VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

Cina: in lista anche la Fiorentina. Inter: Moratti controlla, Brozovic foglia di fico. Bayern: Ancelotti vuole Hummels e Marchisio. Sinisa: svolta epocale

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
16.04.2016 00:00 di Mauro Suma   articolo letto 24984 volte

Da 2 mesi la voce più ricorrente in città riguarda il bene comune in quel di Firenze: manco a dirlo, la Fiorentina. Ci sarebbe, la voce è raccolta e il condizionale è sacrosanto, già una quotazione di 120 milioni per il Club viola. I Della Valle sarebbero prontissimi ad andare avanti nella vicenda e nella trattativa con un non meglio precisato interlocutore cinese, nel quadro di una Italia che ormai fa fatica a fare calcio ad altissimo livello, a patto di poter inserire nella quotazione tutti i permessi per consentire alla nuova proprietà di costruire il nuovo Stadio, tema annoso a Firenze, lo era anche per l'allora sindaco e oggi premier Renzi. Il contesto spiegherebbe anche gli alti e bassi, sia a livello di risultati che di compattezza interna, vissuti nella stagione da Paulo Sousa e dalla squadra viola.

L'ultima del giornalista interista è che solo l'Inter ha i giocatori da mettere in vetrina nel mercato delle cessioni, quelli del Milan non li vuole nessuno, sono tutti brutti, cattivi e sbagliati. La logica è quella di sempre: siccome all'Inter il livello delle voci e delle preoccupazioni soprattutto interne sul futuro del Club è salito così di tono che lunedì scorso il presidente Thohir è stato costretto a fare una video-conferenza con tutti i dipendenti per provare a calmarle e a contenerle, e allora meglio andare in giro per le chiese televisive a far casino sul Milan e sulla sua parte sportiva. Questo"scenario" è confermato dall'amore vero del presidente Moratti. L'amore per una squadra di calcio non ha barriere, è da apprezzare chiunque lo provi davvero anche se i colori non sono gli stessi. Al presidente Moratti converrebbe alla grande oggi cedere, intascare e lasciar scorrere. Ma non ci pensa nemmeno, teme per il futuro dell'Inter, teme l'andirivieni e allora sta lì, fermo, duro e puro a controllare che tutto vada come deve andare senza pericolosi colpi di scena. E a chi pensa che vendendo Brozovic tutto vada a posto come ci si affanna a dire nelle famose chiese televisive (ma dopo le "esplosioni" di Alvarez al Sunderland e di Kovacic al Real Madrid, non è che qualcuno inizierà in Europa a farsi delle domande, a darsi delle risposte e a far scendere le quotazioni?), bisognerebbe insegnare a fare un po' di conto. Comunque: torniamo al fatto che la parte sportiva del Milan "produce" solo catorci. Facciamo il riepilogo da Febbraio 2016 ad oggi, gli ultimi 2 mesi sui media, non di Suma o di Milan Channel, ma sui media generalisti letti e assorbiti tutti i giorni: offerte "monstre" del Barcellona e del Chelsea per Donnarumma; offerte e attenzione per Romagnoli da Bayern e Stoccarda; lo stesso per Bonaventura da Liverpool e Bayern; apparso più volte il titolo attento Milan, offerte pazze e asta per Bacca; per Suso il presidente Preziosi (quello che ha rilanciato Niang) è disposto a sborsare 10 milioni; per Niang (fonte Gianluca Di Marzio) dopo l'interessamento di Gennaio del Leicester è pronto a fare follie in estate lo Stoke City; Cina sempre sul chi va là sia per Luiz Adriano (se il giocatore avesse trovato l'accordo con lo Jiangsu, il Milan l'avrebbe fatta eccome la plusvalenza visto che il contratto fra i 2 Club era già stato firmato) che per Menez; possibile offerta di 10 milioni della Juventus per De Sciglio. Non è una corsa a mettere più pezzi sulla bancarella.E' la dimostrazione, una volta per tutte, che anche la rosa del Milan ha un suo valore. E' la dimostrazione che in questa stagione il Milan ha costruito. Non lo dice Suma e non lo dice Milan Channel. Consideratelo il pensiero ad esempio di un grande allenatore di Serie A: con 2-3 innesti importanti il Milan di oggi, il Milan di adesso, sissignori, nella prossima stagione potrebbe avvicinare molto Juventus e Roma, visto che il Napoli, non sono parole nostre, cederà Higuain e visto che all'Inter ci sono tanti ma tanti chiari di luna.

Intanto Carlo Ancelotti si sta schiarendo le idee. Che gli piacesse Bacca già nella scorsa stagione al Real Madrid, è cosa nota a chi è connesso con il calcio. Che stia osservando tanta Serie A italiana, non è altrettanto un mistero. Vuole Hummels per rinforzare una difesa che spesso quest'anno è stata incompleta e vulnerabile e ha in testa Marchisio, Quest'estate Torino dovrà decidere: fra Chelsea e Bayern, Marchisio potrebbe partire davvero.

Abbiamo dovuto deglutire molto all'inizio di questa settimana. Ma non importa e non conta. Onore a Sinisa Mihajlovic per la fatica fatta, per la quadratura data ai primi 11 della squadra, per il rispetto delle regole e del lavoro riportato a Milanello dopo una stagione scorsa in alcuni tratti quanto meno impalpabile. Benvenuto Cristian Brocchi, di cuore, con sincerità e ammirazione. L'entusiasmo e la carica innovativa di Brocchi non possono non coinvolgere e non emozionare. Ma il modo in cui tutto questo è accaduto ha prodotto due eventi epocali: il presidente Berlusconi ha toccato con mano la clamorosa contrarietà dei tifosi rossoneri all'ennesimo colpo di scena dopo le estati del 2009 e del 2012 e si è rivolto direttamente a loro su facebook sulle questioni di fondo, fatto mai accaduto in 30 anni. Non solo: per due giorni le indiscrezioni di stampa sul futuro azionario del Milan non sono state smentite da Fininvest. Che in ogni caso ha sempre ripetuto, firmato e sottoscritto in più di un comunicato che non si fanno trattative per la maggioranza del Milan. A rendere inquieto il presidente Berlusconi è il suo non appagato amore per lo stile di gioco del Milan, a rendere insonni le notti dei tifosi rossoneri ci sono quattro campionati mai in lotta per lo Scudetto. Scenario tosto, contrastato, controverso. Il presidente Berlusconi merita di investire in un Club pacificato, i tifosi rossoneri meritano di intravvedere una luce alla fine del tunnel di risultati. In settimana si sono parlati, è fondamentale che accada ancora e di continuo. Il futuro, se è vero che stia premendo attraverso una trattativa, non è una bacchetta magica, ma un percorso da affrontare passo dopo passo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Inter, mercato di gennaio intelligente: ecco cosa manca. Milan, si accende la luce di Rino e si spegne quella di Fassone. Verona assurdo: Pecchia e Fusco non da A. FIGC, Tommasi faccia un passo indietro... 22.01 - Difficile chiedere qualcosa di più, sul mercato, all'Inter. Senza soldi ma con molte idee. Suning tiene chiusa la borsa cinese e, prima o poi, dovrà spiegare anche cosa vorrà fare di questa Inter; affida a Sabatini l'arduo compito di rinforzare una squadra che senza Champions vedrebbe...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Verdi-Napoli: in estate scopriremo la verità. Milan, fidarsi di Mendes è stato un errore. Cosa fai Monchi? La Roma sta rischiando grosso 21.01 - Ma cosa passa nella testa di alcune persone? Me lo sono chiesto in questi giorni vedendo le reazioni e alcuni messaggi rivolti a Simone Verdi - e persino alla sua compagna - per la scelta di restare al Bologna. Offese personali, addirittura qualche minaccia di morte. Ma perché? Badate...

EditorialeDI: Mauro Suma

Balotelli: il Milan c'entra Buffon: come Rivera l'ultimo anno Thohir: Inter usata in chiave anti Milan? 20.01 - Cosa c'entra il Milan con Mario Balotelli? Niente. Anzi, parliamone. La prima sensazione infatti è che l'apertura di credito a quanto sta facendo Balo in Ligue 1 significa che i cannoni mediatici restano belli accesi e belli carichi proprio sul Milan in relazione a eventuali sviluppi...

EditorialeDI: Luca Serafini

Napoli, Inter, Roma: mercato pro-Juve, ma fanno notizia le ombre del Milan 19.01 - Non cadete nelle trappole propagandistiche. La politica italiana ha così pochi argomenti propositivi che l’unico esercizio remunerativo appare la distruzione verbale dell’avversario. Insulti, minacce, dubbi e sospetti, così l’operazione Berlusconi-Milan cinese è diventato (dopo il...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter avanti per Rafinha, ma spuntano le alternative, le mosse (segrete) del Napoli e quelle (clamorose) delle spagnole: da CR7 a Griezmann... 18.01 - Il primo incontro con il Barcellona ora deve maturare. L'Inter, con il suo direttore sportivo, ha allacciato ufficialmente i rapporti (fra società importanti come Inter e Barca è molto meglio, anche diplomaticamente, parlarne di persona) e ha "lanciato" l'ultima offerta. 35 milioni...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Giù le mani da Nainggolan… Verdi, la risposta è ok! Inter, nomi all’altezza? Quanto vale oggi CR7? 17.01 - A Milano fa freddo… Di colpo, pare che l’inverno si sia ricordato di esistere. Anche il calciomercato pare “bloccato” in una morsa gelida. Non si muove quasi nulla. A chiacchiere stiamo a 1000, come sempre. C’è un nome che continua ad essere scritto a lettere cubitali: RADJA NAINGGOLAN....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: oltre a Emre Can, un altro colpo per giugno. Inter: la cena con Pastore e la strategia per Rafinha. Milan: un anno di polemiche, la compravendita e altri “misteri”. Napoli: occhio alla risposta di Verdi. E in Figc… 16.01 - Ciao. Siamo in regime di sosta invernale. La sosta a suo tempo ci stava antipatica perché era "sosta della nazionale" ma siamo stati bravi e abbiamo deciso di eliminarla del tutto, infatti per non rischiare non scegliamo neppure un ct ("vuole un ct?". "Sia mai! Poi quello magari pretende...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.