VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

Arabi, cinesi ed americani agitano i sogni dei tifosi del Napoli. L'unica verità è che De Laurentiis ha bisogno di soci e soldi per ristrutturare il San Paolo. Ce la farà?

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
23.11.2014 00:00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 23015 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Credere o meno? Innanzitutto vanno registrate tutte le informazioni che stanno vorticosamente girando sulla proprietà del Napoli e sul futuro di De Laurentiis al timone del prestigioso club azzurro. I soli segnali da raccogliere con certezza sono quelli relativi alle smentite ufficiali pubblicate sul sito web, tutto il resto è (per adesso) pour parler che lascia perplessi per la quantità di informazioni che stanno spuntando in ogni angolo del mondo. I qatarioti che dovrebbero subentrare a don Aurelio subito dopo la finale di Supercoppa con la Juve (il 22 dicembre), passando per le banche titolari di fondi d'investimento americane e con le quali De Laurentiis ha realmente avuto rapporti, fino al "bombazo" fatto esplodere dall'intermediario spagnolo Francois Gallardo: un poderoso gruppo economico cinese che gestisce i diritti di immagine di Lio Messi, comprerebbe il Napoli e porterebbe il fuoriclasse argentino insieme al Cholo Simeone per guidare una squadra stellare. Troppa grazia tutta insieme per una piazza che ha subìto fin troppe amarezze e delusioni nel decennio che ha preceduto l'arrivo di De Laurentiis. Diffidenza e ironia nel più comprensibile del "non è vero finchè non vedo" a corredo degli incontrollabili rumors. Come si può dare torto ai tifosi del Napoli? Procedere con i piedi di piombo su di un territorio nel quale raramente abbiamo incontrato un rappresentante del Napoli oppure lo stesso presidente che evita accuratamente di rispondere di persona a certe informazioni incontrollate. Perché? Probabilmente qualche cosina di vero c'è alla base di questa ridda incontrollata di soldi e persone che potrebbero rimanere per sempre nei sogni della gente di Napoli e vivere soltanto nelle fantasie di chiunque riceva uno spiffero dal primo passante che gli dice: "sai che De Laurentiis sta vendendo il Napoli?". Facciamo fatica a credere che sia possibile, visto l'impegno, la dedizione e, perché no, anche l'interesse da imprenditore che caratterizza l'esperienza partenopea di De Laurentiis. Qualcosina di vero ci sarà, ma solo nella misura in cui il patron ha bisogno di investitori, gente che venga con tanto di assegni circolari per fare insieme l'investimento sullo stadio San Paolo. Il nodo è quello lì, l'oggetto della disputa è l'impianto di proprietà del club azzurro. De Laurentiis cerca soci e ha pure fretta. La notizia dell'ennesima lite con il sindaco De Magistriis, conferma la tensione esistente tra club Napoli ed amministrazione comunale. Entro la fine del campionato bisognerà portare all'attenzione del consiglio comunale uno studio di fattibilità per la ristrutturazione del San Paolo e con esso, ovviamente, la copertura economica a sostegno della stessa. Riuscirà De Laurentiis a consegnare quanto chiesto dal Comune dopo tre anni e mezzo di tira e molla tra le parti? E poi, se ciò non dovesse verificarsi, cosa accadrebbe dopo: De Laurentiis andrebbe con i suoi soci a costruire un impianto altrove? Sono tutte domande lecite, al pari di quelle che portano a chiedersi come mai proprio adesso intorno alla proprietà del Napoli circolino così tante voci sul futuro gestionale del club. Vogliamo sapere, ci spetta, appena i tempi saranno maturi per individuare gli scenari futuri. Ha bisogno di informazioni certe anche Rafa Benitez, gli è dovuto, alla luce di quel contratto che scadrà il 30 giugno. Anche per questa ragione sta tergiversando, tanto da apparire anche un po' snob nel farsi attendere così tanto. No, almeno su questo argomento non lo è, perché c'è in ballo anche il futuro. Il suo e quello dei tifosi del Napoli. Questo è il momento del salto di qualità, di una politica societaria che necessita dell'arrivo di risorse (e soci) che diano una mano a De Laurentiis. In questi 10 anni il patron ha fatto fin troppo con le sole risorse che gli hanno dato i tifosi. Continuare da solo potrebbe costringere il Napoli e le proprie ambizioni a fare un passo indietro. Gli investitori, la tifoseria, Benitez: tutti hanno bisogno di sapere quali mosse ha in mente di fare Aurelio De Laurentiis.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Verdi-Napoli: in estate scopriremo la verità. Milan, fidarsi di Mendes è stato un errore. Cosa fai Monchi? La Roma sta rischiando grosso 21.01 - Ma cosa passa nella testa di alcune persone? Me lo sono chiesto in questi giorni vedendo le reazioni e alcuni messaggi rivolti a Simone Verdi - e persino alla sua compagna - per la scelta di restare al Bologna. Offese personali, addirittura qualche minaccia di morte. Ma perché? Badate...

EditorialeDI: Mauro Suma

Balotelli: il Milan c'entra Buffon: come Rivera l'ultimo anno Thohir: Inter usata in chiave anti Milan? 20.01 - Cosa c'entra il Milan con Mario Balotelli? Niente. Anzi, parliamone. La prima sensazione infatti è che l'apertura di credito a quanto sta facendo Balo in Ligue 1 significa che i cannoni mediatici restano belli accesi e belli carichi proprio sul Milan in relazione a eventuali sviluppi...

EditorialeDI: Luca Serafini

Napoli, Inter, Roma: mercato pro-Juve, ma fanno notizia le ombre del Milan 19.01 - Non cadete nelle trappole propagandistiche. La politica italiana ha così pochi argomenti propositivi che l’unico esercizio remunerativo appare la distruzione verbale dell’avversario. Insulti, minacce, dubbi e sospetti, così l’operazione Berlusconi-Milan cinese è diventato (dopo il...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter avanti per Rafinha, ma spuntano le alternative, le mosse (segrete) del Napoli e quelle (clamorose) delle spagnole: da CR7 a Griezmann... 18.01 - Il primo incontro con il Barcellona ora deve maturare. L'Inter, con il suo direttore sportivo, ha allacciato ufficialmente i rapporti (fra società importanti come Inter e Barca è molto meglio, anche diplomaticamente, parlarne di persona) e ha "lanciato" l'ultima offerta. 35 milioni...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Giù le mani da Nainggolan… Verdi, la risposta è ok! Inter, nomi all’altezza? Quanto vale oggi CR7? 17.01 - A Milano fa freddo… Di colpo, pare che l’inverno si sia ricordato di esistere. Anche il calciomercato pare “bloccato” in una morsa gelida. Non si muove quasi nulla. A chiacchiere stiamo a 1000, come sempre. C’è un nome che continua ad essere scritto a lettere cubitali: RADJA NAINGGOLAN....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: oltre a Emre Can, un altro colpo per giugno. Inter: la cena con Pastore e la strategia per Rafinha. Milan: un anno di polemiche, la compravendita e altri “misteri”. Napoli: occhio alla risposta di Verdi. E in Figc… 16.01 - Ciao. Siamo in regime di sosta invernale. La sosta a suo tempo ci stava antipatica perché era "sosta della nazionale" ma siamo stati bravi e abbiamo deciso di eliminarla del tutto, infatti per non rischiare non scegliamo neppure un ct ("vuole un ct?". "Sia mai! Poi quello magari pretende...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice 12.01 - Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.