HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Editoriale

Derby time: ecco perché il Milan è favorito. L’Inter sarebbe più in forma, ma… Cristiano Ronaldo con vista Manchester: la Juventus pensa già allo United per spaventare l’Europa. I 35 milioni offerti dal Napoli per Piatek

Inviato di beIN Sports, opinionista per la CNN, ogni settimana presenta la Serie A in 31 paesi stranieri
17.10.2018 00:00 di Tancredi Palmeri  Twitter:    articolo letto 18989 volte

Come si vince il Derby della Madonnina? E chi rischia di più?
Inter-Milan è la partita che noi tutti ci meritiamo dopo due settimane di pausa, ristoratrici per la Nazionale e per il nostro amor proprio, ma che ci hanno lasciato una fame di calcio tale da sbirciare quasi con curiosità pure Monza-Triestina di Serie C.
Inter terza, Milan decimo, ma a soli 4 punti di distanza, e potenzialmente solo 1 punto dietro in caso di vittoria nel recupero contro il Genoa. Tutti siamo piuttosto d’accordo nel definire l’Inter più in forma, forte delle 4 vittorie consecutive in campionato, eppure a ben vedere il Milan è imbattuto da 6 giornate, caduto solo alla prima e per di più in casa del Napoli e perfino rimontato. Forse si esagera nella spietatezza nei confronti degli uomini di Gattuso, che è vero non mantengono la porta inviolata da 14 giornate consecutive, eppure sono cresciuti fase dopo fase, e in fondo sono là, e hanno disperso punti in pareggi bislacchi ma pur sempre hanno abbassato la testa solo una volta.

L’Inter è attesa dal Camp Nou mercoledì prossimo. E ovvio, non c’è verso che si possa essere distratti quando arriva un derby, piuttosto preferisci pagare pegno con la stanchezza a Barcellona, ma anche quello è pur sempre un fattore rispetto alla partita interna di Europa League con il Betis (che e a ben vedere rischia di essere forse più insidiosa in prospettiva).
Ma non è per gli impegni europei che il Milan è favorito. L’Inter teoricamente sarebbe più attrezzata dal punto di vista mentale: perché sembrava troppo scontato dire che la vittoria contro il Tottenham facesse girare la stagione, e invece era proprio così, con le seguenti cinque vittorie complessive dell’Inter che sono venute sempre al seguito di prestazioni convincenti, e non soltanto magari di una maggiore superiorità tecnica.
Il Milan però contro Sassuolo e Chievo ha ritrovato fiducia e gioco, e adesso rispetto all’Inter può vantare rincorsa e cattiveria. Deve recuperare terreno, ma soprattutto ha nel mirino la ferocia di dimostrare qualcosa, una pulsione istintiva che possibilmente l’Inter si è tolta davanti al Tottenham.
Un meccanismo che è spesso la chiave nei derby, perché porta a catalizzare tutta la pressione inglobata in una partita così speciale. L’Inter ha la calma, ma il Milan ha l’esigenza.

Mentre le milanesi si scanneranno, la Juventus placidamente metterà in fila la sua nona vittoria iniziale consecutiva contro il Genoa oscenamente rivoluzionato in panchina da Preziosi, portandosi a -1 dal record della Roma di Garcia. Non sarà un allenamento, ma la Juve farà le cose per bene come sa fare, lei sì con in testa già la trasferta di Manchester, da dove vuole inviare il primo messaggio minaccioso al resto d'Europa. Crocevia per la squadra e per Cristiano Ronaldo: CR7 ha una forza nucleare dentro di sé da sprigionare all’Old Trafford, detonata da:
- la pressione per le accuse di stupro
- la preparazione a riposo dalle nazionali
- il rientro dalla squalifica indiscriminata in Champions
- il ritorno nella vecchia casa
- la voglia sempre assaporata da Cristiano di impressionare ogni qualvolta giochi in Inghilterra
- la volontà di rispondere alle mostruose prestazioni in Champions di Messi
- e per ultimo, ma assolutamente non ultimo, l’esigenza di dare un colpo alle votazioni del Pallone d’Oro, sapendo che le notti in campo europeo sono le uniche che possono fargli recuperare terreno rispetto a Modric, Griezmann, Mbappé e le ombre fuori dal campo.

A proposito di record iniziali consecutivi, continuerà contro la Juve l’impossibile rincorsa di Piatek al record di giornate iniziali consecutivamente in gol di Batistuta: il Re Leone arrivò a 11, il polacco è a 7 (anche se il conteggio definitivo dovrebbe essere in sospeso, visto che statisticamente dovrà essere contata la prima giornata contro il Milan che sarà recuperata).
Nel frattempo De Laurentiis non ha perso tempo e ha adombrato a Preziosi un’offerta da 35 milioni di €. Un’offerta tale che farebbe probabilmente anche trasparire una certa delusione verso Milik. Non ci sono dubbi che tra le 5 grandi del calcio italiano, il Napoli sia quella che avrebbe più necessità di un centravanti goleador. La necessità non aumenta però la disponibilità economica, o non riduce le eventuali offerte delle altre. Non solo in Italia. Perché pochi giorni fa Piatek si è preso addirittura le prime pagine dei quotidiani catalani, in quanto indicato come possibile erede di Luis Suarez.
E allora i 35 milioni di De Laurentiis sembrano più parole da corteggiatore, che una vera proposta di matrimonio.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan ormai ci siamo. Nell’operazione anche il ritorno di  Bertolacci al Genoa. Su Barella per giugno l’Inter di nuovo in pole position. Napoli, Lozano se in estate parte uno tra Mertens e Callejon 19.01 - Higuain al Chelsea, Piatek al Milan, Morata all’Atletico Madrid, Il gioco è fatto. Tutti gli incastri al posto giusto per un grande valzer di attaccanti. E allora andiamo a ricostruire quello che accadrà a breve. Higuain presto volerà a Londra per le visite mediche e si metterà a...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve-Milan falsata, l’ultimo scandalo. Con questo VAR aumentano solo le polemiche e non si fa giustizia. Banti, che delusione. Higuain, che vergogna. Piatek al Milan, che rischio. Icardi rinnoverà 18.01 - Gli arbitri italiani stanno diventando dei piccoli Tafazzi: sono riusciti nell’impresa ciclopica di falsare perfino una gara tutto sommato non complicata come la Supercoppa italiana e farsi ancora una volta travolgere dalle polemiche. Autolesionismo puro, incredibile ma vero, come...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Higuain-Chelsea, ci siamo. Le alternative del Milan per sostituirlo: Piatek ma non solo... Iniziano a muoversi gli attaccanti... attenzione! 17.01 - Era sicuramente uno dei temi più intressanti da analizzare in questo mercato invernale. Dopo la giornata appena finita è diventata una vera e propria telenovela, con dei colpi di scena (più mediatici che reali) che starebbero bene in una sceneggiatura da soap opera. Higuain, è evidente,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Il triangolo scaleno del mercato Milan-Chelsea-Atletico: tutte le parti in causa vogliono che Higuain, Morata e Piatek si muovano. Ma manca ancora molto: ecco esattamente le cifre in questo momento delle tre trattative 16.01 - Il mercato di gennaio che in verità non si muove mai particolarmente, ringrazia l’asse Milano-Londra-Madrid che va a incidere profondamente su Serie A, Premier e Liga, e sarà la vera trattativa principale del calciomercato invernale. Non solo adesso, ma fino alla fine, fino all’ultimo...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve-Milan con Higuain in mezzo: ma i rossoneri si meritano di più (e le voci su Piatek…). Inter: l’incontro con Icardi (non ancora fissato) e l’obiettivo del club. Stadi chiusi: ecco l’occasione per dimostrare del buonsenso 15.01 - Ciao. Uno ieri mi ha detto “Buon anno”. È stato molto gentile, ma dopo l’Epifania la vivo come una presa per il culo. Oggi è il 15 gennaio. Secondo il calendario originale la sessione di mercato sarebbe dovuta terminare tra tre giorni. Invece andrà avanti fino al 31. Che bello, così...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter-Icardi, Mauro indossa tu i pantaloni. Ridateci l'albo degli agenti e basta con mogli improvvisate. Gonzalo, resta dove sei. Capotondi, per favore risparmiaci le lezioni e torna a fare cinema 14.01 - La "telenovela" Icardi è un finto problema per l'Inter ma quando il campionato è fermo fa tutto brodo. Per Wanda, per i giornali e per le tv. Parliamo di Icardi perché fa notizia. La notizia, comunque, non c'è se non che Mauro vuole più soldi ma ancora non ha capito come fare le trattative...

Editoriale DI: Marco Conterio

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico 13.01 - Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain e Morata situazione in evoluzione, ma il Milan punta a tenere il Pipita. Icardi-Inter vertice in settimana per trattare il rinnovo.  Juventus, dopo Ramsey ora è il turno di Romero. Per Barella continua il pressing di Chelsea e Napoli 12.01 - Sono giorni importanti per capire il futuro di Higuain e Morata. Le posizioni sono molto chiare. Sarri considera il Pipita l’uomo giusto per aumentare tantissimo il potenziale offensivo del Chelsea. Sta spingendo perché questa possa diventare un’ipotesi concreta fin da subito. Higuain...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri-Real Madrid: contatto. Icardi, fissato l’incontro per il rinnovo. I piani di Marotta per la firma. Pregiudizi su Wanda: fa solo il suo lavoro. Higuain vuole solo il Chelsea e mette in crisi Leonardo 11.01 - Non so se Max Allegri durante le recenti vacanze abbia davvero sposato Ambra come scrivono i giornali di gossip, so invece che ha ricevuto una telefonata da Florentino Perez. Auguri, certo, ma anche una nuova, decisa proposta per la panchina del Real Madrid. L’anno scorso la telefonata...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Icardi e il rinnovo, Higuain e il Chelsea. Le novità su Ramsey, il ritorno di Gabbiadini e le strategie del Napoli... 10.01 - L'ultimo colpo di giornata lo ha messo a segno la Sampdoria che riabbraccia Gabbiadini. Lo riporta in blucerchiato: operazione complessiva da 12 milioni di euro (3 di prestito e 9 per il riscatto obbligatorio più bonus legati alla qualificazione in Europa). La Samp non voleva lasciarsi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->