HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Icardi non è più il capitano: condividete la scelta dell'Inter?
  Si
  No

La Giovane Italia
Editoriale

Che mercato è stato? Lo dicono i numeri... dietrofront Napoli: Hamsik rimane qui

07.02.2019 07:04 di Luca Marchetti   articolo letto 18245 volte
© foto di Federico De Luca

Partiamo dall’ultima notizia che ha movimentato le redazioni di tutta Italia (e forse anche di tutta la Cina). Il Napoli ha comunicato con un tweet che ha deciso di “soprassedere” per questioni legate alle modalità di pagamento relative alla trattativa Hamsik.
Può saltare un’operazione per questo? Sì, sono saltati affari per molto meno, ma chiaramente, come diciamo sempre, tutto dipende dalle volontà. Qui la richiesta del Napoli è stata chiara sin dall’inizio: non c’è necessità di vendere da parte del Napoli, ma solo una convenienza. E se questa convenienza è messa in discussione dalle modalità di pagamento (perché non ci sono le garanzie necessarie) allora l’affare non conviene a chi vende.
Naturalmente c’è tutto il tempo per rimediare o per risolvere la situazione. Rimangono alcune domande aperte: perché un tweet in una trattativa per chiudere definitivamente? Forse perché il messaggio arrivasse forte e chiaro? E quindi è un messaggio o una ferma volontà? Da quello che sappiamo lato Hamsik la sorpresa è stata totale: nessuno si aspettava una presa di posizione del genere e le prossime ore serviranno per capire cosa succederà. Di sicuro il giocatore aveva già praticamente salutato tutti. Non sarebbe un problema tornare a disposizione certo, ma questo farebbe capire quanto la trattativa fosse avanti. L’altra domanda è quella che si stanno facendo tutti, Hamsik compreso: ma è una chiusura definitiva o fa parte della strategia? A questa domanda, ora, è praticamente impossibile rispondere. Di sicuro le condizioni non soddisfano il Napoli...
Nel frattempo cerchiamo di capire attraverso i numeri forniti da “KPMG - Football Benchmark” che tipo di mercato è stato. Intanto in generale questa stagione sportiva è stata quella in cui in assoluto si è speso di più (nel Big5). 4,21 miliardi di dollari spesi. Il trend è in crescita praticamente da sempre (si è speso quasi il doppio rispetto a 5 anni fa) ma nel mercato invernale se lo scorso anno erano stati spesi 980 milioni di dollari, ora siamo passati a 650 milioni. E la differenza l’anno fatta tutta le squadre inglesi e spagnole. Che lo scorso anno avevano speso enormemente di più rispetto a questa finestra invernale. La SerieA? Passa da 22,8 milioni spesi a 180,6, piazzandosi di fatto al secondo posto (sempre prima la Premier anche se stavolta con “soli” 216 milioni, a fronte dei 482 spesi lo scorso anno).
La parte del leone in Italia, ma in Europa a dire il vero, l’ha fatta il Milan. 70 milioni (di euro) spesi (per Piatek e Paquetà) fanno dei rossoneri la società che ha speso di più. E i due acquisti sono secondo e terzo nella classifica dei giocatori piu pagati dietro solo a Pulisic, acquistato ora ma che andrà a giocare nel Chelsea soltanto la prossima stagione. Testimonia questo non soltanto la capacità di fuoco di Elliot, ma anche il fatto che i Milan doveva completare l’opera iniziata (dalla nuova proprietà) troppo in ritardo in estate. Ora ci sarà tempo di far crescere i ricavi e di rientrare nei parametri del FFP.
È stato anche il mercato degli anticipi. Godin e Ramsey per Inter e Juve, De Jong (75 milioni) al Barcellona già preso ma messo in conto per luglio. È stato anche il mercato dei prestiti degli scontenti: pensate a Higuain (di cui conosciamo bene tutto) o a Morata che va a Madrid per 18 mesi di prestito.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Capitani, fasce, rinnovi e cessioni: Icardi e Hamsik 14.02 - La notizia in casa Inter è di quelle che tengono l’attenzione alta per tutta la giornata, forse per tutta la stagione. Icardi non è più il capitano dell’Inter, Icardi non è convocato per la partita di Europa League contro il Rapid Vienna. Anzi di più: Icardi ha scelto di non andare...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Roma padrona, adesso le scuse a Di Francesco e Monchi. Quello che Paratici non dice: l’asse di scambio Isco-Dybala è più di una possibilità per la Juventus. Lo spogliatoio vuole Sarri fuori: Inter, Roma o Milan se lo prenderebbero? 13.02 - Roma padrona, in Champions non perdona. Visto che bisogna adeguarsi a chi c’è al governo, allora si può riattare uno slogan politico usato da quella parte nell’epoca Tangentopoli per fotografare i giallorossi in Europa. Tanto parlare, tanto condannare, e poi la Roma è stata una potenza...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Ramsey e non solo! Inter: Marotta e la rivoluzione di giugno (nomi e modalità). Milan: Gattuso non va celebrato oggi. E su Sanremo… 12.02 - Uè, ciao. Son tornato da Sanremo. Non potere capire, sembrava l’inferno. Cioè, noi pensiamo sempre che il mondo del calcio sia il più complicato e fetente in assoluto e invece c’è chi prova a competere. C’è stata questa cosa del vincitore Mahmood che ha scatenato il tutti contro tutti...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Sarri-Napoli, l'addio è stato un flop per tutti. Inter, su Icardi ha ragione Spalletti. Frosinone, la cura di Baroni. Roma, Faggiano l'uomo giusto per il dopo Monchi. Benevento, hai fatto bene a fidarti di Bucchi 11.02 - Dirlo dopo questo week end è troppo facile ma un passaggio lo avevamo già fatto. Il divorzio estivo tra il Napoli e Maurizio Sarri è stato un flop per tutti. Quando le cose vanno bene e un allenatore trova l'habitat ideale bisognerebbe fare di tutto per andare avanti il più possibile....

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La differenza tra Piatek e Hamsik: De Laurentiis e la lezione alla medio-alta borghesia del calcio italiano che troppo spesso non viene compresa 10.02 - Nel calcio per costruire un progetto importante saper cedere è molto più importante di saper acquistare. Saper resistere, contrattare e rifiutare quando da una cessione sembra possano arrivare solo vantaggi è fondamentale. E' la differenza tra chi fa impresa in modo lungimirante e...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus e Real quanti intrecci: Marcelo e Isco per Dybala, ecco l’ultima idea di mercato. Hamsik al Dalian. Saint Maximin è l’esterno che il Milan ha scelto per l’anno prossimo. Per il futuro di Spalletti decisivi i prossimi 2 mesi 09.02 - Il tempo non manca ma il quadro delle operazioni per giugno comincia a delinearsi. La Juventus è sempre molto attiva. In casa bianconera sono in atto alcune riflessioni. È chiaro che in estate il lavoro non mancherà. Paratic, che ha già preso Ramsey, vuole ulteriormente rafforzare...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter, c’è Mourinho e non Conte per il dopo-Spalletti. Milinkovic Savic al Milan, Chiesa e Barella nerazzurri, Isco alla Juve, Mancini alla Roma: tutti gli obiettivi del mercato estivo 08.02 - Dopo aver incontrato Conte che stava andando a comprare un divano sotto la sede dell’Inter, prima o poi qualcuno si imbatterà anche in Mourinho mentre passeggia gustandosi un gelato. Chissà…Miracoli, allucinazioni, miraggi e realtà del mercato. Sono d’accordo con Spalletti, certi...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Che mercato è stato? Lo dicono i numeri... dietrofront Napoli: Hamsik rimane qui 07.02 - Partiamo dall’ultima notizia che ha movimentato le redazioni di tutta Italia (e forse anche di tutta la Cina). Il Napoli ha comunicato con un tweet che ha deciso di “soprassedere” per questioni legate alle modalità di pagamento relative alla trattativa Hamsik. Può saltare un’operazione...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Allenatori sull’orlo di una crisi di nervi: Spalletti e quell’unica cosa che lo può salvare; Allegri e il caso Dybala; Di Francesco e una sentenza quasi scritta. Gattuso e Ancelotti ridono, protetti dalla società 06.02 - Come diceva Trapattoni, gli allenatori si dividono in due categorie: quelli che sono stati esonerati, e quelli che lo saranno. E febbraio è un buon momento per mettere a friggere un allenatore e il suo destino, visto che certe situazioni cominciano a non avere ritorno. Il problema...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: una settimana da terrestri e il rapporto Dybala-Allegri. Inter: le strane voci dallo spogliatoio (ma la soluzione non è l’esonero di Spalletti). Milan: il patto tra Gattuso e la squadra. Festival: anche a Sanremo c'è un CR7 05.02 - Ciao. Scrivo da Sanremo. C'è il Festivàl con l'accento sulla "a". Per me vince Silvestri ma prendetela con le pinze: l'altroieri mattina dicevo la stessa cosa dell'Inter. Comunque molti ascolteranno la canzone di Achille Lauro: ne sono certo, approfondisco il fondamentale concetto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510