HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

Allarme Juve. Simone, prenota il posto di Max. Che goduria questo Napoli. Torino, così in Europa non ci vai...

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
16.10.2017 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 34671 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Il paradosso del calcio è sempre lo stesso. Molte favole nascono dalla coincidenza, poi c'è quello bravo che le sfrutta (Simone detto Inzaghino perché in campo dei due era il più scarso, anzi, il meno forte) e chi invece sale sul treno sbagliato nel momento sbagliato (vedi Seedorf, Brocchi e Inzaghi, quello vero che in campo era un fenomeno ma in panchina un normale allenatore che vive di calcio). Simone era già a Salerno quando l'hanno richiamato perché, per fortuna di tutti, Bielsa aveva dato di matto. Arrivava dalla Primavera e già la serie B gli sembrava un sogno. Inzaghi è l'allenatore che, in questo momento, ci piace di più. Non per i risultati ma per come fa giocare la Lazio, per lo stile, per come parla e per come si pone. Simone ci piace perché è vero. Esulta con i suoi ragazzi con corse folli ma educate. Vive il calcio e vive di calcio. Festeggia a fine partita e abbraccia tutti, ma non lo fa perché lo aveva pensato due giorni prima e deve seguire un copione, lo fa perché è uno vero che vive e trasmette passione. Ecco, Simone ci piace da pazzi. Ha comandato, nel secondo tempo, a casa del più grande: il Conte Max, che Conte l'ha sostituito ma, la scorsa estate, avrebbe dovuto cambiare aria ed è strano che una società come la Juventus non lo abbia capito e non sia stata in grado di leggerlo tra le righe. Premesso che la Juventus non è assolutamente fuori dai giochi scudetto, anzi, purtroppo per il Napoli resta, a mio avviso, la favorita seppur non più indiscussa, Marotta avrebbe dovuto avere il coraggio di dire a Cardiff che il ciclo era finito. Era finito per Bonucci ma anche per Allegri, che è un grande allenatore ma poi ad un certo punto devi aprire la finestra e far passare l'aria. Cardiff ha lasciato un segno troppo evidente per far finta di nulla e chiudere la stagione con un semplice "ci riproveremo l'anno prossimo". Ma cosa ci riprovi l'anno prossimo che se non hai vinto l'anno scorso non vinci più così facilmente? Higuain sembra il cugino torinese di quello visto a Napoli. Segnerà ancora tanto ma nel frattempo non ci piace; ovviamente per quello che è il suo valore. La difesa si fa infilare di brutto e, se anche Dybala inizia a sbagliare gol e rigori decisivi, siamo belli che preoccupati. Allegri deve pregare in cinese che, prima o poi, Sarri rallenti per colpa della Champions perché a questi ritmi non gli si può stare dietro. Certamente il Napoli sta andando a velocità non normali per il campionato italiano, ma è anche vero che questa squadra ha tutto per arrivare fino in fondo. Qualità e tanta tanta concretezza. Mai come quest'anno. Segna un gol e vince. Si fa rimontare e vince. Non c'è storia con l'avversario e stravince. Il Napoli quest'anno ha la fame della Juve di Conte. La Juve si è seduta ed è rimasta con l'interruttore acceso a Cardiff. Non è colpa di qualcuno ma è semplicemente la logica conseguenza di un finale che doveva essere scritto in altro modo dopo un'annata straordinaria. Se il ciclo della Juventus non è finito poco ci manca. Il Napoli cosa deve fare? Infilarsi tra due cicli vincenti perché non ha la forza e la potenza per costruire un ciclo di vittorie ma può approfittare del passaggio di consegne. Mi spiego e traduco: il ciclo della Juventus sta finendo ma non è del tutto finito e quello dell'Inter sta per iniziare ma non è ancora iniziato. Qui in mezzo ti aspetti la sorpresa che può arrivare quest'anno. In futuro vedo molta Inter. Hanno i soldi veri e, se Sabatini non sbraga come fatto a Roma, hanno le competenze per fare qualcosa di importante. A fine anno ci sarà un bel giro di panchine. Il Milan andrà a bussare alla porta di Conte, la Juve studia Inzaghi, l'Inter e il Napoli andranno avanti con i loro guru toscani e la Roma ha già cambiato quest'anno.
Chi sta deludendo le aspettative finora? Sicuramente il Torino. Quest'anno, senza se e senza ma, si deve puntare all'Europa ma di questo passo sarà dura raggiungerla. In estate Cairo e Petrachi hanno lavorato bene sul mercato. Allora dov'è il problema? Il problema reale non c'è ma Mihajlovic dovrebbe essere più concreto ed essendo alla svolta della sua carriera dovrebbe iniziare a raggiungere qualche risultato. Si gonfia il petto del macho che non ha mai paura di niente e di nessuno ma quando l'asticella si alza devi essere bravo a superarla. Sinisa sta deludendo perché la squadra c'è ma il gioco e i risultati sono scarsi. Se il derby neanche lo giochi e se a Crotone prendi un punto all'ultimo assalto, qualcosa va rivisto. La squadra ha poche idee e, se lo scorso anno ti ha salvato San Belotti, quest'anno bisogna trovare un altro Santo sul calendario del 2018.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: in attesa del "miracolo Modric" si punta a Keita! Juve: altro tassello in arrivo al centro. Milan: attenzione, Leonardo ha un segreto... Napoli: 10 giorni per risolvere un equivoco 07.08 - Ciao. Mancano 10 giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. “Chi arriva?”. “Ne prendiamo due?”. “La pista è calda?”. Queste cose qui. Pochissimi si chiedono “dove giocherà?” o “ha senso...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Higuain e Caldara boom ma a Leo non basta. De Laurentiis si scrive le regole da solo. Belotti ad un bivio: ora o mai più. Un'estate italiana: la solita pagliacciata 06.08 - E' stata la settimana del diavolo. Tifosi che tornano a sognare e sperare dopo il bluff Lì. L'arrivo di Elliott è servito almeno a fare chiarezza sulla strategia futura della società. Avere un proprietario come fondo non è il massimo ma, almeno, conosciamo la mission. Rivalutare squadra...

EditorialeDI: Andrea Losapio

MIlan-Juve, scambio da sogno. Le scuse per Vidal, l'incredibile Modric. E il Napoli che ne prende 5 a Liverpool 05.08 - È stata una grande settimana di mercato. Tra Gonzalo Higuain, Mattia Caldara e Leonardo Bonucci, tre protagonisti inconsapevoli di questo mercato, almeno fino a inizio luglio. Higuain poteva finire sul mercato dopo qualche incomprensione con Allegri - e la panchina nella finale di...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Milan si lavora su Bernard, Inter tra il sogno Modric e la pista Darmian. Napoli, Malcuit ed Ochoa i nomi caldi. La Roma ripensa a Herrera 04.08 - Dopo il maxi scambio tra Milan e Juventus, il mercato procede spedito. I rossoneri dopo aver sistemato difesa e attacco con gli arrivi di Caldara e Higuain ora devono pensare al centrocampo. Serve un giocatore di qualità in grado di alzare il livello in un settore fondamentale. Bernard...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy