HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Serie A, le panchine iniziano a scottare: chi subirà il primo esonero?
  Gian Piero Gasperini (Atalanta)
  Sinisa Mihajlovic (Bologna)
  Eugenio Corini (Brescia)
  Rolando Maran (Cagliari)
  Vincenzo Montella (Fiorentina)
  Aurelio Andreazzoli (Genoa)
  Ivan Juric (Hellas Verona)
  Antonio Conte (Inter)
  Maurizio Sarri (Juventus)
  Simone Inzaghi (Lazio)
  Fabio Liverani (Lecce)
  Marco Giampaolo (Milan)
  Carlo Ancelotti (Napoli)
  Roberto D'Aversa (Parma)
  Paulo Fonseca (Roma)
  Eusebio Di Francesco (Sampdoria)
  Roberto De Zerbi (Sassuolo)
  Leonardo Semplici (SPAL)
  Walter Mazzarri (Torino)
  Igor Tudor (Udinese)

La Giovane Italia
Editoriale

Dybala sfida la Juve: ha chiesto al Manchester un ingaggio folle. E punta l’Inter. Lukaku aspetta. Icardi rifiuta Napoli e Roma e Marotta lo avverte: o vai via o non giochi più. Wanda dagli avvocati. Modric vuole il Milan. Nainggolan...

02.08.2019 13:50 di Enzo Bucchioni   articolo letto 131392 volte
© foto di Federico De Luca

Dybala e Icardi, due giocatori che un anno fa Juventus e Inter si sarebbero scambiate volentieri, oggi stanno bloccando il mercato, due casi difficili da risolvere.

Cominciamo con Dybala.

Ieri è arrivato a Torino, ma non ha parlato con Paratici e non ha incontrato Sarri come era previsto. La Juve ha deciso di venderlo e quando la Juve decide quasi mai torna indietro.

Ma il giocatore non ci sta, avrebbe fatto parte molto volentieri della nuova Juve di Sarri, si era convinto che il nuovo allenatore potesse rilanciarlo, che il calcio sarriano fosse adatto a lui. Niente. Con Dybala la Juve ha deciso di fare plusvalenza, di Dybala la Juve ha deciso di fare a meno e, come sappiamo, vuole indirizzarlo verso il Manchester United per prendere in cambio Lukaku, toglierlo all’Inter e dare una spalla potente a Ronaldo.

Il giocatore ha detto no, e i manager del giocatore, però, stanno adottando una strategia per ora vincente, non rifiutano il trasferimento, formalmente non si mettono di traverso, ma hanno chiesto al Manchester un ingaggio monstre, vicino a quello di Pogba, comunque attorno ai dodici milioni netti. Naturalmente su queste basi per gli inglesi è difficile ragionare.

La trattativa fra le società continua e la vicenda sarà analizzata in questi tre giorni, Dybala è ufficialmente in ferie fino a lunedì cinque agosto e per quella data la Juve spera di convincere l’argentino e di trovare una soluzione. La cessione di Dybala blocca di fatto l’arrivo di Lukaku che la Juve ha soffiato all’Inter, ma se la vicenda non si chiarisce in fretta il belga potrebbe tornare verso Milano. Il mercato inglese chiude l’otto agosto e la fretta è comprensibile.

Dybala però non si scompone, ha il Psg che lo corteggia da tempo e la soluzione francese, osteggiata dalla Juve, lo attrae. Ma a questo punto Dybala è pronto anche ad ascoltare le proposte dell’Inter rifiutate nettamente un anno fa. Infatti Marotta sta cercando di replicare a Paratici, la guerra non è più tanto fredda. Tu mi blocchi Lukaku, io ti blocco Dybala o roba del genere.

Come uscirne? Una soluzione potrebbe essere quella di tornare a un anno fa quando lo scambio Icardi-Dybala saltò per il no dello juventino. Ma all’epoca Marotta era alla Juve e aveva sue strategie, oggi i bianconeri non hanno nessuna voglia di rafforzare i rivali che già stanno crescendo anche cedendo la Joya. Anzi, sperano di farli incartare ancora di più attorno alla vicenda Icardi.

La sfida Juve-Inter è di fatto senza esclusione di colpi. La Roma venderebbe volentieri Dzeko e l’Inter ha alzato l’offerta a dodici milioni, ma la Juve non accelera per Higuain in giallorosso. Di fatto, dopo Lukaku, condizionando anche Dzeko il secondo attaccante nella lista di Conte.

Fra l’altro, la decisione di cedere Dybala ha fatto innervosire i social bianconeri che faticano a capire, ma è ovvio che alla Juve importi poco e pensi anche a rientrare, alle plusvalenze e abbia deciso di mettere accanto a Ronaldo un attaccante vero, di peso, come era Benzema al Real. In questa maxi operazione con il Manchester è stato proposto anche Mandzukic, mentre alla Juve potrebbe interessare Darmian.

E l’Inter come reagisce? Male. Lukaku ormai sembra sfumato, Dzeko è in stand-by. Dove sono gli attaccanti promessi a Conte?

E’ ovvio che oltre alla Juve che marca a uomo, anche il caso Icardi pesi molto. Ieri c’è stato l’ultimo atto di una vicenda paradossale.

Icardi ha confermato di voler restare all’Inter e Marotta ha fatto sapere al giocatore che se continuerà a non accettare le offerte che stanno arrivando, comprese quelle del Napoli e della Roma, non sarà inserito nella lista Champions e di fatto sarà fuori anche dalla lista campionato. In che modo vedremo, l’Inter ha intenzione di fare con Icardi quello che il Milan ha fatto con Montolivo. Con le debite proporzioni rispetto al valore dei due giocatori. Wanda Nara ha consultato immediatamente i legali di fiducia, si cerca di capire se ci sono margini per una causa per mobbing.

Questa è una storia che ormai da mesi sta facendo morti e feriti, calcisticamente parlando. Per ripicca dopo la vicenda Spalletti-fascia di capitano, Icardi vuole restare all’Inter o andare alla Juve dove l’Inter invece non vuole venderlo.

Difficile ipotizzare soluzioni, ma se per Icardi il tempo non manca, lo scambio Lukaku-Dybala in stand by e le operazioni bloccate con il mercato inglese rischiano di fare dei danni.

Il Milan, invece, incassa quasi ogni giorno segnali provenienti da Madrid. Quello che l’anno scorso accadeva con l’Inter quest’anno succede con i rossoneri, Modric ha voglia di campionato italiano. Ha vinto il suo pallone d’oro, ha capito che il Real lo sta mettendo ai margini e pare gli piaccia l’idea di guidare il rilancio del Milan e chiudere la carriera in Italia. Chiacchiere di intermediari? Vedremo.

Nel frattempo Nainggolan la sua decisione l’ha presa. Mercoledì sera era diretto a Firenze, Inter e Fiorentina erano d’accordo e lui sostanzialmente convinto. Poi ha ragionato ancora più a fondo, ha fatto prevalere gli interessi della famiglia. Dopo aver rifiutato i soldi della Cina, ha detto no anche alla Fiorentina. Ha scelto Cagliari, la città della moglie e dei suoi affetti. La città dove spera di superare i problemi e ritrovare quella serenità che oggi non ci può essere. Una scelta matura che i tifosi viola hanno capito e accettato.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Napoli, con il Liverpool il salto di qualità. Mertens e Callejon due rinnovi difficili. Sarri, ora l’obiettivo è trovare il giusto spazio a Dybala. Giampaolo-Conte, quanta pressione per il derby. Fiorentina, la proposta per blindare Chiesa 21.09 - È già tempo di campionato ma prima una veloce riflessione sula due giorni di Champions: Napoli e Juventus si confermano due certezze. Comincio da Insigne e compagni. Battere i campioni d’Europa non è cosa da tutti i giorni. Era successo anche l’anno scorso, sempre nella fase a gironi,...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter, Conte furibondo attacca tutti. Caccia alla talpa che ha raccontato la lite Lukaku-Brozovic. Il belga è un problema. Sanchez nel derby. Milan, basta esperimenti. E’ Suso l’enigma, serve Bonaventura. Juve, troppi gufi attorno a Sarri 20.09 - Dopo il pareggio con lo Slavia in Champions, Antonio Conte si è autodefinito pubblicamente “un asino”, ben sapendo che gli asini sono altri. E’ furibondo per quello che sta succedendo in campo e fuori dal campo, e non l’ha mandato a dire alla squadra chiamata a raccolta in un faccia...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le risposte della Champions sui progetti delle italiane. Cosa funziona e cosa non va... 19.09 - Un progetto per crescere ha bisogno di tempo. E soprattutto le battute d'arresto (più o meno dolorose) fanno parte del processo. E' necessario mantenere i nervi saldi, la capacità di poter guardare oltre un orizzonte che vada oltre i 90 minuti. Lo dimostra anche questa due giorni...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Conte mai così: che succede? Inter quasi fuori. A Napoli c’è squadra e società: non c’era invece il rigore, e un po’ di tifosi... Juventus: contro l’Atletico già decisiva, ecco perché. Atalanta con obbligo di qualificarsi 18.09 - Non era mai successo di vedere una squadra di Antonio Conte così. Chi scrive segue Conte da vicino da più di una decade, dal suo arrivo a Bari, e certo dalla Juve in poi non è certo un mistero da disvelare. Bene: mai una squadra di Conte aveva giocato in questa maniera, semplicemente...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

La Juve di Sarri (forse) non nascerà, ma Maurizio ha un piano. Milan: il problema di Giampaolo è nell’estate (e il mercato non c’entra). Inter: il lavoro di Marotta e...il pensiero di Conte. Napoli: c'è il Liverpool, alla faccia dei comunicati 17.09 - Buon martedì. Eccoci qui a parlare di calcio. Ho perso al fantacalcio perché hanno annullato il gol a Joao Pedro. Non si fa. Ma veniamo a noi. Il calcio fa ammattire tutti e infatti spuntano le polemiche come funghi. Spunta la polemica su Sarri che parla degli orari di giuoco “e poi...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

A Sarri serve tempo ma Conte non ne concede. Inter concreta ma non bella. Cellino ci riprova con lo stadio... a Cagliari finì male. Samp, tra Vialli e Ferrero perde Di Francesco 16.09 - Se passi da Massimiliano Allegri a Maurizio Sarri devi preventivare che il passaggio possa risultare traumatico e, soprattutto, che ci voglia del tempo. Lo diciamo da due mesi: ai bianconeri, quest'anno, servirà tanta pazienza. Sarri è un allenatore vero e non impari i suoi schemi...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Il caso Mandzukic è chiaro: accetta il Qatar, aspetta la Cina o inguaia la Juventus?  La sicurezza di Koulibaly e la bacchetta magica di Conte. Il Milan riuscirà a ritornare grande? 15.09 - Doveva essere l'attacco di Mauro Icardi e Mario Mandzukic, sarà probabilmente di Gonzalo Higuain e Paulo Dybala. I due argentini erano sul mercato ad agosto, nella speranza di trovare una sistemazione e una plusvalenza. Due motivi diversi per la permanenza: il primo non voleva lasciare...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, Mandzukic verso  il Qatar. Per gennaio ipotesi scambio Emre Can-Rakitic. Inter, per il centrocampo idea Matic. De Paul, oltre alla Fiorentina  attenzione anche al Milan 14.09 - Gennaio è lontanissimo, ma il mercato non si ferma, mai. Anche perché la chiusura della sessione estiva ha lasciato alcune situazioni in sospeso. In casa Juventus ci sono due vicende aperte: Mandzukic e Emre Can. Il futuro dell’attaccante (escluso dalla lista Champions e assente anche...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Sarri seduto su un vulcano. Torna dove perse lo scudetto e chi esclude Matuidi o Rabiot? Khedira o Emre Can? E Dybala? Mandzukic sta in panca o va in Qatar? E Montella rischia già. Conte fra Lautaro e Sanchez 13.09 - Penso a Sarri e ancora una volta ho come la sensazione che esista davvero la Dea Eupalla, come sosteneva il mitico Gianni Brera del quale abbiamo parlato giustamente tanto in questi giorni. O se non esiste, credo che da qualche parte almeno si nasconda un Folletto malizioso capace...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Chi spende e chi vince: non sempre coincide, anzi... le classifiche in Europa e in Italia 12.09 - Manca poco meno di una settimana e poi inizierà anche la Champions League. E le ambizioni delle squadre che parteciperanno i "pronostici" possono arrivare anche da un'analisi economica. E ci viene in aiuto una ricerca fatta dal CIES, pochi giorni fa, che testimonia come la voglia...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510