Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Chi mente tra Dybala e Juventus? Pogba: mossa dello scorpione di Raiola. Gomez: Milan chiama, Inter risponde. Il difensore offerto a Maldini

Chi mente tra Dybala e Juventus? Pogba: mossa dello scorpione di Raiola. Gomez: Milan chiama, Inter risponde. Il difensore offerto a MaldiniTUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 16 dicembre 2020 11:09Editoriale
di Tancredi Palmeri

Dybala capitano futuro (anteriore).
E voi a chi credete? O a cosa credete? Perché a una delle due versioni dovete credere - o anche a nessuna delle due.
Perché delle due l’una: o Dybala non la racconta giusta quando dice che l’agente è stato ad aspettare due mesi una chiamata che non è arrivata; oppure è Agnelli a dire una cosa per un’altra quando dice che hanno fatto un’offerta che farebbe rientrare Dybala tra i 20 calciatori top europei, visto che il confine minimo per essere in quella lista di top 20 è circa 12.5 milioni di €, ovvero giusto mezzo milione di meno quanto chiesto da Dybala, e francamente sarebbe incomprensibile fare saltare una storia simile per solo mezzo milione
(che poi letteralmente Agnelli parla di offerta da “kpi di retribuzione da primi 20 di Europa”, che tradotto dal dialetto milanese potrebbe anche essere una supercazzola per dire che Dybala a quella cifra da 12.5 milioni circa ci arriverebbe però solo con sostanziosi bonus, un po’ come de Ligt: solo che de Ligt la vulgata dice che abbia dei bonus ricchissimi ma super facili, che poi sono uno dei motivi che l’hanno convinto a scegliere la Juve, e quindi a quel punto bisogna vedere la difficoltà o lo spessore dei bonus di Dybala, perché sennò dopo hai voglia a fare kpi o mica kpi del menga).
E dunque qualcosa non quadra.
E nemmeno quadra la versione che l’offerta sia stata fatta prima dell’estate e giaccia là. Suvvia, l’agente di Dybala se ne sta due mesi a Torino, e non lo sa nessuno? E va bene che Torino è quieta e ci sta il lockdown, però insomma le voci corrono e sicuramente una informazione così non passa mica inosservata agli occhi di invece tutto è abituato ad osservare.
E poi, viene detto che Dybala è il capitano futuro della Juventus, e si arriva a gennaio 2021, a un anno e mezzo dalla scadenza, in questa situazione di stallo perfino deteriorata.
Qualcosa continua a non quadrare.
E non soltanto, perché il capitano futuro Dybala è peraltro un capitano futuro anteriore, visto che è ancora della Juventus solo perché nell’estate 2019 ha rifiutato il passaggio già accordato prima verso il Manchester United e poi verso il Tottenham.
Qualcosa continua a non quadrare.

Mentre invece se pensate che qualcosa non quadri nella retromarcia di Raiola che adesso parla di Pogba che a gennaio non si muove, dopo aver fatto deflagrare le sue parole di fuoco solo una settimana fa sul Manchester United, vuol dire che avete sbagliato crostaceo.
Nel senso che pensate che Raiola abbia fatto un passo indietro, una mossa del gambero.
E invece ha fatto una mossa dello scorpione, un passo laterale per colpire al momento giusto.
La strategia è nota e ampiamente usata in passato: prima esacerbi la situazione con parole tranchant, l’ambiente si rivolta e chiede la cessione che proprio tu vuoi ottenere, quindi utilizzi parole al miele per accomodare l’umore della dirigenza con cui dovrai sederti a trattare, e a quel punto la dirigenza sarà quasi sollevata dal sentire che li aiuti a risolvere il problema ambientale attorno alla squadra.
Certo, non è detto che sia sufficiente per fare partire Pogba già a gennaio, ci sono troppi milioni di differenza ancora in ballo nella valutazione fatta dal Manchester United rispetto a quella di Dybala, e manca ancora la volontà di Dybala. Ma si lavora alacremente.

Così come sono già partite le chiamate per il Papu Gomez.
Gasperini si è mostrato più realista del re, ha accettato di far valere la ragione di Stato per passare il turno in Champions, e adesso la società è consapevole di dovergliene una, che Gasperini non farà certo cadere nel dimenticatoio.
E a meno che Gomez non coinvolga Maria De Filippi e apra una bustona chiedendo l’abbraccio strappalacrime, la situazione si risolve solo vendendo l’argentino. Che ha chiesto la cessione a costo zero, in virtù della fedeltà al progetto rispetto ai milioni sauditi offerti in passato.
Vedremo, quando ci sono tanti milioni di mezzo i valori più concreti sono quelli a cui viene applicato il tasso di cambio, ma intanto già in due hanno cominciato a tastare la situazione.
Prima il Milan, che ha 15 milioni in pancia da spendere, e che potrebbe utilizzare Gomez anche per far sbassare la cresta a Calhanoglu in sede di rinnovo.
E siccome non sia mai che Marotta possa fare passare inosservata una situazione simile nell’altro naviglio e oltre la tangenziale, anche l’Inter ha chiesto informazioni, che potrebbero peraltro incastonarsi con la volatilizzazione di Eriksen, magari direzione Parigi, sempre ammesso che Conte non si faccia venire il singhiozzo anche sull’acquisto del Papu - ma a quel punto Andonio mancherebbe di amor proprio.

E’ tutto? Quasi. Perché al Milan in cerca cianotica di un rincalzo difensivo è stato offerto Davinson Sanchez, difensore del Tottenham e della nazionale colombiana. Il costo non è a cuor leggero, e non si è ancora del tutto convinti della controprova tecnica, ma il nome è sul tavolo ed è valutato. E oggettivamente, se c’è uno che può dare la sua volutazione su un difensore senza mettere in mezzo il pericolo di kpi, quello è Paolo Maldini.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000