere la Juventus è su Isco: Paratici sta lavorando, ma la situazione è complicata 05.12 - Era dal 2010 che non si giocava un derby d’Italia al venerdì, occasione che può essere di buon auspicio per entrambe: perché era l’ultimo anno in cui un’italiana vinse la Champions, e quell’italiana fu l’Inter - e il derby si anticipò appunto prima della semifinale Inter-Barcellona. Ma...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incredibile "fame" bianconera e un solo dubbio. Inter: su Spalletti bisogna darsi una regolata. Milan: altalena Gattuso, da "inadatto" a "mister modello". Tutte le rogne del Var... 04.12 - Il problema del Var che fa incazzare tutti come delle bestie (giustamente) è un non-problema, nel senso che non dipende mica dal Var. Prendersela col Var è come prendersela col semaforo che “questo rosso dura troppo! Maledetto!”. Oh, mica lo decide lui. Ecco, qui la questione...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

La Juventus non ammazza il campionato ma tutto il sistema. L'inutilità del Var. Milan, serve la svolta a gennaio. Serie B e C, quando le decisioni? 03.12 - Non è un discorso di essere tifosi della Juventus oppure no. Quelli che leggerete sono solo complimenti verso la società, i tifosi, la squadra, Allegri, i magazzinieri, la segreteria, l'ufficio stampa e l'autista della Juventus. Però il problema non è la Juve, il vero problema è che...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

Dai mecenati al FFP, dai crac alla noia. Così non va: come ripensare la Serie A? O si vara la Superlega o si cambiano le regole, guardando a modelli molto diversi come quello NBA 02.12 - È appena iniziato il mese di dicembre, non siamo ancora al giro di boa della Serie A e tra gli italiani che vivono di pane e pallone ci sono due correnti di pensiero. Ci sono coloro che considerano il discorso Scudetto già concluso, chi dice che raggiungere una Juventus che finora...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->