VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Editoriale

Dal mercato alla tattica: tutti gli errori del Milan. Higuain zittisce i critici ma Allegri trova il pelo nell'uovo alla sua Juve. Inter: primo colpo a segno. Inghilterra: il futuro è tuo

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
29.10.2017 09:18 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 49868 volte
© foto di Image Sport

Sei punti in meno a un anno fa. Quando il Milan era alla berlina, accusato e additato. Quando il Milan non aveva avuto un mercato milionario a rinforzarlo d'estate. Quando il Milan non aveva avuto la possibilità di scegliere ogni suoi rinforzo a prezzi e costi pregiati. Fassone e Mirabelli hanno avuto un portafogli ricolmo di euro per regalare all'allenatore, Vincenzo Montella, i rinforzi da giugno ad agosto ma adesso emergono fior di lacune in quello che è stato il mercato estivo del Milan.

Nei fatti, in ogni possibile schema di gioco schierabile da Vincenzo Montella c'è qualcuno penalizzato. Con questo 3-4-2-1, Lucas Biglia soffre il centrocampo a due e pure Franck Kessie non dà l'impressione di poter liberare i cavalli nel suo motore. André Silva rimane un profondo mistero tattico e Nikola Kalinic dà poca profondita. Con la difesa a quattro, Leonardo Bonucci ha mostrato di soffrire ma con il tridente, Hakan Calhanoglu fatica ad adattarsi da interno di centrocampo e manca un esterno d'attacco sinistro con Suso dall'altra parte. Alessio Romagnoli, poi, funziona meglio come interno sinistro della difesa e non al centro dei tre in retroguardia e lì Rodriguez è soltanto adattato, come dimostra il secondo gol di oggi di Gonzalo Higuain.

La verità è che il Milan ci ha provato ma ha mostrato lacune in fase realizzativa, raccontate dai sedici gol segnati in undici partite (gli stessi dell'Udinese che deve ancora giocare una partita) e pure in quella difensiva (sedici reti prese, tante quante il Genoa che è in fondo alla classifica della Serie A).

Dall'altra parte la spiegazione, in due gesti, che le critiche affrettate non giovano a nessuno se non a qualche titolo a effetto in più. Gonzalo Higuain è il secondo giocatore negli ultimi vent'anni a segnare più di cento gol in due campionati diversi dopo Zlatan Ibrahimovic. Ha vissuto una flessione, non un'involuzione. Higuain s'era perso ma non se n'è mai andato e le parole di Buffon verso il numero nove lo dimostrano. "La sua partita andrebbe mostrata a tutti in un dvd", aveva detto dopo la Spal. Questa, merita una collezione a parte.

Intanto, Massimiliano Allegri dimostra in poche parole che la Juventus non ha la pancia piena. A ogni conferenza, a ogni intervista, cerca il pelo nell'uovo per tenere alta la tensione. Stavolta il bersaglio degli stimoli è Miralem Pjanic. "Mi sono arrabbiato con lui perché uno come Miralem deve perdere un solo pallone a partita e quando gioca corto non mi piace".

Intanto, a ottobre, è già calciomercato. Tutte si stanno muovendo, chi l'ha già fatto è l'Inter che ha regalato a Luciano Spalletti il brasiliano Ramires. Arriverà dal Jiangsu Suning, club della stessa proprietà dei nerazzurri, in prestito. Ha qualità, tanta, per trovare e ritrovare la forma inglese, approderà a Milano in anticipo per essere pronto alla bisogna già a gennaio.

La chiosa sull'Inghilterra. Che a livello di club è stata in crisi per tempo, soprattutto in Champions League. Che a livello di Nazionale ha vinto più di cinquant'anni fa e con tutti i dubbi e le polemiche del caso. Però i frutti del lavoro delle accademie calcistiche delle grandi si stanno vedendo. La vittoria al Torneo di Tolone, il secondo posto all'Europeo Under 17, la vittoria a quello Under 19, poi i trionfi al Mondiale Under 20 e quello di ieri al Mondiale Under 17. L'Inghilterra ha giocatori da sogno, campioni in erba come Phil Foden, classe 2000 del Manchester City, che sono pronti a prendere in mano la Nazionale del futuro. E' una generazione pazzesca, che ricorda molto quella della Spagna che ha dominato in lungo e in largo a livello di big per anni e anni. Servirà un bello sforzo, da parte di tutti, per salvarci dalla Regina...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juventus-Napoli, sfida totale. Un finale di campionato elettrizzante… 19.04 - Un finale di campionato così è letteralmente da sogno. Per tutti i tifosi, di tutti i colori. Perché vivere un duello così bello, così intenso, con così tanti colpi di scena concentrati in pochi minuti o in poche giornate. Lo scontro diretto è ormai alle porte e viverlo con queste...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

I dolori del giovane Andrea Agnelli: se gli obiettivi futuri della Juventus valgono davvero questo danno d'immagine, per il club stesso, e per Gigi Buffon. Gravissima l'accusa di malafede a Collina 18.04 - È passato tutto in cavalleria. No, non di certo le parole di Buffon o di qualcun altro. Le uscite dei giocatori hanno fatto molto clamore, anche se qua in Italia si è trattato solo di rumore, mentre all'estero è stato disgusto e condanna, in un tragico giro del mondo che ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la corte a Marotta e il futuro di Allegri. Milan: il piano di Gattuso per la prossima stagione (e Donnarumma?). Inter: quanti processi senza senso. E a Buffon il 432esimo consiglio non richiesto 17.04 - A Milano è iniziata la Settimana del Mobile. Alla Settimana del Mobile è difficilissimo trovare dei mobili e la cosa, converrete, è molto curiosa. Molto più facile trovare gente di merda. Di quella sono piene le vie. Sembra che tutti vadano nelle feste esclusive, fanno a gara a dirtelo,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Ecco perché Buffon va assolto. Il suicidio della Lazio senza un perché. L'Inter senza Icardi ha un problema. Empoli verso la A: bastava esonerare Vivarini 16.04 - Ci siamo lasciati alle spalle la settimana europea più folle di sempre per il calcio italiano. Istanbul a parte, una roba del genere non l'avevamo mai vista. Nel bene (la Roma) e nel male (la Lazio). E la Juve è bene o male? Vi starete chiedendo. Assolutamente nel bene. La Juventus...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il problema non è il contatto Benatia-Vazquez, il problema è tutto il resto: Ceferin faccia subito un passo indietro. La UEFA ha due scuse, ma non bastano per giustificare questo atteggiamento: ha ragione Gattuso 15.04 - Andò peggio, molto peggio, un anno fa. Erano sempre i quarti di finale di Champions League, c'era sempre il Real Madrid, ma i blancos al Bernabeu non avevano di fronte la Juventus, bensì il Bayern Monaco, sconfitto 2-1 all'andata. I bavaresi, allora guidati da Carlo Ancelotti, nei...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Juve, il sogno è sempre Isco, c’è anche Bernat per la fascia sinistra. Sarri pensa solo al campionato, il futuro a fine aprile. Chelsea e Monaco alla finestra. L’Inter torna forte su Verdi 14.04 - L’eliminazione in Champions League non cambia i piani. Marotta è stato chiaro. La Juventus aumenterà la sua qualità con un mix tra giovani e giocatori più esperti. E anche qualche sogno. Uno di questi è Isco. Il corteggiamento parte da lontano. Sono due anni, che i bianconeri sondano...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Buffon non può chiudere così, deve chiedere scusa. Collina e gli arbitri inadeguati. Il Var in Champions. Juve fantastica senza Dybala si è buttata via all’andata 13.04 - Dalla notte di Madrid in poi ne abbiamo viste e sentite di cotte e di crude, tanto per usare una vecchia espressione degli anni cinquanta che forse oggi è cara soltanto a Masterchef. IL RIGORE – Vista e rivista l’azione, anche a mente fredda, 24 ore dopo, sinceramente non so se...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Le lezioni di Juve e Roma: a tutti. Sarri e il suo sogno e i prestiti “vietati” 12.04 - È una beffa. Forse la peggiore. Un rigore, di cui discuteremo anche a lungo, nel tempo di recupero, con addirittura l’espulsione di Buffon, raramente visto così arrabbiato. La Juventus stava raddoppiando l’impresa della Roma, e sarebbe stato duro dover scegliere quale sarebbe stato...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

La rifondazione della Juventus: è davvero possibile? E dove? Ecco quello di cui ha bisogno per crescere. Ma servono molti soldi, sicuri che questo non sia il massimo in Europa? 11.04 - Si fa presto a dire rivoluzione juventina. Le macerie (solo europee, va detto) lasciate dagli attacchi aerei di Cristiano Ronaldo hanno stappato le discussioni sulla rifondazione a Vinovo. Gente che va, gente che viene, progetti che cambiano. Ora, francamente sembra altamente impraticabile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Morata e altri “miracoli” (ma l’Uefa chiude gli occhi). Inter: un guaio ricorrente e lo strano caso De Vrij. Milan: terremoto Gattuso, a un anno dal closing. Napoli: per i fischi c’è ancora tempo 10.04 - Per prima cosa procedo con l’esperimento. Tutti i lunedì notte da ormai dieci anni spedisco le mie cose al valido Alessio Alaimo. Lui mi odia perché gli mando i pezzi alle 23.55 e magari sta facendo fiki-fiki, oppure è legittimamente ubriaco, oppure ha sonno. A volte mi dice “per...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.