VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

Dall'intuizione di Sabatini a quella di Allegri: le dieci rivelazioni assolute della Serie A. Tra poco è mercato: la top ten dei colpi che dobbiamo aspettarci

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
24.12.2017 13:28 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 61282 volte
© foto di Image Sport

Buon Natale. Per questo teniamoci le delusioni per approfondimenti futuri, meglio cosparcergi il capo di zucchero a velo piuttosto che cercare il candito nel pandoro. Natale è pure tempo di primi bilanci e prima di orientare lo sguardo al futuro, ovvero ai dieci colpi che ci aspettiamo per questa sessione di mercato oramai alle porte, pensiamo alle sorprese. Ai regali che questa Serie A 2017/2018 quasi al giro di boa ci ha fatto. Chi sono le dieci sorprese di questo campionato? Chi abbiamo trovato, spesso in modo in atteso, a Ferragosto e scoperto come dono sotto l'albero? Dieci nomi. Dieci opinioni. In rigoroso ordine sparso perché "questa non è una classifica", in pieno stile X-Factor, ma solo un bel gruppone di rivelazioni. E il vincitore, in fondo, lo si conoscerà solo a maggio.

Bryan Cristante Il pupillo di Massimiliano Allegri è cresciuto. E' sbocciato. Ha dimostrato, con Gian Piero Gasperini, di essere giocatore vero e di gran livello. L'Atalanta gli ha cucito un vestito su misura e dopo mesi di apprendistato, ha segnato gol pesanti, l'ultimo contro il Milan, che lo hanno di fatto portato di nuovo nel mirino delle grandi. Pure della Juventus, di quell'Allegri che lo stima da sempre. E che lo vorrebbe con sè.
Antonin Barak L'ennesima scoperta dei Pozzo. Che ultimamente avevano toppato qualche calciatore, e pure allenatore, ma che con Massimo Oddo hanno dimostrato di saper invertire a pieno la rotta. Barak, ma pure Jankto e Fofana, sono le perle più grezze ma anche potenzialmente più lucenti. L'Udinese l'ha bloccato addirittura lo scorso febbraio, pur di prenderlo in estate. Ha già i colpi e i gol da grandissima squadra.
Milan Skriniar E' forse il colpi più azzeccato dalle grandi di tutta l'estate: è stato ritenuto strapagato, vale ora praticamente il doppio. Un'intuizione di Sabatini e Ausilio, un giocatore che è diventato de facto tra i migliori centrali della Serie A, già nell'orbita delle big di Premier e Liga.
Mattia De Sciglio Desaparecido con il Milan, dove era finito nel dimenticatoio e il cui addio non è stato preso con lacrime e disperazione dai tifosi rossoneri. La realtà dei fatti è che ha avuto ragione Massimiliano Allegri: col passare delle settimane, il rendimento di De Sciglio è cresciuto esponenzialmente, tanto da farlo diventare uno dei migliori interpreti assoluti del ruolo.
Luis Alberto Scomparso, ai margini della rosa. Poi, Igli Tare ha 'imposto' la sua decisione e Claudio Lotito si è fidato. Lo stesso ha fatto il vero tecnico rivelazione di questa Serie A, Simone Inzaghi: il sunto è l'esplosione di un giocatore che dal dimenticatoio è finito pure in Nazionale, da leader della trequarti della Lazio. E destinato a un futuro da grande, dopo un passato da eterna promessa.
Lucas Torreira Un inizio talmente spettacolare che pure Luis Suarez, stella dell'attacco del Barcellona, ha chiesto a Oscar Tabarez di convocarlo con l'Uruguay. Torreira è un regista vecchio stampo ma dominante, il cui domani, decisamente prossimo, è in una delle grandissime d'Europa. Valorizzato al meglio da Giampaolo, nonostante gli ultimi inciampi.
Simone Verdi In una stagione di buon livello per il Bologna, Verdi è certamente protagonista. Anzi. Il protagonista. Tanto che il Napoli di Sarri, suo maestro a Empoli, lo vuole, e ci farà presto un pensierino anche il Milan, questioni societarie permettendo. Calcia con entrambi i piedi, segna con entrambi i piedi. Pure su punizione. Da Nazionale.
Aleksandar Kolarov E' il colpo che, in quanto a spesa e rendimento, sta avendo il maggior impatto sulla propria squadra e sulla Serie A. Della serie 'altro che bollito', Kolarov è ancora più forte di quello visto in passato in Italia. Un colpo da novanta per Monchi.
Nicolò Barella E' l'italiano che più ha sorpreso, almeno nella categoria giovani. Il Cagliari già sapeva di avere una gemma, adesso si è scoperto e dimostrato pepita. E' già trascinatore, nonostante la giovane età, segno che ha il pedigree per giocare, presto, in una grande squadra.
Jordan Veretout La scelta, testa o croce, è finita sul francese invece che su German Pezzella. La Fiorentina, però, ha pescato due signori giocatori: il centrocampista, preso dall'Aston Villa, sa abbinare bene le due fasi, sa segnare e pure dirigere il traffico in mezzo al campo. Può far presto capolino, di nuovo, in Nazionale.

Dopo questa, decisamente opinabile, lista delle dieci rivelazioni assolute, spazio al mercato. Tutte hanno necessità, difficilmente qualcuna muoverà pezzi da novanta. Però le occasioni sono dietro l'angolo e, senza Mondiale, l'Italia può anticipare il suo mercato già a gennaio.

10° posto Il valzer delle punte - Immancabile. Via il dente, via il dolore: Falcinelli, Borriello, Lapadula, Bajic, Djordjevic, Iemmello, Coda, Pazzini, Sadiq, Pinamonti, Galabinov, Palladino, Babacar, Inglese, Milik, Petkovic, Matos. Ce ne siamo scordati alcuni? Certo. Perché come sempre a gennaio di punte se ne muovono tante. Un valzer che fa girare la testa...
9° posto Fiorentina: i terzini, Badelj e Babacar - La Firoentina farà partire Maxi Olivera e Gaspar, è alla ricerca di due terzini che facciano gli esterni di fascia. Ha Badelj in scadenza che non rinnoverà (idee spagnole, inglesi, poi Milan e Lazio), e ha un Babacar che fa un gol ogni 80 minuti giocati e che non è titolare. Può partire? Sì. Ma la Fiorentina cerca un esterno e non una punta, sintomo che per adesso, il senegalese dovrà restare a fare il vice-Simeone.
8° posto Il mercato in attacco del Torino - C'è un caso Ljajic aperto. C'è Berenguer che non convince. C'è Sadiq che verrà rispedito alla Roma. Boyè che può partire. In soldoni: davanti fervono cambiamenti in casa granata. Occhio a Pazzini: può arrivare a breve dal Verona. E dalla Moldavia, invece, la punta Damascan...
7° posto Dove andrà De Vrij? - Non alla Lazio. Ha deciso: non rinnoverà coi biancocelesti, a meno di clamorosi capovolgimenti. Dove andrà? Presto per dirlo, ma altrettanto presto lo sapremo. C'è tutta Europa, e tutta Italia, in fila col telefono pronto.
6° posto I big della Roma: che futuro? - Il mancato rispetto del Financial Fair Play costringerà la Roma a non fare mercati faraonici e, anzi, a non disdegnare qualche ipotesi di addio. Molti mandati sono in giro, la sensazione è che per rientrare la Roma sia intenzionata a vendere un pezzo pregiato come Emerson Palmieri (Juventus, Liverpool e Newcastle in fila), più altri giocatori per non venderne uno solo a caro prezzo. Ma anche tecnico.
5° posto Inglese, Milik, Ciciretti, il terzino: il Napoli - De Laurentiis ammette di non voler spostare troppi capitali a gennaio e per questo, solo per questo, il Napoli non è sul podio. Però c'è tanto di cui si parlerà, a gennaio: Milik che può andare in prestito, il Napoli che può anticipare l'arrivo di Inglese, la tempistica dell'approdo di Ciciretti, dove andrà in prestito Machach e poi il terzino. Occhio sempre alla soluzione low cost, Peluso del Sassuolo, in mezzo a tanti sogni costosi come Grimaldo e Darmian.
4° posto L'annuncio di Emre Can - Giusto perché è per l'estate, perché trattasi di colpo top. Praticamente già a segno, in attesa dell'ufficialità e delle firme. Arriverà a giugno, a zero, alla Juventus dal Liverpool.
3° posto Il top dell'Inter.... - Puntini di sospensione perché è legato a un fattore: se parte uno tra Joao Mario e Marcelo Brozovic, a oggi senza offerte ufficiali, arriva un giocatore top. L'obiettivo è il prestito con diritto di riscatto di Mkhitaryan dallo United ma pure Pastore non sarebbe disdegnato dalla truppa nerazzurra... Dietro, invece, dovrebbe essere anticipato l'arrivo di Bastoni dall'Atalanta. A meno di ghiotte occasioni.
2° posto Il mercato dei terzini della Juve - E' gioco forza la squadra che muove più attenzioni, la Juventus. E se può spostare un giocatore da 60 milioni come Alex Sandro, allora merita di stare nella posizione alta dell'attenzione mediatica. Spinazzola (l'Atalanta dirà no), Emerson Palmieri (costa caro), Lichtsteiner (può partire, c'è il Valencia oltre alla Lazio e non rinnoverà). E poi, come detto, Alex Sandro che ha chiesto l'addio. La carne al fuoco non manca...
1° posto Il futuro di Donnarumma - Sì. Perché nonostante le smentite, i comunicati, i rapporti tra Raiola e Mirabelli sono ancora tutti da chiarire. La corte delle big d'Europa c'è, PSG su tutti e, nonostante Areola sia ora nell'orbita dell'agente di Gigio, l'assalto dei parigini è dietro l'angolo. Partirà a gennaio? No. Almeno per adesso.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Giù le mani da Nainggolan… Verdi, la risposta è ok! Inter, nomi all’altezza? Quanto vale oggi CR7? 17.01 - A Milano fa freddo… Di colpo, pare che l’inverno si sia ricordato di esistere. Anche il calciomercato pare “bloccato” in una morsa gelida. Non si muove quasi nulla. A chiacchiere stiamo a 1000, come sempre. C’è un nome che continua ad essere scritto a lettere cubitali: RADJA NAINGGOLAN....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: oltre a Emre Can, un altro colpo per giugno. Inter: la cena con Pastore e la strategia per Rafinha. Milan: un anno di polemiche, la compravendita e altri “misteri”. Napoli: occhio alla risposta di Verdi. E in Figc… 16.01 - Ciao. Siamo in regime di sosta invernale. La sosta a suo tempo ci stava antipatica perché era "sosta della nazionale" ma siamo stati bravi e abbiamo deciso di eliminarla del tutto, infatti per non rischiare non scegliamo neppure un ct ("vuole un ct?". "Sia mai! Poi quello magari pretende...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice 12.01 - Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Napoli e Deulofeu: contatto. L’Inter e le opportunità, incontro Juve-Samp, Cagliari Castan e non solo... 11.01 - L’agente di Deulofeu Gines Carvajal è stato a Milano. E ha incontrato il Napoli. Le distanze di ingaggio praticamente non ci sono, potremmo dire che è una sorta di accordo visto che le distanze si possono colmare in tempi anche brevi. Ora toccherà poi al Napoli andare a trattare con...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Caos VAR, la soluzione c’è! Loro Coutinho, noi Deulofeu… Roma, un big lascia? Milan, dubbio André Silva! 10.01 - Sono stati giorni caotici e complicati… Dal doveroso arrivederci alle Feste al “campionato falsato dal VAR”. Si esagera nella Feste, si sa. E stiamo esagerando anche con il VAR. Ci si continua a dimenticare che il VAR è al suo debutto, al suo primo anno. E’ un’innovazione sperimentale....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il mercato “tedesco” dei bianconeri. Inter: le tre mosse di gennaio e la rabbia di Spalletti. Napoli: il nodo Verdi e la scelta-scudetto. Milan: auguri Ringhio... e occhio alla sorpresa. Giù le mani dal Var! 09.01 - Buondì. “Auguri a te e famiglia” va in vacanza. Lo rispolvereremo a inizio dicembre 2018. Fine delle feste. Siamo tornati tutti. Non si trova parcheggio. Molti sono incazzati. Qualcuno ha smontato l’albero, l’ha messo in cantina. Altri no, lo lasciano lì “perché in fondo arreda”...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Qualcuno aiuti Spalletti: ecco di cosa ha bisogno l'Inter a gennaio. Milan, DNA Gattuso ma non credete ai miracoli. Tommasi in FIGC? Ha già distrutto la sua categoria. Gravina, unica soluzione credibile 08.01 - Spalletti se ne va in vacanza sbattendo la porta. Per uno come lui è stato già un miracolo aver aspettato il 5 gennaio prima di sbottare. Lo hanno preso, in estate, facendogli credere in una campagna acquisti che a Roma avrebbe potuto solo sognare. Gli hanno preso 4 rinforzi, di cui...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.