Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Buongiorno Gravina. Ci vuole il traffico di droga per commissariare l’AIA? C’è un Ministro, intervenga! Napoli, senza limiti. Samp-Lecce: poli opposti

Buongiorno Gravina. Ci vuole il traffico di droga per commissariare l’AIA? C’è un Ministro, intervenga! Napoli, senza limiti. Samp-Lecce: poli oppostiTUTTOmercatoWEB.com
lunedì 14 novembre 2022, 06:24Editoriale
di Michele Criscitiello
Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb

Se andate su google e scrivete “figc aia commissariata” capirete come stanno le cose. Dal 2021 chiedo a Gabriele Gravina che l’Aia venga commissariata. Purtroppo il Presidente Federale, dopo aver mandato sul lastrico la serie C, vuole fare lo stesso con il calcio italiano. E ci sta riuscendo alla grande. Basti pensare che oggi mezzo Mondo partirà per il Qatar e noi chiudiamo la saracinesca.
Questo non è bastato a far dimettere Presidente e CT. Tavecchio e Ventura almeno li avevamo salutati dopo il clamoroso flop con la Svezia. Qui abbiamo superato il limite della decenza. Tutto questo a scapito degli italiani e non di una tifoseria. Perché fin quando si parla di club va bene tutto ma la Nazionale è del popolo e in automatico, in assenza di risultati e in presenza di scandali, va resettato il sistema.
Che l’Associazione Italiana arbitri vada commissariata è un atto dovuto da almeno due anni. La FIGC, però, preferisce, nascondere la polvere sotto al tappeto. Adesso che la polvere è bianca il tappeto non basta più. Forse non ci rendiamo conto ma qui le accuse non sono più i rolex ricevuti dagli arbitri, i rimborsi gonfiati o le solite tarantelle dell’Associazione Arbitri. Trentalange si affida al Capo della Procura che viene arrestato dalla Guardia di Finanza di Milano per traffico internazionale di droga. Se volete ripeto. E non ci va più neanche bene la risposta “non poteva non sapere”.

Ovvio che non sapeva, ci mancherebbe altro. Ma tra milioni di persone come hai fatto a scegliere uno che è stato arrestato con una accusa cosi grave? Ruolo affidato quando era agli arresti domiciliari. Premesso che siamo sempre innocentisti e aspettiamo il processo ma intanto l’arresto è scattato e se non dovesse essere colpevole non dobbiamo spiegarlo noi ma le forze dell’ordine e la guardia di finanza che hanno arrestato il soggetto. Siamo di fronte ad un punto di non ritorno e questa è la conferma, seppur diretta o indiretta, che gli arbitri non possono avere una loro associazione ma devono essere gestiti dalla Federazione. Trentalange deve dimettersi domani mattina se non l’ha già fatto ieri. Basti pensare che in questo Paese dopo 2 settimane tutti hanno dimenticato. Non abbiamo dimenticato i rimborsi truffa, non abbiamo dimenticato il Mondiale perso e non dimenticheremo lo spaccio internazionale. Gravina, Mancini e Trentalange, seppur con accuse ovviamente diverse, devono rassegnare le proprie dimissioni.
Oggi, grazie alla Meloni, abbiamo un Ministro dello Sport. Se un Ministro non interviene in casi così gravi, quando pensa di intervenire? Abodi non può pensare che sia ancora alla Presidenza della Lega di serie B non prendendo in mano i casi spinosi. Oggi è un Ministro e il Ministro deve pretendere le dimissioni di Gravina e Trentalange, allora, non avremo risolto nulla e la Meloni ci poteva risparmiare un Ministero dello Sport. Non servono frasi di circostanza dal Ministro Abodi. Servono i fatti.

Intanto l’Inter conferma che Torino è stato un episodio, l’Atalanta no. Gasperini è in crisi nera o, forse, semplicemente il valore della squadra non era quello espresso ad inizio campionato. Il Napoli sta annullando la serie A facendo passare per inutili le partite di Milan, Inter, Juve, Roma e Lazio. Certamente Sarri fin qui ha fatto grandi cose.
Quelle che non ha fatto vedere Mourinho. Spalletti dovrà evitare le trappole invernali e la sosta farà bene anche a chi non ne ha bisogno. Punto principale recuperare Kvara, forse non solo dagli acciacchi fisici ma soprattutto da altro. Per il resto il Napoli, solo il Napoli, può perdere questo scudetto indirizzato abbondantemente. Se gli azzurri spengono la luce come fatto negli ultimi minuti con l’Udinese allora tutto torna in gioco ma se il Napoli resiste, come può fare, non ci saranno grandi colpi di scena. Per la bassa classifica la situazione è abbastanza indirizzata anche se la Salernitana dello scorso anno dimostra che tutto è in gioco fino ad aprile-maggio. La Sampdoria che affronta il Lecce è la fotografia di come si fa calcio e come si fa anticalcio. La Sampdoria ha rovinato tutto. In società c’è un caos senza precedenti, la tifoseria contesta un giorno si e l’altro pure, la squadra è stata costruita malissimo e gli allenatori scelti sono il peggio che c’era in circolazione per questa Sampdoria. Giampaolo andava sostituito con uno Andreazzoli o Ballardini, certamente non con Stankovic che le uniche indicazioni utili che dà sono “dai dai dai, vai vai vai”. Il Lecce ha passeggiato a Genova e ha fatto 7 punti nelle ultime 3 giornate. Con Udinese, Atalanta e Sampdoria. Di queste, due trasferte. Programmazione societaria, giovani da valorizzare e gestione tecnica intelligente e oculata. Il popolo che rema tutto dalla stessa parte ed ecco che il gioco è fatto. Un 2002 alla guida dell’attacco ed esterni che ruotano. Serve qualcosa a centrocampo ma gennaio ormai è arrivato. In difesa si vede la mano dello staff tecnico che da anni dimostra una grande qualità nella gestione dei 4 in difesa. Altro che la fase difensiva di Giampaolo quando era alla Samp, tutto fumo e niente arrosto. A Lecce l’arrosto c’è. E se volete possiamo preparare anche una bella grigliata.

Primo piano
TMW Radio Sport