VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

De Laurentiis deve intervenire per capire come mai il Napoli è precipitato al sesto posto. Non regge l'alibi della sfortuna, degli errori e dei portieri che parano. Ora il presidente ha le idee più chiare di tre mesi fa...

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
05.04.2015 00:00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 22693 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Rafa Benitez si dichiara stupito per il -9 dal secondo posto,come se fosse un astronauta andato in orbita quando il Napoli ha partecipato l'ultima volta in Champions e tornato adesso che la squadra è fuori dalle competizioni europee della prossima stagione. Ipotesi malaugurata e per nulla auspicabile: sarebbe la prima volta dopo 5 partecipazioni continentali di fila. Però è prematuro fasciarsi la testa, avendo all'orizzonte ancora la possibilità di fare accesso all'Europa League vincendo la Coppa Italia o addirittura rimettere piede nella Champions grazie ad un eventuale trionfo nella finale di Varvasia. Può darsi che accada, perché no, anche se per adesso è corretto esprimere una valutazione oggettiva sul rendimento attuale del Napoli. Senza polemica, però stride con violenza l'affermazione di De Laurentiiis quando questa estate si sbilanciò fino al punto di dire che avremmo "lottato per lo scudetto". Non gli credette nessuno perché con un mercato a base di Koulibaly, Michu e David Lopez sarebbe stato impossibile contrastare lo strapotere della Juventus. Nessuno diede credito a quelle affermazioni e, parimenti, sarebbe stato impensabile immaginare una posizione in classifica così deludente a 9 giornate dalla fine. Sesti in graduatoria, a 9 punti di distacco dal secondo posto della Roma e a 8 dalla seconda piazza della Lazio, che aveva 8 punti in meno rispetto al terzo posto occupato dal Napoli non più tardi di 5 gare fa, e nell'arco delle quali la squadra di Pioli ha conquistato 16 punti più della squadra di Benitez. Alzasse la mano chi immaginava che, in una stagione sprovvista di quella Champions gettata alle ortiche nella sciagurata esibizione del San Mames, a 9 giornate dalla fine il Napoli avesse un disavanzo di 11 punti rispetto alla stagione scorsa caratterizzata da una Champions League conclusa anzitempo per una discutibile gestione di un girone in cui l'accesso agli ottavi sarebbe stato possibile addirittura con un turno d'anticipo. La sconfitta patita con la Roma ha fatto andare di traverso la Pasqua ai tanti tifosi delusi per la quarta sconfitta consecutiva in trasferta (record negativo condiviso con Donadoni, poi esonerato per un identico rendimento) e per i soli 2 punti messi in classifica nelle ultime 5 partite di campionato che hanno caratterizzato un calo tanto clamoroso quanto inatteso, perché arrivato quando invece bisognava accelerare il passo per affiancare una Roma apparsa anche contro il Napoli vulnerabile e con un ritmo troppo lento per riuscire a tenere il secondo posto fino alla fine di maggio. Sarebbe grave non accorgersi di questa involuzione manifestata dal Napoli e diventerebbe fuorviante dare la colpa dello scadente rendimento solo agli errori degli arbitri, alla sfortuna e alle parate dei portieri. Domanda: perché il Napoli non riesce più a correre con intensità? Vuoi vedere che il richiamo di preparazione è stato fatto per avere la squadra pimpante per il rush finale in Europa League? Magari fosse, sarebbe al momento l'unico modo per salvare una stagione che altrimenti non potrebbe essere catalogata come "buona, molto buona oppure ottima", bensì fatalmente fallimentare. Perché nessuno si sentirebbe soddisfatto di contare in bacheca una Supercoppa ed eventualmente una Coppa Italia senza la partecipazione (e le previste risorse economiche) alla prossima Champions League. Certi trofei hanno valore solo se associati a qualche vittoria di maggior peso (la Champions, lo scudetto, ecc) altrimenti servono soprattutto ad arricchire il palmares perspnale dell'allenatore. Benitez disse "quel che semini ad aprile poi raccogli a maggio": l'attività agricolo-calcistica è cominciata male e De Laurentiis segue con molta attenzione l'evolversi della produzione. In silenzio e con le idee molto più chiare di tre mesi fa.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il Napoli è devastante, Juve alla tedesca. Il duello è appena iniziato... 21.09 - Impossibile non parlare di calcio giocato nella sera dell'infrasettimanale. Impossibile non parlarne dopo una serata piena di emozioni e che regala al campionato dopo 5 giornate le due prime della classe lassù in testa alla classifica a punteggio pieno con una dimostrazione di forza...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Dybala-Messi, la differenza è abissale! Di Francesco, cena per Alisson… Inter, pensieri da grande! E brindiamo con Rooney… 13.09 - La Juventus ha perso al Camp Nou. Ci ha pensato Leo Messi a spegnere i sogni di gloria dei bianconeri. Tutti aspettavamo la consacrazione, l’ennesima, di Paulo Dybala. Non è andata benissimo… Ancora una volta, la Pulce ha confermato, a suon di giocate e leadership, di essere il numero...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la questione europea e l'obiettivo già raggiunto. Milan: è il momento del silenzio (e delle scelte). Inter: c'è qualcosa che va oltre il campo. Napoli: 90' studiati a tavolino 12.09 - Buonanotte, tra brevissimo parleremo di calcio. È andato in onda lo show denominato Miss Italia, che poi è il celeberrimo concorso di bellezza. Una volta funzionava così: un gruppo di ragazze molto belle si metteva in mostra e il pubblico decideva (“Questa è la più bella, questa...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.