HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
Editoriale

Conte insiste per l'attacco: a gennaio vuole Gabbiadini. Il Milan propone Pazzini e riproverà per Astori. Enigma Llorente. Inter-Thohir, spuntano i cinesi...

Nato ad Aulla (Massa Carrara) il 16/03/54 comincia giovanissimo a collaborare con La Nazione portando la partita che giocava lui. Poi inviato speciale e commentatore, oggi direttore del Qs Quotidiano sportivo della Nazione, Resto del Carlino e Giorno
13.09.2013 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 33623 volte
© foto di Federico De Luca

Nonostante i pompieri si siano precipitati a spegnere il piccolo incendio Conte-Marotta (ha parlato anche Nedved, guarda caso), l'allenatore della Juve è preoccupato per il suo attacco che non reputa all'altezza di molte altre squadre europee, ma anche di altre italiane. Conte, come sua abitudine, ha ripreso a lavorare con intensità con tutto l'organico, ha rimesso in circolo anche Quagliarella, ma gennaio è vicino e qualcosa la società ha promesso. L'obiettivo numero uno è diventato Manolo Gabbiadini, a metà con la Sampdoria e in forza al club ligure fino a giugno. L'idea è di riportarlo a casa a gennaio. L'attaccante sta maturando in fretta, una quindicina di partite in A e la scuola di Delio Rossi potranno farlo crescere ancora. Prandelli lo ha convocato nazionale. Se continua così potrebbe diventare veramente la punta che Conte cerca. Mobile, forte fisicamente, lavora per la squadra, in acrobazia non ha rivali. Se Llorente non dovesse sbloccarsi si potrebbe pensare anche a uno scambio secco, ma lo spagnolo ha già fatto sapere che non accetterebbe il declassamento. Risposta attesa. Potrebbe però diventare una pedina importante per l'estero, visto che il giocatore ha ottimo mercato. Comunque, preso a parametro zero, Llorente sarà un affare economico. Molto dipenderà dai prossimi tre mesi, ma se Conte non lo prende in considerazione neppure per sostituire Vucinic, la Juve rischia un altro caso Bendtner.
L'alternativa la offre il Milan che dopo aver preso Matri e Kakà si ritrova un attacco troppo affollato. Pazzini sta recuperando e per gennaio potrebbe essere di nuovo al top. Difficile possa convivere con Matri e Balotelli, rischierebbe di non giocare, mentre alla Juve potrebbe essere molto utile. Anche questa è una pista da seguire da oggi a gennaio, il giocatore (se torna ad alto livello) a Conte piace molto. Da escludere il giro tentato nelle ultime ore di mercato con Gilardino alla Juve, Quagliarella alla Lazio e Borriello al Genoa. Conte non vuole Gilardino. Quagliarella, invece, potrebbe invece gradire il ritorno alla Samp nell'operazione Gabbiadini. La palla è in mano a Marotta che deve accontentare Conte. Tra l'altro la Juve non ha mollato Zuniga e il suo procuratore Calleri. Ha in mano un accordo precedente al rilancio del Napoli e intende farlo valere. Probabile l'arrivo a parametro a giugno.
Galliani si è preso la soddisfazione di riportare a casa Kakà, ma sa benissimo che il Milan avrebbe bisogno di un forte difensore centrale e di una controfigura di Kakà visto che i rossoneri torneranno a giocare con il 4-3-1-2. Honda è in pole position per gennaio e l'affare è quasi fatto, ma per i soldi cash i problemi ci sono. Ecco allora quello che abbiamo scritto prima: l'idea di offrire Pazzini alla Juve.
Recuperando un po' di denaro dalla cessione e dalla Champions se il Milan dovesse andare avanti come tutti si augurano, Galliani pensa di bussare di nuovo alla porta di Cellino per Astori. L'operazione era quasi fatta ad agosto, poi le vicende giudiziarie pendenti hanno convinto Cellino a non vendere giocatori per evitare che eventuali creditori potessero avviare operazioni sugli introiti del Cagliari. Se a gennaio la situazione sarà più chiara, Cellino venderà sia Astori che Nainggolan. Ma l'Inter non è più interessata. Ha scoperto che con un ottimo allenatore come Mazzarri anche i giocatori di casa non erano poi così scarsi. E molto dipenderà anche dalla vicenda Thohir. Come abbiamo sempre sostenuto a fronte di chi ha sbandierato mille volte la cessione già fatta o imminente, le trattative continuano a essere lunghe e complesse. Gli avvocati sono al lavoro, le banche stanno facendo minuziosi esami dei patrimoni, non è facile trovare soluzioni soddisfacenti per i due personaggi Moratti e Thohir. Qualche passo avanti è stato fatto. Ad esempio è stato accettato da tutti il ruolo di Moratti junior che resterà in società e continuerà a pesare. Più complesso uscire da un altro rebus: cosa farà Moratti? Naturalmente lui vuole restare, si sta discutendo proprio su una uscita morbida graduale nel giro di 3-5 anni. Vedremo. Intanto spuntano anche i cinesi a turbare Moratti e offrire alleanze. I dubbi crescono e gli accordi più' lotani
Vedremo anche come finirà la telenovela Cannavaro a Napoli. Le troppe pressioni stanno indispettendo non poco De Laurentiis che avrebbe intenzione di non discutere il rinnovo. L'intervista rilasciata da Fabio Cannavaro in difesa del fratello ha complicato ancora di più la situazione. Benitez non fa una grinza, comunque vada lui tira dritto per la sua strada consapevole che la difesa a quattro non esalta le caratteristiche di Paolo Cannavaro. Le prime partite, del resto, hanno messo in evidenza qualche difficoltà nel centro della difesa. Albiol avrebbe bisogno di un compagno più veloce, più rapido nel breve. Se la difesa non troverà compattezza, a gennaio il Napoli tornerà alla carica per Skrtel che aveva già detto sì a Benitez, è stato il Liverpool a bloccare l'affare, ma i contatti sono già ripresi.
Contatti costanti anche tra Fiorentina e Udinese. Le due società hanno in comproprietà un gioiello chiamato Cuadrado. La Fiorentina aveva chiesto anche la metà di Muriel per la prossima stagione. Come finirà? Se continua così, Cuadrado a fine stagione potrebbe valere non meno di trenta milioni. Il giocatore piace molto anche alla Juventus, ma la Fiorentina avrebbe strappato un gentleman agreement all'Udinese: nessuna ingerenza esterna. La comproprietà sarà discussa tra le due società e la Fiorentina vuole tutto il cartellino. Caso mai i viola, in cambio, possono mollare l'opzione per Muriel e lasciare strada libera ai bianconeri. Quella di Cuadrado si annuncia già una telenovela: lo seguono tutte le più grandi d'Europa.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juventus, Napoli e Roma su Piatek. Paratici segue anche De Ligt dell’Ajax. Ancelotti pronto a fermare il Psg. Per i giallorossi ipotesi Herrera del Porto. Lazio su Brahimi, Inter-Milan che derby 20.10 - Per Piatek è pronta a scatenarsi l’asta. L’avvio travolgente dell’attaccante polacco pagato appena 5 milioni di euro da Preziosi ha catturato l’attenzione un po’ di tutti. In Italia ci sono Juventus, Napoli e Roma. Il club bianconero là davanti ha problemi di abbondanza se si pensa...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Higuain da il via libera per Ibra al Milan. Tutto fatto, lui deciderà entro novembre. Barella, l’Inter torna in pole. Conte al Real, ora si può. Figc, Gravina è l’uomo giusto   19.10 - Un altro importante tassello per il ritorno di Ibrahimovic al Milan l’ha messo direttamente Gonzalo Higuain. Nella bella intervista rilasciata ieri alla Gazzetta, fra le tante cose non banali, si legge anche: “Ibra al Milan? Io amo giocare con i grandissimi e lui lo è”. E’ più di...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Il derby di Milano: strade incrociate, obiettivi comuni 18.10 - Siamo entrati nel vivo: la settimana del derby di Milano. E dopo la pausa per gli impegni della Nazionale, che ci ha regalato una bella vittoria contro la Polonia fatta di speranza e di bel gioco, non poteva tornare con una partita migliore, il campionato di serie A. Milan e Inter...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Derby time: ecco perché il Milan è favorito. L’Inter sarebbe più in forma, ma… Cristiano Ronaldo con vista Manchester: la Juventus pensa già allo United per spaventare l’Europa. I 35 milioni offerti dal Napoli per Piatek 17.10 - Come si vince il Derby della Madonnina? E chi rischia di più? Inter-Milan è la partita che noi tutti ci meritiamo dopo due settimane di pausa, ristoratrici per la Nazionale e per il nostro amor proprio, ma che ci hanno lasciato una fame di calcio tale da sbirciare quasi con curiosità...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: quel che si può dire (e non dire) su Ronaldo. Inter e Milan: un derby lunghissimo (con Marotta sullo sfondo). Napoli: il prezzo di Piatek. Italia: bentornati azzurri, ma sugli stadi… 16.10 - Ciao. Domenica c’è il derby, l’altro giorno invece ha giocato la Nazionale. Ci si divide tra chi dice “uh ma che bella Nazionale! Parliamone!” e chi “che due maroni la sosta, pensiamo al derby di Milano”. Solo che il derby è domenica sera, manca ancora una vita. E allora ci si spreme...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Berlusconi e il Milan di Gattuso. Ad Allegri manca solo un tetto. Marotta-Inter, non avrebbe senso. Io voto Gravina perché.... 15.10 - Quando c'è la pausa campionato è un disastro. Non sai cosa scrivere e devi inventare storie, raccogliere notizie e parlare di mercato anche quando non c'è. Per fortuna, in questa domenica pomeriggio, Silvio Berlusconi su Sportitalia (durante Monza-Triestina) ci ha dato diversi spunti...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La pausa degli esoneri e dei primi acquisti per gennaio. Pungiball Ventura, ma il Chievo ha fatto benissimo. Finalmente c'è la formazione: ora Mancini segua il consiglio di Sarri 14.10 - Lo sport Nazionale degli ultimi undici mesi è stato insultare Gian Piero Ventura. Non è stato solo il colpevole dell'eliminazione dell'Italia dal Mondiale, ma dallo scorso 13 novembre di qualsivoglia problema. L'aumento dello spread? E' colpa di Ventura. Il surroscaldamento globale?...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Conte ipotesi concreta per il Real, Florentino pronto a tutto per avere anche Hazard. Milan, che colpo Paquetà. Under verso il rinnovo fino al 2023. Napoli a breve l’accordo con Zielinski, per gennaio non sono previste operazioni in entrata 13.10 - Lopetegui, Conte, Real e Chelsea. Il mese di ottobre potrebbe regalarci un’altra interessante rivoluzione in panchina. Florentino Perez non è soddisfatto del rendimento del suo allenatore, fortemente voluto in estate dopo l’addio di Zidane e ora sta pensando in maniera concreta ad...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Ronaldo, una vergogna. In certi casi è vietato tifare. Juve su James Rodriguez e Rabiot. Milan, dopo Paquetà tutto su Barella. Derby con l’Inter per Ramsey 12.10 - Attorno alla vicenda personalissima che coinvolge Cristiano Ronaldo stiamo scrivendo un’altra pagina imbarazzante. E dico poco. Fatevi questa domanda: avete elementi seri che vi possano far pensare che Cristiano Ronaldo sia colpevole di stupro? La risposta sensata, quasi obbligata,...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Milan: un colpo in Brasile. Leicester: in arrivo un italiano, faceva il cameriere! E una Nazionale che non decolla... 11.10 - Il Milan ha praticamente preso Paquetà, il primo colpo di Leonardo. Nella notte italiana, Globo Esporte aveva lanciato l'indiscrezione. Nel corso della giornata le conferme. Accordo raggiunto tra Milan e Flamengo per il centrocampista offensivo brasiliano classe '97. Il ragazzo arriverà...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy