HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Editoriale

Conte insiste per l'attacco: a gennaio vuole Gabbiadini. Il Milan propone Pazzini e riproverà per Astori. Enigma Llorente. Inter-Thohir, spuntano i cinesi...

Nato ad Aulla (Massa Carrara) il 16/03/54 comincia giovanissimo a collaborare con La Nazione portando la partita che giocava lui. Poi inviato speciale e commentatore, oggi direttore del Qs Quotidiano sportivo della Nazione, Resto del Carlino e Giorno
13.09.2013 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 33628 volte
© foto di Federico De Luca

Nonostante i pompieri si siano precipitati a spegnere il piccolo incendio Conte-Marotta (ha parlato anche Nedved, guarda caso), l'allenatore della Juve è preoccupato per il suo attacco che non reputa all'altezza di molte altre squadre europee, ma anche di altre italiane. Conte, come sua abitudine, ha ripreso a lavorare con intensità con tutto l'organico, ha rimesso in circolo anche Quagliarella, ma gennaio è vicino e qualcosa la società ha promesso. L'obiettivo numero uno è diventato Manolo Gabbiadini, a metà con la Sampdoria e in forza al club ligure fino a giugno. L'idea è di riportarlo a casa a gennaio. L'attaccante sta maturando in fretta, una quindicina di partite in A e la scuola di Delio Rossi potranno farlo crescere ancora. Prandelli lo ha convocato nazionale. Se continua così potrebbe diventare veramente la punta che Conte cerca. Mobile, forte fisicamente, lavora per la squadra, in acrobazia non ha rivali. Se Llorente non dovesse sbloccarsi si potrebbe pensare anche a uno scambio secco, ma lo spagnolo ha già fatto sapere che non accetterebbe il declassamento. Risposta attesa. Potrebbe però diventare una pedina importante per l'estero, visto che il giocatore ha ottimo mercato. Comunque, preso a parametro zero, Llorente sarà un affare economico. Molto dipenderà dai prossimi tre mesi, ma se Conte non lo prende in considerazione neppure per sostituire Vucinic, la Juve rischia un altro caso Bendtner.
L'alternativa la offre il Milan che dopo aver preso Matri e Kakà si ritrova un attacco troppo affollato. Pazzini sta recuperando e per gennaio potrebbe essere di nuovo al top. Difficile possa convivere con Matri e Balotelli, rischierebbe di non giocare, mentre alla Juve potrebbe essere molto utile. Anche questa è una pista da seguire da oggi a gennaio, il giocatore (se torna ad alto livello) a Conte piace molto. Da escludere il giro tentato nelle ultime ore di mercato con Gilardino alla Juve, Quagliarella alla Lazio e Borriello al Genoa. Conte non vuole Gilardino. Quagliarella, invece, potrebbe invece gradire il ritorno alla Samp nell'operazione Gabbiadini. La palla è in mano a Marotta che deve accontentare Conte. Tra l'altro la Juve non ha mollato Zuniga e il suo procuratore Calleri. Ha in mano un accordo precedente al rilancio del Napoli e intende farlo valere. Probabile l'arrivo a parametro a giugno.
Galliani si è preso la soddisfazione di riportare a casa Kakà, ma sa benissimo che il Milan avrebbe bisogno di un forte difensore centrale e di una controfigura di Kakà visto che i rossoneri torneranno a giocare con il 4-3-1-2. Honda è in pole position per gennaio e l'affare è quasi fatto, ma per i soldi cash i problemi ci sono. Ecco allora quello che abbiamo scritto prima: l'idea di offrire Pazzini alla Juve.
Recuperando un po' di denaro dalla cessione e dalla Champions se il Milan dovesse andare avanti come tutti si augurano, Galliani pensa di bussare di nuovo alla porta di Cellino per Astori. L'operazione era quasi fatta ad agosto, poi le vicende giudiziarie pendenti hanno convinto Cellino a non vendere giocatori per evitare che eventuali creditori potessero avviare operazioni sugli introiti del Cagliari. Se a gennaio la situazione sarà più chiara, Cellino venderà sia Astori che Nainggolan. Ma l'Inter non è più interessata. Ha scoperto che con un ottimo allenatore come Mazzarri anche i giocatori di casa non erano poi così scarsi. E molto dipenderà anche dalla vicenda Thohir. Come abbiamo sempre sostenuto a fronte di chi ha sbandierato mille volte la cessione già fatta o imminente, le trattative continuano a essere lunghe e complesse. Gli avvocati sono al lavoro, le banche stanno facendo minuziosi esami dei patrimoni, non è facile trovare soluzioni soddisfacenti per i due personaggi Moratti e Thohir. Qualche passo avanti è stato fatto. Ad esempio è stato accettato da tutti il ruolo di Moratti junior che resterà in società e continuerà a pesare. Più complesso uscire da un altro rebus: cosa farà Moratti? Naturalmente lui vuole restare, si sta discutendo proprio su una uscita morbida graduale nel giro di 3-5 anni. Vedremo. Intanto spuntano anche i cinesi a turbare Moratti e offrire alleanze. I dubbi crescono e gli accordi più' lotani
Vedremo anche come finirà la telenovela Cannavaro a Napoli. Le troppe pressioni stanno indispettendo non poco De Laurentiis che avrebbe intenzione di non discutere il rinnovo. L'intervista rilasciata da Fabio Cannavaro in difesa del fratello ha complicato ancora di più la situazione. Benitez non fa una grinza, comunque vada lui tira dritto per la sua strada consapevole che la difesa a quattro non esalta le caratteristiche di Paolo Cannavaro. Le prime partite, del resto, hanno messo in evidenza qualche difficoltà nel centro della difesa. Albiol avrebbe bisogno di un compagno più veloce, più rapido nel breve. Se la difesa non troverà compattezza, a gennaio il Napoli tornerà alla carica per Skrtel che aveva già detto sì a Benitez, è stato il Liverpool a bloccare l'affare, ma i contatti sono già ripresi.
Contatti costanti anche tra Fiorentina e Udinese. Le due società hanno in comproprietà un gioiello chiamato Cuadrado. La Fiorentina aveva chiesto anche la metà di Muriel per la prossima stagione. Come finirà? Se continua così, Cuadrado a fine stagione potrebbe valere non meno di trenta milioni. Il giocatore piace molto anche alla Juventus, ma la Fiorentina avrebbe strappato un gentleman agreement all'Udinese: nessuna ingerenza esterna. La comproprietà sarà discussa tra le due società e la Fiorentina vuole tutto il cartellino. Caso mai i viola, in cambio, possono mollare l'opzione per Muriel e lasciare strada libera ai bianconeri. Quella di Cuadrado si annuncia già una telenovela: lo seguono tutte le più grandi d'Europa.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: la miglior risposta al sorteggio è quella meno scontata, parola di Allegri. Inter: la cifra sul rinnovo di Icardi, le voci (esagerate) su Spalletti. Milan: la "resistenza" di Gattuso in attesa del mercato. Var: basta ostruzionismo 18.12 - Ciao. Siamo entrati nei clamorosi sette giorni del “tanti auguri a te e ai tuoi cari” che alcuni temerari trasformano da subito in “buon Natale, ma anche buon anno nuovo, a te e ai tuoi cari”. La maggior parte della gente che ti dice “a te e ai tuoi cari” odia te e anche i tuoi cari,...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Disfatta europea figlia di un campionato inutile e di un sistema morto. Spalletti-Gattuso: due pesi e due misure. Gravina, servono fatti. Anche in Kosovo il mercato chiude il 31. Lega Pro, la Capotondi e il paracadute... 17.12 - Inutile girarci intorno. Possiamo dire che il PSV è diventato il Barcellona o che ad Atene il rigore non c'era ma la verità è una sola: non possiamo ridurci a tifare il Barcellona o ad attaccare l'arbitro per passare il turno in Champions League ed Europa League in situazioni di estrema...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Chi deciderà all'Inter? Spalletti rischia e non poco. Il Milan viene colpito dall'UEFA, ma non affondato. Settimana nera in Europa, ma nulla è perduto 16.12 - Il tentativo è stato quello di introdurlo con tranquillità, come una figura che mancava in una già nutrita dirigenza. Ma l'arrivo di Giuseppe Marotta rivoluziona le decisioni all'Inter, per forza di cose. Niente scossoni, nessun addio brusco, ma lo stop dei rinnovi contrattuali e...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Milan, Quagliarella ipotesi concreta, a centrocampo possibile nome a sorpresa. Juventus, Pogba pista forte per giugno ma attenzione anche a Rabiot se non rinnova con il Psg. Di Francesco, decisiva la sfida con il Genoa 15.12 - Ibra non arriverà e il Milan sta già lavorando su altri fronti. Anche perché il mercato è alle porte e il tempo comincia a stringere. Fabio Quagliarella ad ora è un’ipotesi concreta. Per l’attaccante c’è un discorso aperto con la Samp per il rinnovo di un anno ma la strada è ancora...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Conte non prende l’Inter in corsa. Il piano di Marotta per convincerlo. Da Pogba a Chiesa, da Milinkovic Savic a Modric, tutte le piste. Via Icardi per fare cassa? Spalletti si salva se arriva terzo e vince in Europa. Di Francesco, ultima chiamata 14.12 - Beppe Marotta si è presentano con un’idea impegnativa: Sono qui per un progetto vincente. E già. E’ dal 2010 che i tifosi dell’Inter aspettano qualcosa di vincente e per riprovarci i nerazzurri hanno scelto non a caso, ma il numero Uno, quello che ha riportato in alto la Juventus...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le incertezze della Champions: la cura non è solo il mercato... 13.12 - Possiamo dirlo senza mezzi termini: peggio di così difficilmente poteva andare. Martedì sera le due italiane non sono riuscite a qualificarsi nonostante avessero avuto tutto a disposizione, non soltanto in questo turno di Champions, ma anche i precedenti. Mercoledì Juve e Roma si...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Spalletti il grande imputato: il limite di carattere dell’Inter dell’ultimo mese rispecchia il valore della squadra o i limiti del tecnico? Napoli a testa alta, pagato solo il rodaggio iniziale di Ancelotti.Europa League: perché fa per il Napoli 12.12 - Cos’è peggio nella vita: un due di picche, o rimanere con il dubbio che sarebbe potuta andare bene se ci avessi provato? L’Inter esce dalla Champions manco fosse un adolescente impacciato, che si intreccia le mani mentre cerca in tasca il coraggio per rivolgere la parola alla ragazzina...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Chiellini e altri difensori. Inter: 10 "segreti" sulla festa di Wanda Nara (e uno su Spalletti). Milan: Donnarumma, Abate... e un dato di fatto su Ibra. Napoli: forza Ancelotti, fai impazzire i critici 11.12 - Ciao. Sono stato al compleanno di Wanda Nara. Giuro. Mi ha invitato perché è gentile. E quindi non dovrei, ma vi racconto tutto il torbido di una festa che ha fatto molto parlare e ha indignato i più. Giustamente, tra l’altro: un capitano che va alla festa di sua moglie non si era...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve-Inter, la differenza tra il gioco e la vittoria. Roma, non c'è nulla. Napoli, devi farcela. Bigon e la meritocrazia: misteri del calcio 10.12 - La differenza tra la Juventus e l'Italia non sta solo nella classifica. Sarebbe riduttivo per una squadra che a dicembre, in campionato, ha vinto tutte le partite e pareggiata una. Se il calcio fosse un'equazione, allora, avremmo risolto molti problemi e ci saremmo messi l'anima in...

Editoriale DI: Marco Conterio

La vittoria di Allegri e la sconfitta di Spalletti. Cancelo, rimpianto nerazzurro e clamorosamente sottovalutato in Europa. Agnelli-Zhang segnano la fine della storica rivalità tra Juventus e Inter? 09.12 - Il tempo dei bilanci di fine anno si avvicina ma è chiaro che tracciare una linea su quel che è stato di questo 2018 non sia complicato. La gara di due sere fa di Torino ne è la chiara fotografia: il coraggio non basta, la Juventus prepara Capodanno da febbraio mentre le altre sono...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->