VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Conte un rammarico: Immobile preferito a Drogba. Baselli più facile. Scambio Isla-Ranocchia. Milan: no di Mandzukic, largo ai giovani. Kakà più lontano. Samp, Ferrero promette Cassano

Nato ad Aulla (Massa Carrara) il 16/03/54 comincia giovanissimo a collaborare con La Nazione portando la partita che giocava lui. Poi inviato speciale e commentatore, oggi direttore del Qs Quotidiano sportivo della Nazione, Resto del Carlino e Giorno
13.06.2014 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 38583 volte
© foto di Federico De Luca

Conte è al mare in un paradiso africano, ma non molla il mercato della Juve che per ora gli ha riservato poche gioie. E per il futuro non è ottimista, difficilmente avra' la Juve che aveva sperato e sognato. Intanto ha confidato il suo rammarico per Ciro Immobile, perchè se l'acquisto in attacco deve essere nonno Drogba, allora tanto valeva tenersi il giovane napoletano che può crescere ancora.

Questo concetto ha espresso anche ai suoi dirigenti, ma ormai Immobile è in Germania. Chi arriverà allora? In attesa di capire se Sanchez è possibile (ieri ha cercato di convincerlo anche il suo amico Vidal), Marotta e Ausilio si sono incontrati ieri a Milano. Guarin piace sempre molto ai bianconeri, ma l'Inter vuole denaro cash per poter poi andare sugli obiettivi veri. La Juve ha risposto picche e allora si discute su un possibile scambio Ranocchia-Isla con conguaglio.

Marotta ha parlato anche con l'Atalanta cercando di avvicinarsi il più possibile a Baselli, giovane playmaker valutato 8-10 milioni, per il quale la Juve è disposta ad arrivare a se. Vedremo.

Nel frattempo tornando all'Inter, i nerazzurri hanno mollato la pista Luiz Gustavo, fortemente richiesto da Mazzarri, per il costo del giocatore ritenuto troppo lontano dalle possibilità nerazzurre, ma anche perchè il centrocampista vuol restare al Wolsburg. Un altro sogno di Mazzarri è Osvaldo sul quale la Juventus ha diritto di riscatto, ma 15 milioni sono ritenuti eccessivi. Anche qui una partita tutta da giocare.

Il Milan, invece, è ancora tutto da costruire. Inzaghi si è messo nelle mani di Galliani con i consigli di Sacchi. In bocca al lupo. La linea giovane è sicuramente quella prescelta tanto che il centrocampista Cristante è stato messo tra gli incedibili. Inzaghi dovrà anche dire quali saranno i 4-5 primavera da aggregare alla prima squadra. Nel frattempo Balotelli è sempre più nella lista dei partenti, ma non sono arrivare offerte decenti. Berlusconi spera molto in un buon mondiale dell'attaccante per venderlo almeno a venti milioni all'Arsenal che ci sta provando da tempo con ooferti troppo basse. Tra i partenti anche Kakà, il riavvicinamento con la moglie è in corso e questo significa un ritorno a casa quasi obbligato. Alsuo posto Menez nel 4-3-3 di Inzaghi. Non arriverà invece Mandzukic che costra troppo (almeno 20 milioni), ma soprattutto ha un ingaggio che il Milan non può pagare. A questo proposito si sta cercando di spingere Mexes che guadagna molto verso il Psg. Sarà sostituito da Alex.

Niente da fare invece per Babacar, un giovane che piace molto a Inzaghi e nel Modena in B ha fatto benissimo. Il cartellino è della Fiorentina che ha deciso di riportarlo a casa per inserirlo nella trattativa con l'Udinese per il riscatto di Cuadrado. L'Udinese vorrebbe tutto Babacar e dodici milioni, la Fiorentina ha offerto la metà dell'attaccante e la trattativa si sta chiudendo.

Chiusa anche l'avventura di Pepe Reina al Napoli. Il portiere spagnolo era in prestito dal Liverpool, De Laurentiis non lo riscatta e l'ingaggio del portiere va fuori dai parametri del Napoli. Come vedete il calcio italiano in questo momento ha tali e tanti problemi che i giocatori di prima fascia scappano appena possono.

Uno che è già scappato e poi tornato si chiama Cassano. Ora potrebbe tornare alla Sampdoria che ieri a sorpresa ha cambiato proprietà. Il petroliere Garrone che tre anni fa aveva ereditato dal padre, per rispetto del genitore aveva sempre detto no a Cassano che sarebbe tornato volentieri a Genova città della moglie. Ora senza Garrone le prospettive cambiano e il nuovo proprietario, il produttore cinematografico Ferrero, ha fatto subito sapere che ci proverà. Presentarsi con Cassano sarebbe un bel biglietto da visita per ingraziarsi i tifosi.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Dybala-Messi, la differenza è abissale! Di Francesco, cena per Alisson… Inter, pensieri da grande! E brindiamo con Rooney… 13.09 - La Juventus ha perso al Camp Nou. Ci ha pensato Leo Messi a spegnere i sogni di gloria dei bianconeri. Tutti aspettavamo la consacrazione, l’ennesima, di Paulo Dybala. Non è andata benissimo… Ancora una volta, la Pulce ha confermato, a suon di giocate e leadership, di essere il numero...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la questione europea e l'obiettivo già raggiunto. Milan: è il momento del silenzio (e delle scelte). Inter: c'è qualcosa che va oltre il campo. Napoli: 90' studiati a tavolino 12.09 - Buonanotte, tra brevissimo parleremo di calcio. È andato in onda lo show denominato Miss Italia, che poi è il celeberrimo concorso di bellezza. Una volta funzionava così: un gruppo di ragazze molto belle si metteva in mostra e il pubblico decideva (“Questa è la più bella, questa...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Caro Marotta, ecco perché non ha senso chiudere prima il mercato. E ridateci le comproprietà! Presidenza di A: Brunelli la scelta migliore... 11.09 - Gli inglesi chiudono prima il mercato? Bene, allora facciamolo anche noi. Siamo il Paese del "copia e incolla". Senza senso e senza ragione. Non abbiamo una nostra idea e dobbiamo replicare, male, quelle degli altri. Il problema del nostro calciomercato non è, come dice Marotta, la...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Il PSG e il fair play finanziario, sempre più aggirato. L'Inter imbrigliata, la Juventus parte in prima fila. Il Milan punta su altri mercati e modelli esteri, ma senza sponsor rischia di star dietro 10.09 - Il Paris Saint Germain, in settimana, ha presentato Kylian Mbappé. Sula carta uno degli investimenti più onerosi di sempre, secondo solo a quello per Neymar Jr. 180 milioni di euro che, però, sono ancora da investire, perché il Monaco lo ha ceduto in prestito con diritto di riscatto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.