HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Icardi non è più il capitano: condividete la scelta dell'Inter?
  Si
  No

La Giovane Italia
Editoriale

Ancora 48 ore e tutti si affannano: anche chi sembra aver chiuso tutto. 48 ore da vivere con il fiato sospeso...

16.08.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 36716 volte
© foto di Federico De Luca

Siamo ormai alle battute finali e tutti si affannano per rifinire la squadra. Il Milan, è naturalmente, la big più attiva visto che per i problemi societari si è potuta muovere concretamente soltanto un paio di settimane fa. Sono arrivati a Milano Castillejo e Laxalt, entrambe operazioni definite che saranno ufficiali dopo le visite mediche. Castillejo arriva in rossonero in uno scambio con Bacca (che a titolo definitivo fa il percorso inverso) più 19 milioni di euro (prestito con obbligo). E Castillejo sarà una freccia in più a disposizione di Gattuso in avanti, come Laxalt sarà un'alternativa in più dietro (soprattutto visto che Strinic è ancora ai box) che arriva anche lui a titolo definitivo, dopo che di fatto il Genoa ha anticipato il riscatto di Lapadula per poi girarlo in prestito (in questo momento con il Frosinone che spinge molto). Il Milan dovrà corrispondere al Genoa 4 milioni più un po' di bonus. Ma il mercato del Milan potrebbe non essere finito così: bisognerà capire i movimenti a centrocampo (soprattutto).
In arrivo a Napoli, finalmente verrebbe da dire, il portiere a lungo seguito. Alla fine il duello l'ha vinto Ospina, dell'Arsenal. Arriverà in prestito oneroso (da un milione di euro) con diritto di riscatto che potrebbe diventare obbligo nel caso in cui si realizzassero condizioni in realtà molto complicate. Alla fine il Napoli ha ottenuto un portiere di esperienza, senza doverlo acquistare: l'unica condizione che il club di De Laurentiis ha preteso per chiudere l'operazione.
Chi ha fatto molto in questo mercato sono Inter e Roma. E che in queste ore aspetta eventualmente non solo di fare qualche cessione ma eventualmente anche qualche acquisto. Il tormentone Modric è arrivato alla conclusione: la dead line è vicinissima. Ora o Florentino accetta di lasciar partire Modric, rispettando il patto (di cui abbiamo parlato a lungo) o continua a tenere la porta chiusa. L'Inter più di quello che ha fatto non può fare, non solo per Modric, nel mercato in generale. Ci saranno delle uscite di rifinitura (ricordando che comunque fino al 31 in Franca, Spagna e Germania il mercato è aperto): Joao Mario a Siviglia (Betis avvantaggiato) e Karamoh per il quale spinge il Parma.
La Roma ora ha l'imbarazzo della scelta. Soprattutto a centrocampo. Ecco perché magari fino alla fine Gonalons potrà pensare con calma a un'uscita. Così come si continua a lavorare per perfezionare il reparto offensivo: un mancino che sappia giocare a destra. Ma per far arrivare un giocatore, bisogna cedere. Quindi Monchi al lavoro.
Letteralmente scatenato il Parma: dopo i tre colpi dei giorni scorsi oggi è stato il turno di Gervinho. Si chiuderà nelle prossime ore. E Faggiano pensa anche a Diabaté, del Benevento. E aspetta anche di rinforzare il centrocampo e l'attacco. L'Atalanta al di là delle parole di Gasp potrebbe rinforzarsi con un giocatore esperto in mezzo al campo (si parlava di Soriano) e di un difensore (uno dei nomi che circolava era Dragovic). Il Sassuolo pure pesca fra le grandi d'Europa: arrivato Marlon dal Barcellona. E appena è arrivato ha voluto sottolineare quanto il Sassuolo lo abbia voluto e che nonostante le altre richieste ha voluto il Sassuolo proprio per questo interesse manifestato così apertamente.
A Torino si lavora fino a notte fonda per chiudere Djidji, difensore del Nantes, che poi darebbe il via libera per la doppia operazione con la Spal Bonifazi-Valdifiori. Altrimenti si dovrà rivedere l'intera operazione. Alla Spal intanto è arrivato Simic. A Cagliari continuano a seguire Peluso del Sasuolo (anche in un eventuale scambio con Andreolli), al Frosinone oltre a Campbell dall'Arsenal si continuano a cercare attaccanti: trattativa con l'Inter per Pinamonti. L'Empoli continua a parlare con il Torino per Acquah (che sta per arrivare) mentre al Genoa per sostituire Laxalt si pensa a Lazaar. All'Udinese in attacco la pole è di Seferovic, già passato in Italia a Novara e Fiorentina, ora al Benfica. Si chiuderà anche per Kanatsizkus, anche lui attaccante per Bursaspor che arriverà insieme a un suo compagno di squadra Troost-Ekong, difensore, nazionale nigeriano. Alvaro Garcia è invece un'idea per la fascia, visto che lo conosce l'allenatore Velazquez. Valjent del Chievo andrà al Maiorca.
Scatenati anche in B: il Brescia può chiudere per Deiola dal Cagliari, il Lecce pensa a Coulibaly dell'Udinese per il centrocampo e sono in arrivo La Mantia e Scavone. Il Perugia non si ferma più: ecco il ritorno di Han.
Ad Ascoli pure sono in fermento: dopo Ardemagni e Chiosa in arrivo Valentini e si farà un tentativo per Vacca e Ingrosso. A Foggia fatta per Chiaretti, il Crotone cerca un difensore: testa a testa fra Carillo e Van de Buijs. A Verona arriverà Colombatto dal Cagliari. Il Cosenza vuole Maniero che è cercato però anche dalla Juve B (insieme a Zigoni e Ganz). Cerci di cui si era parlato anche per il Frosinone molto probabilmente andrà in Turchia all'Ankaraguku (3 anni di contratto) dove come compagno di squadra potrebbe trovare Herteaux.
Manca davvero poco, e poi si gioca. Senza appello, fino a gennaio.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: la mossa di Allegri per l’Atletico, quella di Paratici sul mercato. Inter: il ritorno di Icardi, il “metodo Marotta” e… la situazione Conte. Milan: Leonardo, gran doppietta. E su Cuneo-ProPiacenza… 19.02 - Buondì, la Roma sta giocando contro il Bologna, nel frattempo Wanda Nara brucia in un camino le foto di lei con Icardi. Pare sia un’usanza per scacciare le maledizioni. Io insisto: meglio i gin-tonic. Comunque, è stata una settimana molto intensa e tutti hanno parlato di un “caso”...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

A Cuneo, il funerale del calcio italiano. Leonardo, su Piatek a 35 milioni hai avuto ragione tu. Su Gattuso ti sei ricreduto. Caso Icardi, Wanda-Nera e, forse, Maxi Lopez non era così matto... 18.02 - Voi, giustamente, vorreste parlare della Juventus che si gioca la Champions, del Milan che sogna il ritorno nell'Europa che conta, del caso Icardi e del Napoli che prepara tre colpi per l'estate. Vi devo deludere. Non fregherà niente a nessuno ma sappiate che ieri c'è stato il funerale...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Icardi è il caso dell'anno, anche se tutti vorrebbero il rinnovo... ma il problema è Higuain. Mercoledì tocca (davvero) a Cristiano Ronaldo, il Napoli deve affidarsi al suo Re di Coppe 17.02 - Ci sono tre assunti nella vicenda Icardi. Sia Mauro che il club vorrebbero il rinnovo, ognuno alle sue condizioni. Nessuno ha mai avuto intenzione di pagare i 110 milioni della clausola rescissoria anche se potrebbero farlo nella prossima estate per via del giro di centravanti che...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Zaniolo, la Juve c’è ma la Roma è pronta a blindarlo fino al 2024. Anche il City su Dybala, il Real tratta Hazard. Per la difesa il Manchester United guarda in Italia. Nel mirino Koulibaly e Milenkovic. Il Napoli insiste per Lozano e Fornals 16.02 - La prima doppietta in Champions League ha solo confermato quello che è evidente da tempo. Nicolò Zaniolo ha tutto per diventare un grande giocatore. Ed inevitabilmente è già diventato uomo mercato. La Roma sta cercando di blindarlo anche perché sa bene che le sirene sono in agguato....

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Icardi andrà via, ma ora l’Inter punta al rinnovo. Chi paga 110 milioni? Tutte le colpe di Wanda. Punito dalla società, scaricato dallo spogliatoio. I tifosi contro l’argentino. Avanti con Lautaro. Le idee di Marotta per l’attacco 15.02 - E adesso come finirà? E’ questa la domanda delle domande che ruota e rimbalza fra l’Inter, Icardi, Wanda Nara, i compagni e i tifosi. Dopo la decisione della società di togliergli la fascia, degradare Maurito, e per reazione il suo rifiuto di seguire la squadra a Vienna, si sta...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Capitani, fasce, rinnovi e cessioni: Icardi e Hamsik 14.02 - La notizia in casa Inter è di quelle che tengono l’attenzione alta per tutta la giornata, forse per tutta la stagione. Icardi non è più il capitano dell’Inter, Icardi non è convocato per la partita di Europa League contro il Rapid Vienna. Anzi di più: Icardi ha scelto di non andare...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Roma padrona, adesso le scuse a Di Francesco e Monchi. Quello che Paratici non dice: l’asse di scambio Isco-Dybala è più di una possibilità per la Juventus. Lo spogliatoio vuole Sarri fuori: Inter, Roma o Milan se lo prenderebbero? 13.02 - Roma padrona, in Champions non perdona. Visto che bisogna adeguarsi a chi c’è al governo, allora si può riattare uno slogan politico usato da quella parte nell’epoca Tangentopoli per fotografare i giallorossi in Europa. Tanto parlare, tanto condannare, e poi la Roma è stata una potenza...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Ramsey e non solo! Inter: Marotta e la rivoluzione di giugno (nomi e modalità). Milan: Gattuso non va celebrato oggi. E su Sanremo… 12.02 - Uè, ciao. Son tornato da Sanremo. Non potere capire, sembrava l’inferno. Cioè, noi pensiamo sempre che il mondo del calcio sia il più complicato e fetente in assoluto e invece c’è chi prova a competere. C’è stata questa cosa del vincitore Mahmood che ha scatenato il tutti contro tutti...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Sarri-Napoli, l'addio è stato un flop per tutti. Inter, su Icardi ha ragione Spalletti. Frosinone, la cura di Baroni. Roma, Faggiano l'uomo giusto per il dopo Monchi. Benevento, hai fatto bene a fidarti di Bucchi 11.02 - Dirlo dopo questo week end è troppo facile ma un passaggio lo avevamo già fatto. Il divorzio estivo tra il Napoli e Maurizio Sarri è stato un flop per tutti. Quando le cose vanno bene e un allenatore trova l'habitat ideale bisognerebbe fare di tutto per andare avanti il più possibile....

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La differenza tra Piatek e Hamsik: De Laurentiis e la lezione alla medio-alta borghesia del calcio italiano che troppo spesso non viene compresa 10.02 - Nel calcio per costruire un progetto importante saper cedere è molto più importante di saper acquistare. Saper resistere, contrattare e rifiutare quando da una cessione sembra possano arrivare solo vantaggi è fondamentale. E' la differenza tra chi fa impresa in modo lungimirante e...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510